Salta il menu
Borghi
Molise

Fornelli, nel borgo delle Torri, dell’Olio e della bellezza

2 minuti

È uno dei Borghi più Belli d’Italia, ha una cinta muraria quasi intatta e sorge su un colle con vista sulla splendida campagna molisana.
Fornelli è una gioia per gli occhi, con il suo dedalo di stradine, le casette in pietra e un cielo blu che sembra disegnato. Una gita di un giorno vi porterà in un’atmosfera agreste e fuori dal tempo. 

Un tour nel paese delle Sette Torri

panorama di fornelli

Adagiato nella placida provincia di Isernia con quasi 2000 abitanti, arroccato a 530 metri di altezza e circondato da boschi, campi coltivati e fossati, Fornelli è un’oasi tranquilla da visitare a passo lento.
Qui, ci sono tre profili urbanistici collegati: i due più antichi, quello con la Chiesa Madre, il Palazzo e le Sette Torri, di epoca normanna e angioina, e quello delle antiche mura difensive alle quali si accede da una porta, un tempo completata da un ponte levatoio e un fossato. Il terzo è quello moderno che dal colle giunge fino a valle. 

Città dell’olio e di tartufi

raccolta olive

Il borgo molisano è anche Città dell’Olio, circondato da ulivi di grande qualità, dai quali si produce un olio fruttato e leggero.
Il territorio, però, è ricco anche di altri prodotti ricercati, quali i tartufi e legumi in via d’estinzione, coltivati lungo il fiume Vandra.

Rievocazioni storiche d’eccellenza

dettaglio mano cavaliere

Fornelli è anche scenario di diversi eventi a tema storico, tra i quali vi suggeriamo di non perdere le Giornate al Borgo, una rievocazione medievale che ogni anno ad agosto interessa vicoli e piazzette del paese.

Nel centro si susseguono sfilate con tanto di rullio di tamburi, squillo di trombe e figuranti in costumi d’epoca. Nei quartieri le botteghe e gli artigiani sono al lavoro, e potreste imbattervi in streghe, mangiafuoco, chiromanti e cavalieri del Palio che vi porteranno indietro nella storia.
Un salto nel passato che si replica anche durante un’altra rievocazione storica, ovvero l’atteso Palio della giostra. In quest’occasione, sei cavalieri sui loro cavalli si sfidano in un gioco di forza, per fare in modo che la propria contrada risulti vincitrice. Alla fine non manca l’Incendio al Castello, che rievoca in versione spettacolare la distruzione da parte dei Saraceni dell’intero borgo. 

La magnificenza dei monumenti di Fornelli

palazzo baronale

La meraviglia locale, ormai è chiaro, è quella di avere un centro storico ancora ben conservato.
Tra le cose da non perdere assolutamente c’è la chiesa Madre di San Michele Arcangelo con il suo campanile settecentesco e la statua di San Michele. La chiesa di San Pietro Martire ha subito gravi danni a causa del terremoto negli Anni 80, ma nonostante tutto ha ancora intatto il portale di epoca rinascimentale e le decorazioni dell’altare barocco.
Uno spettacolo è anche il Palazzo Baronale, che riprende la precedente struttura del castello Longobardo e le tre porte ancora intere: quella principale dalla quale si accedeva al borgo, quella del Castello e Porta Nova.

Ti potrebbe interessare

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.