Salta il menu
Tour e esperienze
Itinerario in 7 tappe sulle orme di Mare Fuori

7 luoghi da visitare tra Napoli e dintorni dove hanno girato Mare fuori

Tipologia
Percorso in auto
Durata
3 giorni
Numero Tappe
7
Difficoltà
Facile

La terza stagione di Mare fuori, in onda da febbraio 2023, piace proprio a tutti, soprattutto ai giovanissimi. Sarà la storia avvincente e per nulla stereotipata, incentrata sulle vite di ragazzi rinchiusi nel carcere minorile di Nisida, la colonna sonora o le ambientazioni, fatto sta che questa fiction è diventata un fenomeno virale.

Ecco, allora, un itinerario alla scoperta dei luoghi di Mare Fuori. Un percorso di 3 giorni nei luoghi più rilevanti della storia, per permettervi di conoscerli da vicino e amarli ancora di più. Perlopiù girerete a piedi tra i vicoli del centro storico di Napoli, ma preparatevi a prendere l’auto l’ultimo giorno per esplorare i dintorni e farvi stregare da vista e mare. Pronti?

Spoiler alert: se non avete ancora finito la terza stagione, fate attenzione, potreste avere una anticipazione.

Giorno 1

Stazione Metropolitana Toledo

L'interno della metropolitana Toledo a Napoli

Il nostro itinerario nella splendida Napoli sulle orme dei protagonisti di Mare Fuori inizia dalla Stazione Toledo della Metropolitana. Qui, nell’episodio 1 della stagione 1, Filippo, ragazzo del nord di buona famiglia con una carriera da pianista, incontra Naditza, zingara che commette piccoli crimini per “rifugiarsi” nell’IPM (Istituto Penitenziario Minorile) e scappare dai genitori. La scena in stazione li vede protagonisti di un bacio, dato di sfuggita da Naditza per distrarre il giovane e le guardie, mentre ruba il portafoglio.

Nel quartiere San Giuseppe, la Stazione Metropolitana Toledo è tra le più belle d’Europa. Infatti, al suo interno custodisce la Galleria del Mare, un'area interamente rivestita da piastrelle color blu e ocra che sul soffitto, al centro delle scale mobili ondulate e particolarissime, presenta un vero e proprio cono di luce che attraversa tutti i livelli della stazione e da cui fa entrare luce naturale. Un vero e proprio museo di arte contemporanea nel sottosuolo napoletano, ricco di mosaici, che saprà come incantarvi. Si tratta del punto ideale per visitare le centrali via Roma e via Toledo, fino a raggiungere la maestosa opera architettonica della Galleria Umberto I che, dalla stazione, dista solo 500 metri.

Quando: episodio 1, stagione 1

Protagonisti: Filippo e Naditza

Informazioni utili per la visita alla Stazione Toledo

  • Orari: tutti i giorni dalle ore 6:00 alle 23:00

  • Costo: gratuito

  • Durata della visita: 30 minuti

  • Come arrivare: metro linea 1, fermata Toledo 

Base navale della Marina Militare e Molo San Vincenzo

Molo di San Vincenzo nel Porto di Napoli

Partendo dalla Galleria Umberto I, è il momento di camminare per 10 minuti verso la seconda tappa del nostro viaggio, nonché simbolo della serie televisiva: l’Istituto Minorile che ospita gli amatissimi protagonisti della serie. Sebbene nella fiction si faccia riferimento all’Istituto Penitenziario Minorile di Nisida (IPM), le scene del carcere di Mare fuori non sono girate sull’isola Flegrea, bensì presso la Base navale della Marina Militare, situata in via Acton a Napoli.

Presente in tutti gli episodi di Mare Fuori, con il suo Molo San Vincenzo è il luogo ideale per godere di una passeggiata di circa 4 chilometri sul mare, ammirando da una prospettiva inedita il Golfo napoletano e ripercorrendo le tappe e la storia di un luogo che per anni è stato un punto nevralgico della città. La Base navale era, infatti, l’antica sede della Real Marina del Regno delle due Sicilie, luogo in cui si varavano le navi e si costruivano i cannoni.

Spingetevi fino al Faro, noto come la Lanterna del Molo, e raggiungete l’estremità del Molo, dove sorge la statua di San Gennaro, a difendere la città dal Vesuvio e dal mare. Nelle scene del carcere, dedicate alle attività all’aria aperta dei ragazzi, scorgete sullo sfondo il porto di Napoli e il maestoso Maschio Angioino, in Corso Vittorio Emanuele III: una sosta allo storico castello medievale e rinascimentale è d’obbligo.

Quando: stagione 1, 2 e 3

Informazioni utili per la visita al Molo San Vincenzo

  • Orari: ogni sabato 1° turno 11:00, 2° turno 12:00, prenotazione obbligatoria tramite il form online.

  • Costo: gratuito

  • Durata della visita: circa 50 minuti

  • Come arrivare: metro linea 1 fermata Piazza Municipio, partendo dalla Stazione Toledo. 

Giorno 2

Pontile di Bagnoli

Vista sul mare di Napoli

Il secondo giorno di tour inizia dal Pontile di Bagnoli, lo stesso che avete visto nell’episodio 1 della stagione 3 di Mare Fuori, sul quale passeggiano Ciro e sua sorella Rosa ricordando l’infanzia. La struttura, realizzata negli anni ‘60 per consentire l’attracco delle navi e lo scarico delle materie prime - utili allo stabilimento siderurgico Italsider ormai chiuso - è lunga quasi un chilometro e vi regala un panorama splendido sul golfo di Pozzuoli, sulle isole Procida e Ischia, su Capo Miseno e sull’isolotto di Nisida.

Un particolare da vedere è l’opera dello scultore Giancarlo Neri, soprannominata “Pasqualone”, un totem realizzato con materiali di scarto dell’ex-acciaieria, collocato all’inizio della banchina, sulla destra. Potete raggiungere il Pontile di Bagnoli, in via Coroglio, tutti i giorni: dalla centrale piazza Garibaldi vi basta prendere la linea metro L2, stazione Bagnoli oppure optare per la Cumana, fermata Bagnoli.

Quando: episodio 1, stagione 3

Protagonisti: Ciro e Rosa

Informazioni utili per la visita al Pontile di Bagnoli

  • Orari: tutti i giorni dalle 9:00 alle 14:00

  • Costo: gratuito

  • Durata della visita: circa 30 minuti

  • Come arrivare: metro linea 2, stazione Bagnoli-Agnano Terme partendo da piazza Garibaldi 

I vicoli di Napoli

Vicolo nel centro storico di Napoli

Dal Pontile, la seconda giornata napoletana è interamente dedicata all’esplorazione dei vicoli del centro storico, tra cui perdersi incantati. Nella serie fanno da sfondo a molti episodi della terza stagione, soprattutto grazie a Gaetano, detto O’Pirucchio, che si sposta da casa al luogo di lavoro, la pizzeria Capasso a Porta San Gennaro.

Napoli è conosciuta in tutto il mondo per la miriade di vicoletti e viarielli, cuore pulsante della città. Camminate tra lo sventolio del bucato steso ad asciugare sui fili, i panieri calati dai piani alti, gli schiamazzi delle botteghe e il profumo di caffè sul fuoco, immersi nell’autentico folclore napoletano, tra i suoi odori e colori.

Quando: stagione 1, 2 e 3

Informazioni utili per la visita tra i vicoli di Napoli

  • Come arrivare: metro linea 1, stazione Duomo

Giorno 3

Lido Don Pablo ad Ischitella

Vista sul mare dal Lido Don Pablo a Ischitella

Per il terzo giorno vale la pena affittare una macchina per raggiungere la provincia di Caserta, più precisamente Castel Volturno, in località Ischitella. Dopo 40 minuti di tragitto, arriverete al Lido Don Pablo, lo stesso luogo dell’episodio 3 della stagione 3, quello in cui Filippo e Naditza trovano lavoro al piano bar, dopo che lui le dedica una canzone d’amore, improvvisando alla pianola.

Il lido è immediatamente riconoscibile grazie ai suoi tavolini colorati e al caratteristico affaccio sul mare. Approfittatene per fare un bagno rigenerante oppure surf: grazie al mare cristallino, alle dune di sabbia e al clima ventilato sarà un’esperienza unica.

Quando: episodio 3, stagione 3

Protagonisti: Filippo e Naditza

Informazioni utili per la visita al Lido Don Pablo

  • Orari: tutti i giorni

  • Come arrivare: in auto circa 40 minuti dal centro di Napoli 

Piscina Mirabilis, Villa Mirabilis e lo Schiacchetiello

Capo Miseno nella Penisola flegrea

Ultime tappe tornando verso la città: l’elegante Villa Mirabilis e Bacoli. È qui che, nell’episodio 1 della stagione 3, Filippo, detto Chiattillo, sorprende la sua fidanzata Naditza, portandola a pranzo nel ristorante che affaccia sul famoso Schiacchetiello, insenatura paradisiaca di fronte all’isolotto di Punta Pennata, oggi riserva marina all’interno del Parco Regionale dei Campi Flegrei.
Non perdete poi, a otto minuti a piedi di distanza, la “Cattedrale dell’acqua di Bacoli”, ovvero la meravigliosa Piscina Mirabilis, in via dei Campi Elisi, monumentale cisterna romana, fatta di archi e colonne, che vede protagonisti Ciro e Rosa nel finale di stagione.

Quando: episodio 1, stagione 3

Protagonisti: Filippo e Naditza

Informazioni utili per la visita alla Piscina Mirabilis

  • Orari: ogni venerdì, sabato e domenica alle 10:00 - 12:00 - 14:00 - 15:00, prenotazione obbligatoria tramite il form online

  • Costo: 8 € (intero), 6 € (ridotto), gratuito (determinate categorie)

  • Durata della visita: circa 45 minuti

  • Come arrivare: in auto circa 45 minuti dal centro di Napoli

La Gaiola

Isola la Gaiola in Campania

Il viaggio alla scoperta dei luoghi di Mare Fuori si conclude raggiungendo l’ultima tappa dopo 40 minuti di tragitto in auto, che valgono il viaggio.

Eccoci arrivati all’isola la Gaiola, tesoro nascosto di incredibile suggestione. Questo è il luogo in cui Gaetano viene ucciso da Mimmo, nella puntata 5 della stagione 3.

La scena ha stravolto il pubblico, ma lo ha anche incantato per la bellezza della location: un parco sommerso dall’incredibile fascino a Posillipo, poco distante dal centro.

Quando: Episodio 5, stagione 3

Protagonisti: Gaetano e Mimmo

Informazioni utili per la visita all’Isola La Gaiola

  • Orari: tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:00, prenotazione obbligatoria tramite il form online

  • Costo: gratuito

  • Come arrivare: in auto circa 40 minuti dal centro di Napoli 

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.