Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Meta turistica

Puglia

Le isole Tremiti si visitano anche in inverno, tra pesca e giri in kayak

Per chi è in cerca di una vacanza rilassante al mare in Italia, da novembre a marzo, le Isole Tremiti in inverno sono un’ottima idea.

02 dicembre 2022

5 minuti

Il piccolo arcipelago pugliese è la meta ideale in ogni stagione, e forse ancor di più durante i mesi freddi, quando è possibile godersi il clima mite, la natura incontaminata e il mare d’inverno dedicandosi ad un’attività riflessiva come la pesca sportiva o ad un’escursione in kayak intorno alle isole. Il tutto lontano dal caos estivo.

Come arrivare alle Isole Tremiti

Le isole sono collegate alla terraferma tutto l’anno. Traghetti e aliscafi partono da Termoli in Molise, da Peschici, Rodi Garganico, Vieste e Bari in Puglia e da Vasto in Abruzzo e raggiungono i due porti principali delle isole, San Domino e San Nicola.

Per spostarsi tra le due isole maggiori, o per raggiungere gli altri isolotti, si può contare su un servizio di taxi boat oppure si può noleggiare una barca, un gommone o un kayak.
Non è consentito sbarcare e circolare sulle isole in moto o in auto perché tutto si raggiunge facilmente a piedi o in barca.

Le Isole Tremiti: quali sono, quando andare

le isole tremiti quali sono dove andare

Le Isole Tremiti sono cinque, incastonate nelle acque del basso Adriatico di fronte al Parco Nazionale del Gargano e fanno parte di un’area marina protetta che custodisce un mare ancora incontaminato. Secondo la leggenda sono state create dall’eroe omerico Diomede e offrono paesaggi mozzafiato per ricaricare le pile nel bel mezzo dell’inverno.

Le isole maggiori San Domino e San Nicola sono abitate mentre Cretaccio, Capraia e Pianosa sono deserte. Ad eccezione di Pianosa, più lontana, sono tutte a breve distanza e si possono visitare in un solo viaggio. Per goderne al meglio prevedete un soggiorno di tre o quattro giorni. Poco tempo? Godetevi l’essenziale con un’escursione in barca di un giorno tra le varie isole.

Il periodo migliore per un tour delle Isole Tremiti va da ottobre a marzo, quando la ressa turistica dell’estate lascia il posto ai ritmi lenti degli isolani che vivono qui tutto l’anno.

Ecco cosa vedere alle Isole Tremiti in inverno.

San Domino, tra le note di Dalla

Il centro abitato più grande delle Tremiti si trova a San Domino, dove ci sono bar, ristoranti e alberghi. Qui, aveva la sua casa anche il cantautore Lucio Dalla: girando per le viette del centro vi capiterà di ascoltare qua e là i versi delle sue canzoni.

A pochi passi dal porto si trova l’unica spiaggia di sabbia, Cala Arena. Ma il cuore dell’isola è la foresta di pini di Aleppo che si estende fino al mare. Prendete la Strada della Pineta fino a Punta del Diavolo dove si trovano i resti del vecchio faro: da qui il panorama è strepitoso.

Le scogliere sono punteggiate da molte grotte. La più bella è la Grotta del Bue Marino, profonda 70 metri e colorata di blu dalla luce che si riflette al suo interno. Prenotate un giro in barca al porto e scoprite anche la Grotta delle Viole, la Grotta del Coccodrillo e lo scoglio dell’Elefante.

San Nicola, panorama a mare aperto

le isole tremiti san nicola

Il nucleo storico di San Nicola è custodito dal Santuario di Santa Maria a Mare, un’imponente abbazia benedettina che domina l’isola. Si dice sia stato fondato da un eremita nel 312 d.C., poi nel XI secolo arrivarono i benedettini.

È circondato dal Castello di Badiali costruito da Carlo d’Angiò per proteggere il santuario. Passeggiate fino al cimitero sulla punta opposta dell’isola per un panorama senza pari.

Cretaccio, Capraia e Pianosa, il trio delle meraviglie disabitate

le isole tremiti cretaccio capraia pianosa

Cretaccio è più uno scoglio che un’isola e deve il suo nome alla creta gialla di cui è composto. Capraia si chiama anche Capperaia perché vi crescono molti capperi. È disabitata e sbarcare è vietato, ma potete fermarvi poco lontano dalla riva per vedere la statua sommersa di Padre Pio.

Pianosa è l’isola più lontana dell’arcipelago. Rientra nella Riserva Marina Integrale perciò entro 500 metri dall’isola non si può navigare, approdare o pescare. È consentito fare immersioni accompagnate da una guida autorizzata. Ne vale la pena, qui i fondali sono spettacolari.

Un giro in barca alle Isole Tremiti

Un giro in barca è il modo migliore per godersi le isole dal mare. Si parte dal porto di San Domino chiedendo a un taxi boat di accompagnarvi o noleggiando una barca o un gommone, con o senza conducente. Si percorre il periplo di tutte le isole sostando nei punti più belli o entrando nelle grotte.

Le spiagge più belle delle Isole Tremiti

le isole tremiti le spiagge piu belle

A due passi dal porto di San Domino c’è Cala Arena, raggiungibile a piedi e adatta anche ai bambini. Ma le spiagge più belle delle Isole Tremiti si raggiungono via mare.

A San Domino fate tappa a Cala Matano, Cala dello Spido, Cala dei Benedettini e Spiaggia dei Pagliai. La Spiaggia di Marinella è l’unica dell’isola di San Nicola. A Capraia non perdete Cala dei Turchi, Cala di Sorrentino e Cala Pietra del Fucile. A Cretaccio fermatevi a Cala del Diavolo, meglio se al tramonto.

Immersioni alle Isole Tremiti

le isole tremiti immersione

Non serve essere esperti per godersi un’immersione alle Isole Tremiti, a patto di essere accompagnati da una guida autorizzata. Basta domandare al porto di San Domino.

Scoprirete che il mare intorno alle isole non è bello solo in superficie ma anche in profondità. Immergetevi a Punta Secca a 42 metri di profondità per scoprire due archi di roccia popolati da spugne e pesci multicolore. Al largo di Cala dei Benedettini c’è il relitto della Galea Turca del 1566 da esplorare.

Un giro in kayak alle Isole Tremiti

le isole tremiti kayak

Quattro delle cinque isole sono abbastanza vicine da essere esplorate pagaiando. Noleggiate il kayak al porto di San Domino o di San Nicola.

Cominciate circumnavigando San Nicola in senso antiorario. Ammirate la scogliera a strapiombo, il Gargano in lontananza e l’abbazia in cima all’isola. Poi dirigetevi verso Capraia, dove regnano i gabbiani. A San Domino dedicate una giornata intera partendo dalla scogliera orientale verso sud per non perdervi neanche una grotta. Dopo aver superato il faro, scoprite Cala delle Rondinelle e Cala degli Inglesi e proseguite verso Punta del Diamante a nord.

Pescare alle Isole Tremiti

le isole tremiti pescare

Noleggiate tutto quello che vi serve al porto di San Domino e dedicatevi alla pesca sportiva dalla cima alle scogliere di San Domino.

Il mare qui è generoso ma, visto che si tratta di un’area marina protetta, alcune zone sono interdette, come Capraia e Pianosa.

Capodanno alle Isole Tremiti

le isole tremiti capodanno

Il Capodanno alle Isole Tremiti sarà un’esperienza indimenticabile, in una dimensione intima condivisa con gli abitanti delle isole.

L’arrivo del nuovo anno si attende tutti insieme sulla piazza di San Domino. Molti alberghi dell’isola organizzano serate speciali con cena e musica.

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.