Salta il menu

Sito Paleolitico di Notarchirico

Panoramica

Il sito Paleolitico ha un’età compresa tra i trecentomila e i quattrocentomila anni e rappresenta una delle più complete sequenze dell’Acheuleano Medio italiano, periodo preistorico appartenente al Paleolitico inferiore. I risultati delle ricerche condotte in questo sito sono sorprendenti: sono stati portati alla luce diversi livelli distinti tra loro su cui l’uomo ha lasciato il suo passaggio. Man mano, negli strati indagati sono stati rinvenuti numerosi resti di fauna preistorica, tra cui una vertebra e un frammento di mandibola di elefante, vari cervidi e resti di Bos e Bison. Gli studi su questo sito sono stati condotti tra gli anni Cinquanta e Settanta dall’Istituto Italiano di Paleontologia Umana e del Museo di Antropologia di Monaco e, in seguito, dallo stesso Istituto insieme alla Soprintendenza Speciale al Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini". Nel corso delle indagini avviate nel 1988 è stato ritrovato un cranio di Elephas antiquus insieme al più antico resto umano finora rinvenuto nell’Italia Meridionale: un femore umano frammentario, ampiamente fossilizzato, attribuito a una donna adulta di specie Homo erectus.
Sito Paleolitico di Notarchirico
SP168, 85029 Venosa PZ, Italia

Ti potrebbe interessare

Arte e cultura
Centro storico - Matera, Basilicata

Basilicata, una fuga dallo stress quotidiano alla riscoperta della bellezza

Musei e monumenti
Il Castello di Melfi, in Basilicata, fortezza-guida del Medioevo

Il Castello di Melfi, in Basilicata, fortezza-guida del Medioevo

Natura
Basilicata-Lucania: due nomi per un’unica storia da raccontare e una memoria unica da riscoprire

Basilicata-Lucania: due nomi per un’unica storia da raccontare e una memoria unica da riscoprire

Tour e esperienze
Basilicata a pieni polmoni

Basilicata a pieni polmoni

Enogastronomia
Basilicata: i croccanti peperoni “cruschi” di Senise

Basilicata: i croccanti peperoni “cruschi” di Senise

Città d'arte
Matera, la meravigliosa Città dei Sassi Patrimonio dell'Umanità

Matera, la meravigliosa Città dei Sassi Patrimonio dell'Umanità

Città d'arte
punti panoramici matera

Punti panoramici di Matera per uno spettacolare colpo d’occhio sui Sassi

Arte e cultura
Basilicata coast to coast: l’itinerario perfetto per scoprire la regione

Basilicata coast to coast: l’itinerario perfetto per scoprire la regione

UNESCO
1165891877

Matera, la città dei Sassi e delle chiese rupestri Patrimonio UNESCO

Mare
Maratea, la perla del Tirreno per chi ama l’arte sacra

Maratea, la perla del Tirreno per chi ama l’arte sacra

Enogastronomia
Meravigliosa Basilicata, culla di antichi sapori mediterranei

Meravigliosa Basilicata, culla di antichi sapori mediterranei

Enogastronomia
Miele lucano: i vari tipi del dolce nettare della Basilicata

Miele lucano: i vari tipi del dolce nettare della Basilicata

Enogastronomia
Pane di Matera

Il Pane di Matera

Cicloturismo
in-ebike-parco-della-murgia-hero

Cosa vedere nella Murgia materana in e-bike per scoprire le chiese rupestri

UNESCO
Le antiche Faggete, foreste primordiali italiane e tempio della natura

Le antiche Faggete, foreste primordiali italiane e tempio della natura

Divertimento
Basilicata, il Volo dell’Angelo: sospesi tra cielo e terra

Basilicata, il Volo dell’Angelo: sospesi tra cielo e terra

Enogastronomia
storia del peperone crusco

La regione Basilicata attraverso la pizza di Franco Pepe

Mare
Maratea

Maratea

Enogastronomia
Delizie lucane: l’Olio Extravergine d'oliva della Basilicata

Delizie lucane: l’Olio Extravergine d'oliva della Basilicata

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.