Salta il menu

Abbazia di Santo Spirito Al Morrone

Panoramica

Per secoli ha rappresentato il più importante e celebre insediamento della Congregazione dei Celestini oltre che essere riferimento per la vita culturale, religiosa e civile sul territorio. A fondarla fu il monaco benedettino Pietro di Angelerio, eremita, fondatore dell’ordine dei Celestini e Papa con il nome di Celestino V. È lui che ne ha iniziato, nel 1293, la costruzione ampliando la chiesetta di Santa Maria, risalente alla prima metà del XIII secolo, fino alla realizzazione di una nuova chiesa dedicata allo Spirito Santo e di un Monastero. L’aspetto attuale dell’abbazia non ha quasi più nulla di duecentesco e quello che oggi si vede è il frutto di una ricostruzione imponente avvenuta a seguito del terremoto del 1706.

L’impianto del complesso è rettangolare, cinto da mura, con cortili interni e con annesso un imponente monastero, abitato dai monaci fino al 1806, anno in cui la legge napoleonica portò alla soppressione degli Ordini religiosi. La monumentale chiesa settecentesca, di gusto borrominiano si affaccia sul cortile maggiore. All’interno della chiesa, a croce greca, si possono ammirare decorazioni a stucco, notevoli altari in marmi policromi, un organo del tardo ‘600 e soprattutto gli affreschi quattrocenteschi della cappella Caldora, a destra del coro. A sinistra dell’altare maggiore, si scende alla piccola chiesa di S. Maria, cuore originario dell’abbazia. A destra della chiesa, attraversando il cortile del Pozzo, si accede al refettorio con alcuni dipinti di fra Joseph Martinez, mentre una scala a tenaglia in pietra di Morrone conduce al cortile dei Nobili, con un porticato decorato, da cui è possibile ammirare l’elegante campanile del tardo ‘500.

Dal momento della sua fondazione, il complesso è stato adibito per vari usi. È stato collegio, ospizio per mendicanti, quartiere militare durante il fascismo. Dal 1998 è entrata in possesso del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che ne ha avviato il restauro e dal 2014 è sede di uffici distaccati della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici, della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici e dell’Ente Parco Majella.

Abbazia di Santo Spirito Al Morrone
Via Badia, 28, 67039 Badia-bagnaturo AQ, Italia

Ti potrebbe interessare

Arte e cultura
Visita Scanno in automobile

Visita Scanno in automobile

Spiritualità
Photo by: Diana Melfi

Alla scoperta degli eremi d'Abruzzo: due spettacolari perle della Majella

Laghi
Photo by: Cesidio Silla

Lago di Scanno, una perla autentica per amatori e sportivi

Sport
Campo Imperatore, non solo sci in Abruzzo

Campo Imperatore, non solo sci in Abruzzo

Sport
Gran Sasso, Abruzzo

Gran Sasso, le mille vie dell’arrampicata in Abruzzo

Laghi
Photo by: Regione Abruzzo

La Riserva Naturale Lago di Campotosto, tra trekking e sport acquatici

Spiritualità
Il Santuario della Scala Santa tra sacralità e bellezza

Il Santuario della Scala Santa tra sacralità e bellezza

Enogastronomia
L’Aglio Rosso di Sulmona, in Abruzzo: una varietà autoctona richiesta all’estero

L’Aglio Rosso di Sulmona, in Abruzzo: una varietà autoctona richiesta all’estero

Città d'arte
Teramo, la natura si fonde con la storia

Teramo, la natura si fonde con la storia

Natura
Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Mare
Le Terrazze sul mare d'Abruzzo

Le Terrazze sul mare d'Abruzzo

Divertimento
Che avventura i parchi d’Abruzzo

Che avventura i parchi d’Abruzzo

Arte e cultura
Abruzzo, un tuffo nella natura tra mare e montagna

Abruzzo, un tuffo nella natura tra mare e montagna

Natura
Photo by: Valentina Razzi

Cascate del Verde, un salto di rara bellezza sull’Appennino

Natura
Abruzzo, lasciatevi catturare dall'autenticità di una terra tutta da scoprire

Abruzzo, lasciatevi catturare dall'autenticità di una terra tutta da scoprire

Natura
Abruzzo, la regione verde d'Europa

Abruzzo, la regione verde d'Europa

Mare
Pescara - Trabocco

In Abruzzo, lungo la Costa dei Trabocchi

Sport
Photo by: Coop Il Bosso

Cavalcare i fiumi in Abruzzo: un'avventura da vivere in rafting

Arte e cultura
Il culto di San Domenico in Abruzzo: le "fanoglie" di Villalago

Il culto di San Domenico in Abruzzo: le "fanoglie" di Villalago

Enogastronomia
Gli arrosticini, vanto e patrimonio della gastronomia abruzzese

Gli arrosticini, vanto e patrimonio della gastronomia abruzzese

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.