Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Magazine

Lazio

Favole di Luce, le luminarie di Gaeta a Natale

Pronti ad immergervi nella magia del Natale circondati dalle luminarie natalizie più belle del centro Italia? Il Natale a Gaeta è questo e molto altro.

02 dicembre 2022

3 minuti

Se state pianificando le vacanze di Natale nel Lazio o avete in programma un tour per scoprire le più belle luminarie natalizie d’Italia, una delle tappe imperdibili è Gaeta, in provincia di Latina.

Le luminarie di Gaeta sono un evento imperdibile che vi farà scoprire in modo magico questa cittadina ricca di storia e di fascino. Arriverete a Gaeta per le Favole di Luce e vi innamorerete di tutto quello che questa città ha da offrire.

La mappa delle luminarie di Gaeta

mappa luminarie gaeta

Gaeta è una località molto suggestiva: siamo alla fine della riviera di Ulisse, quel tratto di litorale che dal Circeo arriva proprio nel Golfo di Gaeta, e le sue acque chiare e la sabbia candida attirano il turismo da tutta Europa.
Città da scoprire e vivere in tutte le stagioni, è nel periodo natalizio che diventa il punto di riferimento di tutto il centro Italia proprio per le luci di Natale. Il merito è dell’evento Favole di Luce che, dal 2015, illumina l’intera città dalla fine di ottobre all’inizio di gennaio con capolavori di luce che attirano visitatori e turisti da ogni parte d’Italia.

Per la settima edizione delle Favole di Luce a Gaeta sono 14 le installazioni che colorano la città partendo dal quartiere La Piaja e arrivando fino alla Gaeta Medievale, passando per il centro storico e percorrendo il Lungomare Caboto. Potete scoprirle e ammirarle a piedi partendo dall’inizio del lungomare.
Si parte da Come in un quadro nel quartiere La Piaja per l’appunto per poi spingersi alla scoperta de L'Ancora in località Peschiera, Torre Eiffel alla Villa delle Sirene e Le Palmaraie Des Lumières sul Lungomare Caboto fino a Le renne scintillanti in Corso Cavour, Il regalo luccicante tra Porta Carlo V e Porta Carlo III, Star Avenue in viale degli Illuminati, L’acquario delle meraviglie in Villa Traniello e tanti altri.

In alternativa salite a bordo dei Trenini delle Luci che partono da Piazza XIX Maggio. Un tour alla scoperta di tutte le luci di Natale a Gaeta senza fatica.
Le corse partono ogni 15 minuti il sabato, la domenica e i giorni festivi fino al 15 dicembre dalle 15 alle 22, mentre dal 16 dicembre al 6 gennaio i Trenini delle Luci saranno in servizio tutti i giorni nella stessa fascia oraria.

Come raggiungere Favole di Luce a Gaeta

come raggiungere favole di luce gaeta

Raggiungere le luminarie di Gaeta via treno è comodissimo da ogni parte d’Italia e d’Europa. Chi si muove da nord può arrivare a Roma, prendere il treno per Formia e da lì salire a bordo dell’autobus che porta in corso Italia a Gaeta. Chi arriva da sud, invece, può approfittare del treno diretto da Napoli a Formia e del bus per il centro di Gaeta.

Se preferite muovervi in automobile il miglior parcheggio per le luminarie di Gaeta è quello di Piazzale AVIR a due passi da Corso Italia, mentre chi arriva in camper può sostare nell’area “Spaltoni” di via Munazio Planco, alle pendici di monte Orlando.

Cosa vedere a Gaeta a Natale

favole di luce gaeta

Le Favole di Luce sono solo una delle attrattive di Gaeta nel periodo natalizio. Gli eventi in programma sono tanti e coinvolgono l’intera città: i tradizionali mercatini di Natale di Gaeta vi accolgono nel Villaggio delle Favole di Luce in Piazza XIX Maggio, mentre in via Annunziata potete farvi trasportare dalla magia del Villaggio Incantato di Babbo Natale.

Villa Traniello, nel centro storico di Gaeta, ospita il Presepio Marinaro Animato curato dall’associazione culturale “Gaeta e il mare”. Mentre, dall’11 novembre 2022 al 15 gennaio 2023, non potete perdervi il presepe di ghiaccio più grande d’Italia in corso Cavour. E già che siete in città, vi suggeriamo di visitare alcuni dei monumenti più suggestivi di Gaeta come la Cattedrale, il Tempio di San Francesco e il piccolo Santuario della Montagna Spaccata.

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.