Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Sport

Piemonte

Nel cuore della Valsesia: Monterosa Ski e Alagna

21 luglio 2022

3 minuti

La Valsesia si apre sul versante piemontese del Monte Rosa ed è la meta ideale per chi alla montagna chiede la bellezza di una natura ancora selvaggia. 

Qui tradizione e modernità convivono potenziandosi. Da una parte uno stile di vita che si ispira al passato dall’altra la impianti sportivi d'avanguardia per divertirsi sulla neve di Monterosa Ski.

1. Tre vallate tutte da sciare

Il Monterosa Ski si estende tra Alagna, Gressoney, Champoluc, Antagnod per un totale di 180 km di piste tra Piemonte e Val d’Aosta.

Alagna è la vallata più selvaggia e punto di accesso ai fuoripista più belli del Monte Rosa. È la meta giusta per chi cerca emozioni forti e una natura ancora intatta.

Sono tre le valli collegate tra loro da esplorare senza mai togliervi gli sci: Valsesia, Valle d’Ayas e Valle di Gressoney. Raggiungendo i 3.260 metri del ghiacciaio dell’Indren tutte le vallate si apriranno ai vostri piedi.

Oltre alle numerose discese, Monterosa Ski offre anche la possibilità di praticare lo sci alpinismo e il fuoripista con pelli di foca ai piedi, soprattutto tra Alagna e Gressoney.
La meta più gettonata dai freerider è la Capanna Margherita, il rifugio più alto d’Europa a 4.554 metri. Ma sono spettacolari anche il Corno Nero, la Piramide Vincent, vetta Castore e Punta Giordani, tutti sui 4.000 metri.

2. Alagna, Freeride Paradise

Alpinismo, sci alpinismo, trekking, discesa, eliski: qualunque sia la vostra passione Alagna sa come accontentarvi. Ma sono soprattutto gli appassionati di freeride ad averne fatto una vera e propria capitale di questa disciplina. Non a caso è nota come Freeride Paradise.

La particolare conformazione della vallata, impervia ma con numerose piccole valli laterali, consente di godersi al massimo l’esperienza dello sci fuoripista in un paesaggio maestoso che cambia continuamente.

I percorsi più spettacolari si trovano intorno a Punta Giordani e alla Malfatta ma anche nel vallone di Bors con la pista Balma. Si parte da Punta Indren o dal Passo dei Salati e si possono scegliere tante varianti diverse: Passo del Diavolo, Canale a Y, Canale Longhez e altri ancora.

Vi sentite in vena di sfidare i vostri limiti? L’itinerario che fa per voi è quello del Canale Perazzi con inclinazione a 55°. E per chi vuole provare l’eliski si aprono i percorsi di Cavallo, Turlo e Rizzetti, per un’esperienza indimenticabile.

3. Le tradizioni di Alagna: il popolo Walser

All’interno del Parco Naturale Alta Valsesia, la riserva protetta più alta d’Europa, Alagna è uno scrigno di storie da scoprire. Il Monte Rosa veglia sul paese che conserva le tracce dell’antico popolo Walser, arrivato qui dalla Svizzera nel XIII secolo.

I Walser parlavano una variante del dialetto tedesco chiamata Titzsch. A loro si deve una delle feste più antiche di Alagna, il Rosario Fiorito, una processione dedicata alla Madonna che dal 1683 si tiene la prima domenica di Ottobre. Un museo in una casa tradizionale antica è interamente dedicato a questo popolo e ne racconta le tradizioni ancora vive.

4. Gusto ad Alagna

Le mattinate in pista mettono fame, allora fate una pausa golosa per rifocillarvi assaggiando le specialità locali. Da non perdere il walsechäis, formaggio della tradizione Walser, né il burro dei pastori preparato negli alpeggi estivi.

Tra i salumi da assaggiare assolutamente il chua wurst, un salame di vacca stagionato e affumicato con ginepro, e il Weißwurst, salame di capra. Non dimenticate di ordinare anche un tagliere di mocetta, un altro salume locale. Accompagnatelo con polenta concia e completate il pasto con una torta Walser. I vini da provare perché squisiti sono i Nebbioli di Gattinara e Ghemme e l’Erbaluce.

5. Nei dintorni di Alagna: una gita fuori porta

Dopo tanta neve e un ricco pranzo può venirvi voglia di gite. Nei dintorni si possono visitare il Sacro Monte di Varallo Sesia, il mulino di Mollia, Rassa con i suoi ponticelli di pietra sul fiume e le viuzze strette, i borghi di Rimella e Carcoforo e il paesino Rimasco sulle rive di un placido lago.

Ti potrebbe interessare