Salta il menu

Romagnano Al Monte

Panoramica

Romagnano al Monte, borgo fantasma

L’antico e il nuovo insieme nel più piccolo borgo della Campania

Romagnano al Monte si trova in provincia di Salerno, al confine con la Basilicata. Sorge in un territorio dalla bellezza aspra e del tutto particolare: il borgo antico, abbandonato dopo il terremoto dell’Irpinia, è costruito su un affioramento roccioso che domina le gole del fiume Platano e il fiume Bianco. È  il più piccolo comune della Campania.

 

Perché è speciale

Romagnano al Monte oggi è diviso in due parti, una nuova e vitale in località Ariola e l’altra, a due chilometri di distanza, cristallizzata in un momento ben preciso: quello del terremoto del 1980. Ed è proprio qui che ci portano i nostri passi. Più ci addentriamo nel borgo fantasma a picco sul fiume Platano, più l’atmosfera diventa surreale. Camminiamo in silenzio tra le stradine tortuose, tra le antiche rovine del castello e della chiesa, tra le rovine più recenti delle case crollate, invase dalla vegetazione da cui ancora traspaiono tenui tracce della vita quotidiana.

 

Da non perdere

Le Gole del fiume Platano e il corso del fiume Bianco sono da annoverare tra i numerosi luoghi di interesse naturalistico presenti sul territorio comunale. Le prime si presentano come un profondo canyon scavato dall'acqua nella roccia calcarea e per un breve tratto fungono anche da confine tra la Campania e la Basilicata. Questo canyon può essere esplorato anche a piedi quando il fiume è in secca, permettendo di immergersi completamente in un ambiente selvaggio.

 

Un po' di storia

La regione faceva parte dell'«ager Volceianus» in epoca tardo-romana ed era nota come «fundus Romanianus» per via della famiglia patrizia che ne deteneva la proprietà e che ha dato il nome al borgo. Un castello minore sorto intorno all'anno 1000 fu il primo nucleo dell'insediamento e la prima notizia documentata del villaggio risale al 1167.

La peste del 1656, il terremoto del 1694, la carestia del 1763-64, il brigantaggio dei primi dell'Ottocento e infine il terremoto del 1980, descrivono un territorio spesso messo in crisi da eventi sfavorevoli. Dopo il disastroso terremoto dell’Irpinia gli abitanti di Romagnano si trasferirono più a valle, abbandonando definitivamente l'antico insediamento.

Credit to: Gianfranco Vitolo

Romagnano Al Monte

84020 Romagnano Al Monte SA, Italia

Ti potrebbe interessare

Spiritualità
Festa di San Cono

Festa di San Cono

Spiritualità
Festa di San Donato di Auletta

Festa di San Donato di Auletta

UNESCO
Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

Natura
Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Mare
4 motivi per scegliere la costiera amalfitana d inverno

La Costiera Amalfitana d’inverno: 4 eccellenti motivi per sceglierla

Mare
A Punta Campanella ammaliati dalle sirene di Ulisse

A Punta Campanella ammaliati dalle sirene di Ulisse

Divertimento
Campania, Cilento in volo: tra cielo, terra e mare

Campania, Cilento in volo: tra cielo, terra e mare

Ospitalità
agriturismi green in campania

7 agriturismi in Campania per il perfetto connubio di ecosostenibilità e gusto

UNESCO
614626686

Costiera Amalfitana, un ipnotico affaccio sul mare blu cobalto

Sport
Tempio di Hera, Paestum

Campania, emozionanti voli panoramici sopra il parco archeologico di Paestum o sul Vesuvio

Borghi
Procida

Procida: l’isola incantata di case acquerello e mare turchese

Isole
Procida, crocevia di esperienze per tutti i sensi

Procida, crocevia di esperienze per tutti i sensi

Enogastronomia
Il carciofo bianco di Pertosa

Il carciofo bianco di Pertosa

Isole
La Fontelina, Capri

La Fontelina, baia da sogno nella mitica Capri

Enogastronomia
storia del pomodoro san marzano campania

La regione Campania attraverso la pizza di Gino Sorbillo

Città d'arte
Castel dell'Ovo - Napoli, Campania

Napoli, incantevole città di mare e cultura

Siti storici
Bagni della Regina Giovanna

Ai Bagni della regina Giovanna per un tuffo in un angolo di paradiso

Città d'arte
Cosa vedere a Napoli in due giorni

Cosa vedere a Napoli in due giorni

Enogastronomia
napoli-pizza-una-lunga-storia-d-amore

Napoli e la pizza, una lunga storia d’amore

Siti storici
Le catacombe di Napoli

Le catacombe di Napoli

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.