Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Natura

Umbria

Umbria: il pieno di relax e bellezza in un weekend

14 luglio 2022

2 minuti

Basta anche un solo weekend di silenzio e relax in Umbria, partendo da Orvieto: perché come nella ricetta perfetta, qui gli ingredienti per raggiungere il benessere psico-fisico ci sono tutti. 

1. Il programma detox parte da Orvieto

Per rigenerare corpo e mente in un weekend, partiamo da Orvieto: cominciate con una visita al Duomo, magnifico esempio di architettura romanico-gotica che conserva al suo interno il Sacro Corporale ed è ornato da affreschi unici firmati da Luca Signorelli. Proseguite con i Palazzi dei Papi, imponenti edifici che si ergono a testimonianza delle grandi personalità dello Stato Pontificio come Urbano IV, Martino IV, Bonifacio VIII. 

2. Dalle viscere della terra all’happy hour

Non si può non visitare la città sotterranea, scavate nelle viscere della terra a partire da 2500 anni fa: una visita guidata vi mostrerà un dedalo di grotte e pozzi considerato uno dei tesori dell’archeologia. Di altrettanto pregio è la Necropoli etrusca del Crocifisso del Tufo, che insieme al sito con i resti del tempio etrusco del Belvedere, rappresenta una testimonianza preziosa di quella che fu la civiltà etrusca a Orvieto:  proprio sotto la rupe tufacea, si snoda in un rigoglioso percorso nel verde, disseminato di tombe sulle quali i nomi dei nuclei familiari cui appartenevano è tuttora leggibile. Poi una pausa leggera: che ne dite di un aperitivo o una degustazione in una delle tante e rinomate cantina locali?

3. Città della Pieve: respirando arte e bellezza

PG Lago Trasimeno

Il nostro programma continua con una tappa a Città della Pieve, dove sarebbe un sacrilegio non cominciare dalla visita della casa di Perugino, cui la città diede i natali, e dei suoi affreschi: Madonna e i SS.Giovanni Evangelista, Giovanni Battista, Pietro Martire e il beato Giacomo Villa, Madonna col Bambino e SS. Pietro, Paolo, Gervasio e Protasio, Battesimo di Gesù. Dopo aver fatto il pieno di bellezza con i capolavori del pittore rinascimentale, lasciatevi stupire dalla natura e dai panorami del territorio circostante. Due le tappe obbligate: al Lago Trasimeno, dove ci si può concedere una pausa pranzo in uno dei ristoranti locali, e l’Isola Maggiore, che vi riporterà indietro nel tempo, all’architettura e alle tradizioni di quello che sembra essere un villaggio quattrocentesco.