Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Sport

LAZIO

Lazio, Fly In The Sky: in volo come il falco pellegrino

18 luglio 2022

2 minuti

Si chiama Fly In The Sky ed è la Zip Line più veloce al mondo. Spazia dalle coste laziali ai colli albani, fino ai monti abruzzesi. Regala panorami da sogno su uliveti e zone carsiche e garantisce un’esperienza ad alto tasso di adrenalina, planando sulle pendici del Monte Sant’Angelo, culla del falco pellegrino.
Ed è così che vi sentirete, come il rapace in picchiata, dopo un emozionante volo sul territorio di Latina.

1. Da Rocca Massima al Monte Sant’Angelo

Quello del Fly In The Sky è un tragitto da brividi, che parte dal piccolo borgo medievale di Rocca Massima, sui monti Leprini, e termina sulle pendici del Monte Sant’Angelo.
Una tratta di 2,2 chilometri che classifica la Zip Line laziale tra le più lunghe del mondo

La rampa di lancio è a una quota di 730 metri. Una volta imbragati, proverete l’emozione dell’avvio in totale sicurezza: sarete agganciati a un cavo d’acciaio del diametro di 22 millimetri, sorretto da due piloni, tramite attrezzature tecniche omologate e certificate, e appesi a un carrello che corre libero per diversi minuti.

Vi lancerete come un missile e viaggerete a una velocità media di 110 chilometri orari con un picco massimo di 172 chilometri orari. Ed è proprio questo picco di velocità che fa rientrare di diritto la Fly In The Sky tra le Zip Line più veloci al mondo.  Sospesi a un'altezza massima di 310 metri dal suolo, il vostro sguardo si aprirà su una vista intrigante, tra luci e ombre. 

Terminata la traversata, ecco la vostra destinazione: Monte Sant’Angelo, in località Le Feora. Frenerete in tutta sicurezza e atterrerete sulla rampa di arrivo a 380 metri dal suolo.

2. Tipologie di volo

A distinguere l’esperienza della Zip Line dalla maggior parte dei sistemi che regalano l’ebbrezza di ritrovarsi sospesi nel vuoto è una caratteristica particolare: questo “volo” è più o meno alla portata di tutti. Possono, infatti, accedere alla Fly In The Sky anche le persone con disabilità, dal momento che non è richiesto alcun tipo di preparazione atletica.

Adatto anche ai bambini, il “volo del falco pellegrino” prevede poche limitazioni. Potrete decidere di lanciarvi dalla rampa da soli o in coppia, se siete colti da romanticismo o più probabilmente dalla paura. Per un’esperienza ancora più suggestiva, optate per il volo notturno.

3. Un consiglio per chi ha voglia di camminare

Vi consigliamo di approfittare della bellezza paesaggistica che offre il sito. Giunti a destinazione in località Le Feora, potete attendere la navetta che vi riaccompagna al punto di partenza, oppure tornare a piedi, attraverso il secondo tratto del sentiero CAI 736. Un circuito di 5 chilometri a stretto contatto con la natura, per un tempo di percorrenza di circa un paio d’ore, a 300 metri di altezza.