Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Natura

Campania

10 spiagge incontaminate da non perdere nella Penisola Sorrentina

La Penisola Sorrentina non riserva solo le alte e suggestive scogliere a picco sul mare, ma anche insenature, fiordi e baie con incantevoli spiagge di sabbia, ciottoli e scogli.

05 ottobre 2022

3 minuti

Dalla più celebre, la spiaggetta della baia di Ieranto con vista su Capri dove Ulisse fu ammaliato dalle Sirene, alla vicina cala di Mitigliano, da dove si gode la vista di punta Campanella, fino a Sorrento, che offre due piccole spiagge di sabbia vulcanica, passando per Piano di Sorrento, la cui spiaggia è da sempre Bandiera Blu, o la spiaggia di Scrajo a Vico Equense, dove trovate una vasca di acqua sulfurea.

1. La baia di Ieranto

Sulla punta Campanella, con Capri e i suoi faraglioni all’orizzonte, la baia di Ieranto è uno dei luoghi più spettacolari della Costiera Sorrentina. Ci si arriva a piedi percorrendo un bellissimo sentiero tra gli ulivi e la macchia mediterranea di circa 2 km che parte dalla piazzetta di Nerano, frazione di Massa Lubrense. Dalla spiaggetta parte un altro sentiero per la torre di Mont’Alto, da dove si apre la vista sulla Costiera Amalfitana. Andateci al tramonto.

2. Cala di Mitigliano

Dall’alto lato della punta Campanella, la Cala di Mitigliano offre un altro punto di vista su Capri e sull’ultimo tratto della scogliera della punta. Incastonata nella roccia, ha una spiaggetta di rocce e sassi. Si raggiunge in una mezz’ora a piedi da Massa Lubrense.

3. Marina di Puolo

Tra Sorrento e Villazzano la spiaggia Marina di Puolo, di sabbia grigia e ciottoli, oltre all’acqua cristallina e ai fondali bassi, ideale per le famiglie con bambini, offre anche una bella vista sul Vesuvio. Chi preferisce la scogliera, può raggiungere con un breve sentiero la spiaggia della Pignatella. 

4. Bagni della Regina Giovanna

Luogo mitico della Costiera Sorrentina, i Bagni della Regina Giovanna si trovano sul Capo di Sorrento: si tratta di una piscina naturale rotonda (si vede bene sul Maps) dove la leggenda vuole che Giovanna II d’Angiò alla fine del Trecento incontrasse i suoi amanti. Certo è un luogo di grande suggestione e molto appartato, ma quasi sempre all’ombra.

5. La Spiaggia di Marina Grande di Sorrento

Da un tunnel scavato nella roccia del III secolo a.C. dal centro di Sorrento si accede alla spiaggia di Marina Grande, un borgo dei pescatori con molte barche e una piccola spiaggia di sabbia per un tuffo. Di grande atmosfera, è nota per i ristoranti di pesce. 

6. La Spiaggia di Marina Piccola di Sorrento

Proprio sotto la villa Comunale di Sorrento, nei pressi del porto, ci sono alcune spiagge attrezzate e tratti di spiaggia libera, dove rilassarsi e fare il bagno anche senza uscire dalla città. 

7. Spiaggia la Marinella

Una spiaggia attrezzata con tutti i comfort, piccoli scivoli e giochi per bambini, con bar-ristorante e i servizi di uno stabilimento balneare. La sera si può anche cenare in riva al mare.

8. Le spiagge di Meta di Sorrento

A Meta di Sorrento trovate un’ampia spiaggia attrezzata che si raggiunge facilmente anche per chi arriva in treno da Napoli con la Circumvesuviana. L’arenile ha due versanti, uno esposto a nord e l’altro a sud, dove eventualmente scegliere di stare a seconda di dove spira il vento. 

9. Spiaggia della Tartaruga

Si chiama così perché davanti a questa piccola spiaggia di ghiaia di Vico Equense c’è un grosso scoglio la cui forma ricorda proprio quella di una tartaruga. Si raggiunge solo via mare con piccole barche o con il “tartaruga taxi”. 

10. Spiaggia di Scrajo

Sulla spiaggia di Scrajo a Vico Equense, oltre ai ciottoli e a un mare smeraldo, c’è anche una sorgente di acqua sulfurea convogliata in una vasca, a ricordarci che questa terra risente della presenza del Vesuvio che si staglia proprio lì davanti.