Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Magazine

Marche

Perché Urbania è la città da visitare il giorno della Befana

A Urbania la festa della Befana è un evento elettrizzante per tutta la famiglia ed è una delle feste più longeve d'Italia.

02 gennaio 2023

4 minuti

Se Babbo Natale abita al Polo Nord, la Befana ha trovato la sua casa proprio qui, nell'antica cittadina marchigiana ricca di storia e tradizioni: un borgo sospeso tra le colline. Il 4, 5 e 6 gennaio è un susseguirsi di spettacoli e di iniziative divertenti legate all’Epifania.

Non c’è modo migliore di concludere le festività natalizie se non recandosi ad Urbania, per scoprire antichi mestieri, assaggiare le specialità culinarie locali e perdersi in un mondo fiabesco.

Crediti: immagini fornite dalla Pro Loco di Urbania

Storia della Befana: sapete da dove arriva il suo nome?

urbania nome befana

Il termine deriva dal greco epifania, che significa “apparizione”, “manifestazione divina”.
La tradizione della Befana, particolarmente sentita in Italia, mescola credenze religiose e pagane, legate ai cicli della terra.

Nel primo caso, l’arrivo della Befana a cavallo di una scopa per elargire regali ai bambini è collegato al viaggio dei Re Magi fino a Betlemme, per onorare il Bambin Gesù con i loro doni. Più laicamente, il rito della Befana è collegato al calendario e al susseguirsi delle stagioni: termina l’anno precedente, vecchio come la Befana, e i regali sono di buon auspicio per il nuovo anno appena iniziato, un augurio per renderlo fiorente e propizio. 

Crediti: immagini fornite dalla Pro Loco di Urbania

La festa della Befana a Urbania è la più pittoresca d’Italia

urbania festa della befana

Comunque si voglia interpretare il rito della Befana, è per tutti la ricorrenza che chiude le festività natalizie. Per vivere un’esperienza unica in onore della vecchina generosa, la meta ideale è Urbania, uno splendido borgo nelle Marche del nord, in provincia di Pesaro-Urbino, protagonista di eventi spettacolari capaci di meravigliare grandi e bambini.

Molti i numeri da record: la sciarpa lavorata dalla Befana è lunga 50 metri, la calza che sfila lungo le vie della città arriva a 70 metri - la più lunga del mondo -, mentre 420 sono i chilogrammi di dolciumi prodotti per la festa. Urbania è il fulcro dei riti in onore della Befana da 25 anni e attira 30.000 visite all’anno. Per questa ricorrenza, la città si trasforma in un magico paese dei balocchi, con 4.000 calze appese ovunque. Molte befane animano il centro storico danzando, ma due in particolare accenderanno lo stupore. Guardate in alto per ammirarne una che scende dalla Torre campanaria con un salto di 36 metri, e un’altra che vola dal campanile del Palazzo comunale tra musica e giochi di luci. 

Crediti: immagini fornite dalla Pro Loco di Urbania

4, 5 e 6 gennaio 2023: i 3 giorni di eventi a Urbania in onore della Befana

urbania festa in onore della befana

Dal 4 al 6 gennaio la cittadina si trasforma nel Villaggio della Befana. Nel cuore del borgo, oltre all’Ufficio Postale e alla Casa della Befana troverete il Bistrot della Befana con piatti della tradizione e prodotti marchigiani, dal Tartufo di Acqualagna, alla carne Marchigiana, dalle Pesche di Montelabbate, a vini e birre locali e l’immancabile Crostolo di Urbania. Da magiche bolle di sapone, a giocolieri, affascinanti spettacoli di teatro di strada con trampoli, monocicli di oltre due metri, clown e dame bianche incanteranno il pubblico. Tra le novità 2023 un’esperienza virtuale con la Befana 3D, passeggiate insieme agli amici a quattro zampe e una pedalata della Befana per scoprire la città della Befana.

Una data da segnare sul calendario è il 5 gennaio. In questo giorno la Befana va a salutare i bambini di persona, ovunque si trovino: nelle case, nei camper, negli hotel e negli agriturismi della zona. E non arriverà certo a mani vuote.

Una volta che sarete a Urbania, le cose da scoprire saranno tante: le variopinte e storiche ceramiche durantine protagoniste di innumerevoli mostre all’interno di Palazzo Ducale e del Museo Diocesano Leonardi, senza tralasciare la curiosa e suggestiva storia delle Mummie della Chiesa dei Morti.

Infine, se vi state chiedendo cosa vedere a Urbania, lasciatevi guidare dalla Befana. Sarà proprio lei ad accompagnarvi alla scoperta della città attraverso un tour tra i monumenti storici e artistici del borgo. Vi condurrà a conoscere il Palazzo Ducale, il Barco Ducale e il Teatro Bramante, prima di farvi rabbrividire di fronte alle mummie custodite nella Chiesa dei Morti. Potrete inoltre venire a contatto con uno dei tanti mestieri artigianali vanto dell’Italia: la lavorazione della ceramica, un sapere antico tenuto orgogliosamente in vita dagli abitanti. 

Crediti: immagini fornite dalla Pro Loco di Urbania

Benvenuti nella Casa della Befana di Urbania

urbania casa della befana

La Casa della Befana, ricavata in uno spazio del Palazzo Civico, è stata realizzata su progetto dello scenografo cinematografico e televisivo Egidio Spugnini, in arte Egidio da Casteldurante, antico nome di Urbania.

È aperta tutto l’anno, ma in questi 3 giorni di festa è particolarmente animata. Qui, la Befana insegna a preparare il carbone, a tessere il telaio e racconta favole legate al territorio. L’Ufficio Postale della Befana è già apparso nella Piazza centrale di Urbania, pronto ad accogliere le letterine dei piccoli ospiti che vorranno chiedere doni e dolciumi ma attenzione: la Befana tutto vede e tutto sa ed è all’opera per preparare il carbone per i bimbi più birichini.

Crediti: immagini fornite dalla Pro Loco di Urbania

Come raggiungere Urbania in treno

urbania come raggiungere in treno

Per raggiungere Urbania, le stazioni ferroviarie più vicine sono Pesaro, collegata con i treni dell’alta velocità, e Fano. Da entrambe partono autobus diretti, che vi porteranno a destinazione in circa un’ora e mezza.

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.