Salta il menu

Spoleto

Panoramica

“Sono stato sull’acquedotto, che nel tempo stesso è ponte fra una montagna e l’altra. Le dieci arcate che sovrastano tutta la valle, costruite di mattoni, resistono sicure attraverso i secoli mentre l’acqua scorre perenne”. Così Goethe, nel suo “Viaggio in Italia”, descriveva un magnifico scorcio della città che, come suggerisce il poeta, va conosciuta dall’alto. Ma Goethe non fu l’unico fan di Spoleto. Michelangelo veniva a riposare nei boschi spoletini per dimenticare la frenesia di Roma, Stendhal espresse il suo entusiasmo per lo spettacolo naturale della passeggiata che dal centro storico si inoltra nel verde dei colli (oggi viale Matteotti), i taccuini di William Turner riportavano schizzi del paesaggio o della città. Spoleto ha una quinta scenografica verde che è il Monteluco, con la sua foresta di lecci, e affaccia sulla valle del Clitunno. 

Due chilometri di mura ben conservate testimoniano l'antica grandezza della città, che conserva ancora la fisionomia medievale assunta sotto i Longobardi, che la elevarono al rango di capitale del ducato e la arricchirono di edifici, trasformandola in un autentico gioiello architettonico. Venne conquistata dal Barbarossa nel 1155 e, dopo essere passata tra i domini dello Stato Pontificio, continuò a godere di una notevole fioritura artistica. L'equilibrio urbanistico, che per diverse centinaia di anni aveva caratterizzato la città, viene spezzato nel 1834 a opera dell'architetto Ireneo Aleandri, che progetta la «Traversa interna» per facilitare l'accesso carrabile a Spoleto. Dopo l’Italia unita Spoleto perde il suo ruolo di centro amministrativo subendo con ciò gravi contraccolpi. Bisogna aspettare l’intuito dell'influente Gian Carlo Menotti, che nel 1958 scelse Spoleto come cornice del Festival dei Due Mondi: per due settimane in città non si fa altro che assistere a spettacoli teatrali, concerti, film in location straordinarie, o ci si ferma per le vie a osservare le esibizioni dei buskers. 

Rimangono i pregevoli luoghi d’arte, cultura e architettura tutti da visitare, a partire dalla Rocca Albornoziana, a dominio della città e della valle, S. Eufemia, il Teatro romano o il maestoso Ponte delle Torri e il Duomo affrescato da Fra' Filippo Lippi.

Spoleto

06049 Spoleto PG, Italia

Ti potrebbe interessare

Spiritualità
La Festa dei Ceri di Gubbio

La Festa dei Ceri di Gubbio

Borghi
Il lago Trasimeno e i suoi borghi

Il lago Trasimeno e i suoi borghi

Tour e esperienze
terrazze perugia

5 trekking urbani per vedere 5 terrazze panoramiche a Perugia

Spiritualità
Gubbio e la festa dei ceri

Gubbio e la festa dei ceri

Enogastronomia
Umbria, sulle orme del gusto

Umbria, sulle orme del gusto

Borghi
Città della Pieve

Città della Pieve, piccolo capolavoro medievale

Siti storici
PG Castiglione del Lago

Castiglione del Lago, un balcone sul Trasimeno

Natura
Castelluccio di Norcia

Umbria: il volo panoramico qui si fa in uno scenario incantevole di borghi, colline e prati in fiore

Tour e esperienze
gran tour umbria

Il Gran Tour dell'Umbria in bus e bici per scoprirne i segreti più nascosti

Festività
giostra di natale a gubbio

Cosa vedere a Gubbio a Natale per un itinerario da sogno

Cicloturismo
Ciclovia del Fiume Nera: pedalando tra boschi e cascate

Ciclovia del Fiume Nera: pedalando tra boschi e cascate

Natura
Parco del Monte Subasio: un’area naturale protetta e sacra

Parco del Monte Subasio: un’area naturale protetta e sacra

Cicloturismo
Pedalare in Umbria tra tesori artistici e paesaggistici

Pedalare in Umbria tra tesori artistici e paesaggistici

Città d'arte
Cosa vedere a Perugia in due giorni

Cosa vedere a Perugia in due giorni

Città d'arte
Perugia

Perugia, un gioiello storico e artistico nel centro Italia

Divertimento
Todi Festival

Todi Festival

Enogastronomia
In Umbria, la cucina parla il linguaggio della natura

In Umbria, la cucina parla il linguaggio della natura

UNESCO
Assisi, la città santuario dall'inestimabile patrimonio storico

Assisi, la città santuario dall'inestimabile patrimonio storico

Arte e cultura
Il Terzo Paradiso ad Assisi, l'opera d'arte che non ti aspetti nel Bosco di San Francesco

Il Terzo Paradiso ad Assisi, l'opera d'arte che non ti aspetti nel Bosco di San Francesco

Arte e cultura
PRECI | Umbria

Valli rigogliose ed eccellenze ambientali: Umbria, cuore verde d’Italia

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.