Salta il menu

Chiesa di San Giovanni Evangelista

Panoramica

L’antico Monastero con la Cupola del Correggio

Complesso benedettino che comprende la Chiesa, il Chiostro e la Biblioteca di San Giovanni.

Fu fondato dal Vescovo Sigifredo nell’ XI secolo ed è caratterizzato dalla sua facciata barocca che si apre su Piazzale San Giovanni. Sul lato destro nel 1613 fu aggiunto il campanile che, con un'altezza di 75 metri, è il più alto di Parma. La Chiesa ha una struttura romanica, con pianta a croce latina, tre navate con volte a crociera e cappelle laterali. L’interno è un trionfo di affreschi. Nella navata centrale spicca il fregio continuo dipinto da Correggio che realizzò anche la lunetta con San Giovanni e l’Aquila e il ciclo di affreschi della Cupola: sorprendente è La visione di San Giovanni Evangelista con uno straordinario gioco prospettico.

La navata sinistra si distingue per interessanti lavori giovanili del Parmigianino. Tra questi spiccano gli affreschi di Sant’Agata e il carnefice in coppia con quello delle Sante Lucia e Apollonia della prima cappella.

Nel Monastero meritano una visita i tre chiostri, funzionali allo svolgimento dei riti processionali della comunità religiosa, in cui si respira l’aria benedettina, caratterizzata dalla regola “Ora et Labora”.

Anche la Biblioteca del Monastero è adeguatamente affrescata e possiede circa 20.000 volumi, tra cui codici miniati del ‘400 e del ‘500 che dimostrano l’attività amanuense dei monaci.

Chiesa di San Giovanni Evangelista

Piazzale S. Giovanni, 1, 43121 Parma PR, Italia

Chiama +390521235311 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Enogastronomia
Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Enogastronomia
Parma

Musei del cibo di Parma

Natura
I paesaggi dell'Emilia Romagna

I paesaggi dell'Emilia Romagna

Enogastronomia
Photo by: Marco Fortini

Emilia Romagna: viaggio alla scoperta del tortello

Musei e monumenti
Photo by: Archivio Comune Parma

Emilia Romagna: le statue parlanti di Parma

Enogastronomia
Emilia-Romagna, dove la gastronomia è un impero dei sensi

Emilia-Romagna, dove la gastronomia è un impero dei sensi

Città d'arte
Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Arte e cultura
Presepe della Marineria, Cesenatico - Emilia-Romagna

Emilia-Romagna, dove ospitalità, divertimento e buona cucina vi sedurranno

Cicloturismo
emilia romagna cycle tourism disability

In Emilia Romagna, cicloturismo accessibile anche a persone con disabilità

Enogastronomia
Via della Lana e della Seta - Emilia Romagna.

Emilia Romagna: viaggio nel cuore della Food Valley

Relax e benessere
Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Relax e benessere
Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Divertimento
motor valley

Adrenalina pura tra storia e passione nella Motor Valley

Spiritualità
Berceto e il Passo della Cisa, ultima tappa emiliana sulla Via Francigena

Berceto e il Passo della Cisa, ultima tappa emiliana sulla Via Francigena

Enogastronomia
Parmigiano

Parmigiano Reggiano: l’eccellenza

Enogastronomia
Cappellacci

Emilia Romagna, esperienze da vivere nella terra dei sapori

Cicloturismo
Ravenna

Emilia Romagna, pedalando tra arte e cultura

Città d'arte
Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Musei e monumenti
Una sala del Museo Ferrari - Maranello, Emilia Romagna. Photo by: ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, licenza CC BY-NC-SA <https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it>

Musei Ferrari: da Modena a Maranello, in viaggio con le “rosse”

UNESCO
Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.