Salta il menu

Quattro Castella

Panoramica

A Quattro Castella in Emilia Romagna tra Medioevo e natura incontaminata

Una gita a Quattro Castella, a pochi chilometri da Reggio Emilia? Ottima idea, soprattutto per gli amanti dei borghi medioevali ricchi di fascino e storia.

Circondato da quattro colli, Montevecchio, Bianello, Montelucio e Montezane e famoso per i quattro castelli, di cui oggi rimane ancora intatto il castello di Bianello, questo piccolo comune è un luogo di grande fascino. Situato sulle prime colline dell’Appennino reggiano offre una visuale sulla pianura circostante davvero mozzafiato.

Tra rievocazioni storiche e sagre a Quattro Castella

Programmate una visita a Quattro Castella durante l’ultima domenica di maggio, quando prende vita il celebre Corteo Storico Matildico, rievocazione della "reinfeudazione" di Matilde di Canossa per mano di Enrico V avvenuta ai piedi del Castello di Bianello nel maggio 1111.
Un vero spettacolo la sfilata finale con centinaia di comparse in costume d’epoca; fate attenzione ai protagonisti: Matilde e Enrico V infatti solitamente sono interpretati da personaggi dello spettacolo, della cultura e dello sport. 

Anche giugno regala grandi emozioni, precisamente durante il secondo weekend. Montecavolo infatti ospita la Sagra dal Scarpasoun, un evento gastronomico interamente dedicato all'Erbazzone Reggiano, la tradizionale torta rustica di verdure, cipolle e formaggio. Da leccarsi i baffi.

Infine, la terza domenica di ottobre il comune ospita la Fiera di Ottobre. Tra mercatini enogastronomici, bancarelle di hobbysti, luna park, mostre e spettacoli il divertimento è garantito per tutta la famiglia.

All'interno del Castello di Bianello

Castello, torre di avvistamento, dimora aristocratica. Interessante struttura architettonica, il  Castello di Bianello è testimone della sua evoluzione architettonica. 

La visita passa dalle cucine al salone barocco, fino ad arrivare, grazie ad una suggestiva scala a chiocciola nascosta nello spessore del muro alla torre medievale dove si trova l'acetaia. Interessante il dipinto che raffigura Matilde con in mano un fiore di melograno, simbolo della Chiesa. 

Qui, infatti risiedeva Matilde di Canossa. Nel castello ospitò Enrico IV penitente, prima dell'incontro del 1077, e vi soggiornarono anche papi e principi. Nel 1111 Matilde ricevette Enrico V, reduce dall'incoronazione a Roma, e fu da lui proclamata vicaria imperiale in Italia. Dopo la morte di Matilde, il castello rimase ai Canossa, per poi passare agli Estensi, duchi di Modena e Reggio Emilia, nel 1814, e nel 2002 fu acquistato dal Comune di Quattro Castella. 

Il castello è accessibile solo con visita guidata, con partenza ogni ora dal bookshop. 
Il prezzo del biglietto è di 6 euro ( 3 euro per il ridotto) e gratuito per i bambini fino ai 12 anni.

Oltre il castello c’è di più

Alle spalle di Quattro Castella si trova invece l’Oasi del Bianello, zona di protezione della flora e della fauna che si estende su tutti e quattro i colli.
L’Oasi può essere visitata solo percorrendo i due sentieri: il primo permette di arrivare al Castello di Bianello attraverso il bosco di querce,mentre il secondo, partendo dal centro visite nel Borgo di Monticelli, conduce al Colle Zagno e al Colle Lucio.

Per chi invece vuole proseguire alla scoperta delle terre di Matilde di Canossa, può visitare quello che rimane del Castello di Canossa, luogo dove si è verificato l’episodio passato alla storia come “L’umiliazione di Enrico IV”, per poi proseguire verso il Castello di Rossena. 

Quattro Castella

42020 Quattro Castella RE, Italia

Sito Web

Ti potrebbe interessare

Arte e cultura
Bologna delle Acque

Bologna delle Acque

Città d'arte
Rimini tra l’antica Roma e lo splendore del Rinascimento

Rimini tra l’antica Roma e lo splendore del Rinascimento

Arte e cultura
Cento: piccola capitale di confine

Cento: piccola capitale di confine

Arte e cultura
I Farnese a Piacenza

I Farnese a Piacenza

Arte e cultura
Presepe della Marineria, Cesenatico - Emilia-Romagna

Emilia-Romagna, dove ospitalità, divertimento e buona cucina vi sedurranno

UNESCO
A Modena, fra capolavori artistici e gastronomici

A Modena, fra capolavori artistici e gastronomici

Musei e monumenti
Photo by: wwikiwalter

Castelli del Ducato nel piacentino e parmense

Musei e monumenti
Photo by: Archivio Comune Parma

Emilia Romagna: le statue parlanti di Parma

Arte e cultura
Photo by: Renzo Favalli

A Ravenna per un giorno, sulle tracce del Dante contemporaneo

UNESCO
Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Enogastronomia
Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Città d'arte
Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Enogastronomia
Parma

Musei del cibo di Parma

Musei e monumenti
Una sala del Museo Ferrari - Maranello, Emilia Romagna. Photo by: ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, licenza CC BY-NC-SA <https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it>

Musei Ferrari: da Modena a Maranello, in viaggio con le “rosse”

Città d'arte
Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Spiritualità
Ghetto ebraico in Romagna

Itinerario ebraico: in Romagna tra ghetti e sinagoghe

Città d'arte
Ferrara

In viaggio a Ferrara, ore preziose a passeggio nella storia

Cicloturismo
Ravenna

Emilia Romagna, pedalando tra arte e cultura

Spiritualità
Emilia Romagna, la via Francigena si fa cultura

Emilia Romagna, la via Francigena si fa cultura

UNESCO
I Portici di Bologna, a passeggio nella storia

I Portici di Bologna, a passeggio nella storia

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.