Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Monterosso al Mare

Panoramica

Monterosso al Mare: in vacanza tra comfort e natura

Monterosso al Mare è la porta delle Cinque Terre, quel tratto della Riviera Ligure di Levante inserito dall’Unesco nella lista dei luoghi Patrimonio dell’Umanità, per la capacità dell’uomo di interagire rispettosamente con il paesaggio, onorandolo in tutta la sua grandiosa bellezza.

Il borgo di Monterosso è il più grande dei 5 che compongono le Cinque Terre ed è l’unico a vantare ampie e splendide spiagge di facile accesso.
L’ideale per una vacanza in famiglia, a stretto contatto con la natura.

 

Sulla sensuale spiaggia di Fegina

Il fascino delle Cinque Terre deve molto al suo territorio impervio. A Monterosso la natura è ugualmente incontrastata, ma tra i 5 borghi della celebre costa è l’unico a vantare un’ampia e comoda spiaggia di sabbia. Si tratta di Fegina, definita dall’autorevole rivista statunitense Forbes “una delle 25 spiagge più sexy del mondo”.

Partendo dalla stazione ferroviaria, vi risulterà comodissimo scendere pochi gradini per trovarvi un posto al sole, sul tratto libero o servito dagli stabilimenti balneari. Siamo nell’area marittima del Parco delle Cinque Terre e l’acqua, grazie a un’attenta tutela, sorprende per la sua tonalità di un azzurro brillante.
Il litorale è di sabbia mista a ciottolini.
I bambini sono a loro agio, i genitori possono rilassarsi sui lettini. Al limitare del lungomare di Fegina potrete invece sostare sulla scogliera sotto la torre Aurora

Poco oltre c’è la piccola Spiaggia della Stazione e alla fine del lungomare, puntando verso Levante, potete incontrare la Spiaggia del Gigante: la si riconosce dalla grande statua di 14 metri che la sovrasta, raffigurante il dio Nettuno.
Subito dopo il Circolo Velico, bastano pochi passi per raggiungere la Spiaggia del Portiglione.

 

Sulle orme di un grande poeta: Eugenio Montale

Leggete le poesie I limoni e Punta del Mesco, nella raccolta Ossi di Seppia dell’immenso poeta italiano e premio Nobel per la letteratura Eugenio Montale, genovese. Coglierete in questi versi tutta la meraviglia di Monterosso al Mare, i suoi suoni e profumi, le liriche suggestioni paesaggistiche. Perché Montale ha trascorso fin dall’infanzia le sue vacanze qui, nella residenza estiva di famiglia in stile liberty.

Si chiama Villa delle Due Palme, anche se lui la ricorda con il nome di Pagoda Giallognola. Si erge sulle prime pendici del Mesco, lungo il litorale di Fegina, e attorno è stato ideato l’itinerario del Parco Letterario Eugenio Montale.

La dimora è oggi proprietà privata e ospita in parte una struttura ricettiva, ma potrete ammirarla dall’esterno e soprattutto avrete l’occasione di partecipare a una delle passeggiate organizzate dall’Istituzione del Parco Letterario.

Le casette colorate del borgo e i suoi monumenti, la vegetazione e i panorami vi appariranno in un’ottica diversa, come un esaltante racconto tra cultura e natura.

 

A zonzo nel borgo

È un piacere gironzolare nei carruggi, come sono chiamate le piccole vie delle località liguri. Tra scalinate e piazzette si susseguono nel borgo antico botteghe di specialità alimentari, focaccerie, bar e ristoranti.
Visitate con calma la Chiesa di San Giovanni Battista dalla facciata decorata a strisce bianche e nere e la seicentesca Chiesa di San Francesco con annesso il Convento dei Cappuccini. Ammirate i preziosi dipinti all’interno, poi uscite e ammirate: da qui si apre un grandioso panorama su tutta la costa delle Cinque Terre.

 

5 suggerimenti per un soggiorno indimenticabile a Monterosso al Mare

Monterosso è il perfetto punto di partenza o di arrivo per una visita alle Cinque Terre.

Il primo consiglio è quello di lasciare la macchina e da Monterosso al Mare muoversi con il treno che percorre la costiera. Comodo, economico, ecologico e panoramico. In alternativa: camminate lungo i sentieri tracciati.

Suggestiva una visita al Santuario di Nostra Signora di Soviore in collina, dove si può anche pernottare e prenotare un tavolo al ristorante. Per chi se la sente, raggiungerlo a piedi attraverso un meraviglioso e breve sentiero dal borgo è il massimo. Soggiornare in un agriturismo in altura, immersi nel silenzio e nella vegetazione, può essere un’ottima idea. E poi recatevi al molo per programmare una gita al mare tra le meraviglie del Golfo dei Poeti.

Recensioni
Recensioni
()
Monterosso al Mare

19016 Monterosso al Mare SP, Italia

Sito Web

Ti potrebbe interessare

Esplora i dintorni

Nelle vicinanze