Salta il menu

Museo Stefano Bardini

Panoramica

A partire dal mese di febbraio 2020, il Palazzo Mozzi Bardini, che sovrasta l’antico Ponte alle Grazie, ospita la Direzione Regionale dei Musei della Toscana, la Segreteria Regionale del Ministero per i Beni, le Attività Culturali e per il Turismo. Attualmente il Museo e la Galleria all’interno della struttura sono soggetti a ristrutturazione e, pertanto, non sono accessibili al pubblico. Questo edificio è stato edificato tra il 1266 e il 1273 ed è stato abitato da alcune delle più ricche e potenti famiglie di Firenze durante il periodo tra il Duecento e il Trecento, tra cui i Mozzi, che lo hanno usato come dimora per illustri uomini politici, condottieri, Papa Gregorio X e Piero d’Angiò. Tuttavia, a causa di difficoltà finanziarie, i Mozzi furono costretti a vendere le loro proprietà, che passarono ai Bardi e ai Nasi. La casata tornò in possesso della proprietà nel 1551, ampliando la sua area fino a Porta San Giorgio. Nel Settecento, il Palazzo subì una profonda ristrutturazione, progettata da Gasparo Maria Paoletti. Negli anni successivi, a seguito dell’estinzione della famiglia e dei rovesci economici, il Palazzo fu acquistato dalla Principessa Russa Vanda Carolath von Beuthen, per poi essere venduto nel 1913 a Stefano Bardini, noto mercante fiorentino. A partire da quel momento, l’edificio divenne un prezioso contenitore di numerose opere d’arte, circa 30.000, tra terrecotte, stucchi, stemmi, mobili, armi, frammenti architettonici e dipinti. Nel 1965, a seguito della morte dell’unico erede di Stefano Bardini, Ugo Bardini, la struttura rimase nuovamente abbandonata fino al 1997, quando lo Stato Italiano acquisì l’eredità Bardini e iniziò i lavori di restauro, tuttora in corso. La facciata del Palazzo, che presenta uno stemma dei Mozzi, è stata modificata nel corso dei secoli. Essa rappresenta una quinta scenica alla piazza che porta il nome della famiglia Mozzi, con una facciata severa e lunga a piccole bozze squadrate interrotta al centro dalla torre merlata e segnata al piano terreno da una successione di fornici, come era consuetudine nell’immagine che si aveva del Medioevo tra l’Ottocento e il Novecento.

Museo Stefano Bardini
Via dei Renai, 37, 50125 Firenze FI, Italia
Chiama +390552342427 Sito Web

Ti potrebbe interessare

UNESCO
1175434156

Il centro storico di Firenze, tra i più belli al mondo

Arte e cultura
Città d’arte, paesaggi da sogno e buon cibo: la Toscana è il sogno di ogni turista

Città d’arte, paesaggi da sogno e buon cibo: la Toscana è il sogno di ogni turista

Arte e cultura
Caffè storici di Firenze

Caffè storici di Firenze

Città d'arte
1145040590

Alla scoperta di Firenze, la città simbolo del Rinascimento

Città d'arte
479035945

Cosa vedere a Firenze in due giorni

Shopping e mercati
A passeggio per Firenze, tra arte moderna, moda e artigianato

A passeggio per Firenze, tra arte moderna, moda e artigianato

Tour e esperienze
857440936

8 esperienze per vivere Firenze in modo alternativo

Arte e cultura
Dostoevskij a Firenze: itinerari, luoghi e libri

Dostoevskij a Firenze: itinerari, luoghi e libri

Enogastronomia
Photo by: Flavia Cori

Street Food alla toscana

Enogastronomia
Toscana, terra di vini e piatti eccellenti

Toscana, terra di vini e piatti eccellenti

Shopping e mercati
Bottega orafa di Ponte Vecchio

I gioiellieri su Ponte Vecchio, prezioso tesoro nel cuore di Firenze

Tour e esperienze
Toscana in auto tra natura, arte e sapori unici

Toscana in auto tra natura, arte e sapori unici

Artigianato e design
L’artigianato in Oltrarno, itinerario nella Firenze più autentica

L’artigianato in Oltrarno, itinerario nella Firenze più autentica

Sport
Ciclisti in una tratto turistico della Toscana

Toscana, in bicicletta nel senese tra vini e acque termali

Musei e monumenti
Parchi e giardini a Firenze

Parchi e giardini a Firenze

Sport
MotoGP Mugello 2023, l’evento italiano di punta del Motomondiale

MotoGP Mugello 2023, l’evento italiano di punta del Motomondiale

Enogastronomia
Toscana, genio, arte e creatività a tavola

Toscana, genio, arte e creatività a tavola

Siti storici
San Gimignano

San Gimignano, la città delle 14 torri

Artigianato e design
Carrara: la perla marmorea

Carrara: la perla marmorea

Spiritualità
La via Francigena toscana, dove il tempo sembra essersi fermato

La via Francigena toscana, dove il tempo sembra essersi fermato

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.