Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Divertimento

Lazio

Isola di Ponza: un piccolo sogno ad occhi aperti

È considerata la più affascinante delle Isole Pontine, una delle mete turistiche balneari più importanti della zona e vi basterà mettere piede sull’Isola di Ponza per capire il perché

Scoprite con noi questa perla del Mediterraneo e il suo mosaico di bellezze incredibili racchiuse in meno di 8 chilometri quadrati.

Ciò che la rende particolare e unica nel suo genere sono <strong>le sue coste rocciose, le scogliere a picco sul mare, i tanti incantevoli anfratti</strong> che racchiudono spiaggette sabbiose e conche di acqua incredibilmente cristallina. L’interno dell’isola, che è di origine vulcanica, non è da meno e vi conquisterà con i suoi siti archeologici e i piccoli borghi.

1. Da raggiungere a piedi o via mare: le spiagge da non perdere

Le spiagge a Ponza si dividono in due categorie: quelle esplorabili a piedi e quelle raggiungibili soltanto in barca.
Quasi tutte, però, sono di ghiaia e di sassi, per cui vi suggeriamo di attrezzarvi con scarpette di gomma se, oltre a crogiolarvi al sole, volete esplorarle.

Tra le spiagge che possono essere raggiunte via terra, non mancate di visitare la Spiaggia di Cala Feola, una delle pochissime sull'Isola di sabbia, insieme a quella di Chiaia di Luna, raggiungibile tramite un sentiero che parte dal Villaggio dei Pescatori. Entrambe per la loro comodità sono le più amate dalle famiglie con bambini.

Poi c'è la Scogliera delle Piscine Naturali, famosa per le sue due grandi piscine con acqua cristallina dai colori incredibili. Bellissima anche la Cala dell'Acqua: è qui che dovete venire per cercare di organizzare una gita in barca con i barcaioli locali.

Per quanto riguarda le spiagge raggiungibili solo via mare c'è l'imbarazzo della scelta: da vedere la Baia di Cala Gaetano, che si trova a Nord dell'Isola e sulla quale si arriva anche a nuoto dalle spiaggette di Punta dell'Ebreo. 

2. Non perdete lo Scoglio della Tartaruga!

Lo si vede dalla località Le Forna: un grande scoglio che ha le fattezze di una testuggine. Si raggiunge facilmente grazie a un sentiero che si prende dalla chiesa di Le Forna: percorretelo tutto e vi condurrà a una caletta che vi lascerà senza fiato. 

3. Un borgo che sembra un set

Lasciate cale e calette, guardate alla terraferma: vi incanteranno il Borgo di Ponza e le sue coloratissime casette che rendono questo piccolo paesino pittoresco simile a  un set cinematografico. Anche il Borgo di Santa Maria è splendido, meno turistico e decisamente poetico grazie al suo piccolo porticciolo.
Straordinari anche i siti archeologici, a partire dal tunnel in tufo che collega il porto di Ponza alla spiaggia di Chiaia di Luna, di epoca augustea e ammiratissimo dai turisti, o le necropoli scavate nella roccia che si trovano a Guarini e a Bagno Vecchio.

Infine, le numerose ville romane: non perdete quella situata presso il promontorio di Punta della Madonna, edificata in età repubblicana, e quella che si trova a Sant'Antonio, con le sue strutture architettoniche poste a differenti altezze.