Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Sport

Valle d’Aosta

Rafting in Valle d’Aosta: brividi e adrenalina lungo la Dora Baltea

15 luglio 2022

Forse non ci avevate mai pensato, ma il fiume Dora Baltea, che attraversa la Valle d’Aosta toccando molte delle località più conosciute, grazie ai suoi repentini cambi di corrente è un paradiso per gli amanti del rafting. Tra rapide, salti e cascate praticare questa disciplina lungo il suo corso è impegnativo ed esilarante.

1. È il Colorado d’Europa

Tenetevi forte, dunque, perché quello che state per scendere è il Colorado d’Europa,  che rende il rafting in Valle d’Aosta un’esperienza impetuosa e adrenalinica.

La Dora Baltea ha origine glaciale e gode di una notevole portanza d’acqua: correndo a valle prende velocità, cambiando più volte il suo normale corso.

Attenzione, su 17 chilometri navigabili sono parecchi i tratti consigliabili soltanto a chi ha esperienza e prontezza di riflessi. Per buona parte del suo corso però è un fiume docile e semplice da navigare. Starà ai centri specializzati scegliere per voi il percorso più adatto.

2. Rafting, istruzioni per l’uso

Se fate parte degli absolute beginner che si apprestano a fare la loro prima esperienza di rafting, ecco qualche informazione per voi. Si tratta di una disciplina  arrivata negli anni 80 in Italia, dopo essere diventata popolare negli anni 50 in America:  consiste nel seguire il corso di un fiume, più o meno impetuoso, a bordo di un gommone chiamato raft.

A rendere ancora più iconica l’esperienza con il rafting è il suo carattere sociale:  permette di creare condivisione vivendo l’esperienza assieme ad altri partecipanti o anche di godersi la discesa assieme a familiari e amici.

Il centro che vi seguirà nell’escursione, vi fornirà anche l’abbigliamento da indossare che consiste in muta, casco, giacca antiacqua, ma anche calzari e pagaia. Su ogni gommone possono salire da 4 a 7 persone, inclusa la guida.

E se con gli amici l’esperienza del rafting saprà regalarvi momenti indimenticabili, non appendete la muta al chiodo se avete famiglia e bambini.

In Valle d’Aosta esistono infatti anche percorsi dedicati a giovanissimi: in questo caso il consiglio è di affidarsi al Family Rafting, con un programma adatto a tutti, anche a coloro che vogliono godersi l’avventura senza troppe palpitazioni.

3. Pagaiare tra paesaggi incontaminati

La Valle d’Aosta che ammirerete lungo la Dora Baltea è un incanto di torrenti alpini, che oltre a tratti placidi riservano scivoli naturali, discese improvvise e rapide.

Qui si possono praticare, oltre al rafting, anche altri sport d’acqua, dalla canoa al kayak, passando per l’hydrospeed, disciplina in cui ci si lascia trasportare dalla corrente grazie a una sorta di tavoletta, stabilendo un contatto più ravvicinato con l’acqua.

Il periodo migliore per dedicarsi a queste discipline, va da aprile a settembre.