Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Spostamenti

Voli Interni

Viaggiare in aereo in Italia è facile, grazie ad un'ampia offerta di voli e di vettori presenti sul territorio. I collegamenti tra le città sono numerosi così come sono frequenti i servizi da Roma e Milano verso tutti gli altri aeroporti italiani. L’ampia rete di collegamenti, inoltre, unisce la penisola con la Sicilia e la Sardegna e con le isole minori. Vi sono in Italia circa quaranta aeroporti di medie e piccole dimensioni, presenti in tutte le regioni italiane (tranne in Molise e in Basilicata).

I principali vettori italiani sono:

ITA: www.ita-airways.com 

Air Dolomiti: www.airdolomiti.it

Neos: www.neosair.it

In Treno

Una capillare rete ferroviaria ti consentirà di raggiungere anche le località più remote d’Italia, dalle destinazioni balneari alle cime montane, attraverso paesaggi e scenari unici. Puoi contare sui collegamenti veloci tra le grandi città (Roma/Milano in poco più di 3 ore) per spostarti in modo confortevole, usufruendo di numerosi servizi di bordo come free wi-fi, ristorazione, assistenza disabili, accompagnamento bambini, trasporto animali e biciclette.

Programma i tuoi spostamenti, per turismo o lavoro, scegliendo fra più di trecento collegamenti giornalieri proposti dalle due compagnie operanti in Italia: Trenitalia e Italo Treno (NTV).

I biglietti possono essere acquistati on-line sui siti delle due compagnie, presso le agenzie di viaggio o le biglietterie delle stazioni ferroviarie.

Prima di salire sul vagone, verifica se è necessario timbrare il tuo biglietto in una delle macchinette presenti in stazione.

Oltre all’alta velocità, esistono linee minori che consentono di raggiungere in maniera capillare l’intero territorio italiano, inclusi i piccoli centri.

In Pullman

I pullman di linea collegano in modo capillare tutte le destinazioni italiane, dalle grandi città ai borghi. I loro itinerari inevitabilmente incrociano paesaggi e scenari unici, di mare o di montagna, unendo i tanti piccoli gioielli disseminati in ogni angolo d’Italia. È sempre preferibile prenotare il posto in anticipo online, telefonicamente o presso i rivenditori autorizzati.

In Auto

In Italia è riconosciuta la Patente Europea.

I cittadini che provengono da Paesi extracomunitari devono essere in possesso di un permesso internazionale di guida (IDP).

Per muoverti liberamente puoi noleggiare un’automobile, ma ti conviene informarti in anticipo sui requisiti richiesti dalle varie agenzie. L'età, solitamente, deve essere superiore ai 23 anni (talvolta ai 25), ma ci sono anche società che permettono il noleggio ai più giovani. Servono poi una carta di credito e la patente di guida.

Un'eccellente rete autostradale, indicata da una segnaletica di colore verde, attraversa le venti regioni italiane. Due autostrade principali collegano il Nord e il Sud Italia: l'Autostrada del Sole (la A1, che tocca Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli) e l'Adriatica (la A14, che collega Bologna, Ancona, Pescara, Bari e Taranto). Sulle autostrade è necessario pagare il pedaggio. Si possono utilizzare i contanti o la carta di credito. In alternativa, esistono metodi più rapidi, come le carte “Viacard” o il “Telepass”. La Viacard è una carta magnetica che può essere utilizzata nei varchi automatici e manuali, o eventualmente consegnata al casellante. Il Telepass è il sistema automatico di pagamento più pratico e veloce, basato sul riconoscimento elettronico a distanza e l’addebito della tariffa a carico dell’utente: consente di pagare senza fermarsi al casello ed evitando eventuali file.

Per qualsiasi informazione relativa alle condizioni climatiche, ai costi dei pedaggi o al traffico si può fare una sosta ai “Punti Blu”, situati su tutti gli snodi autostradali, contattare il sito ufficiale della Società Autostrade o telefonare al Call Center Viabilità 840-042121, operativo 24 ore su 24.

Un’alternativa alle autostrade è la fitta rete di strade statali, indicate da una segnaletica di colore blu. Esenti da pagamento, ad una o due corsie, sono percorsi secondari che spesso offrono panorami e scorci bellissimi, che non possono essere ammirati dall'autostrada: sono meno rapidi, ma rendono il viaggio decisamente più interessante.

Per informazioni: www.autostrade.itwww.aci.it

Rifornimenti

Il territorio italiano dispone di una fitta rete di impianti per la distribuzione della benzina (senza piombo, diesel) e del gas (gpl o metano) sia sulla rete autostradale che sulle strade secondarie. Lungo le autostrade principali e in diversi centri abitati - non necessariamente i più grandi - oggi puoi trovare le colonnine per la ricarica rapida di veicoli ibridi o elettrici.

Soccorso Stradale

In tutte le ore del giorno per gli automobilisti in emergenza, l'assistenza è garantita dall'Automobile Club d'Italia (ACI), una Federazione di 106 Automobile Club Provinciali, che rappresenta e tutela gli interessi dell'automobilismo italiano. Puoi contattare il numero 803.116, o visitare il sito ufficiale dell'ACI.

Sosta

Le aree di parcheggio nelle grandi città sono delimitate da strisce di vario colore: usualmente le strisce bianche indicano parcheggi liberi, quelle gialle parcheggi riservati (disabili, taxi…), mentre quelle blu indicano parcheggi a pagamento, la cui tariffa varia a seconda della città e, in alcune città, a seconda della zona.Verifica le informazioni riportate sui cartelli e sulle colonnine di pagamento per conoscere gli orari e i giorni in cui è obbligatorio pagare per la sosta, nonché il costo orario della stessa.

Ztl

Molti centri abitati hanno limitato l’accesso delle auto al centro, con l’attivazione di aree ZTL (Zona a Traffico Limitato) ad orario. Questo significa che negli orari in cui i varchi sono attivi non si può accedere ad alcune vie e piazze, a meno che non si posseggano specifici permessi. La gestione dei giorni e degli orari di divieto varia di città in città, ma le segnalazioni sono sempre evidenti e rendono immediatamente comprensibile la possibilità o meno di entrare in una determinata area cittadina. Di norma sono disabilitate nei week-end, ma è bene verificare sempre in base al luogo in cui ti trovi quali sono le regole.

Regole di Guida

Si guida tenendo la destra e si sorpassa a sinistra.

È obbligatorio, per tutti i veicoli a motore, accendere le luci anabbaglianti, di posizione e della targa, in qualsiasi strada extraurbana ed in autostrada, anche di giorno. In città hai la facoltà di scegliere se tenerle accese o meno. L'obbligo di accendere le luci è invece valido anche in città per tutti i veicoli a due ruote (ciclomotori e motocicli).

Il clacson non va usato nei centri abitati, se non per emergenze.

Tram e treni hanno la precedenza.

L'uso delle cinture di sicurezza, anteriori e posteriori (quando presenti) è obbligatorio: le sanzioni possono essere applicate sia al guidatore che ai passeggeri.

Sulle strade con carreggiata a due o più corsie, devi occupare la corsia libera più a destra; la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso.

Quando arrivi ad un incrocio, salvo diversa indicazione, devi dare la precedenza alle autovetture provenienti da destra.

Il casco è tassativamente obbligatorio per chi guida ciclomotori e motociclette di ogni cilindrata.

I motocicli di cilindrata inferiore a 150 cc. non possono circolare sulle autostrade in nessun caso.

ALCOL E GUIDA

In Italia, il limite tollerato di alcool presente nel sangue per guidare è di 0,5 grammi per litro, in linea con quello previsto nel resto d'Europa.

Limiti di Velocità

Per far rispettare i limiti di velocità, sono installati numerosi controlli elettronici con autovelox e tutor, presenti lungo tutta la rete stradale e autostradale italiana.

Qui sotto trovi i limiti relativi ai diversi mezzi in base al tipo di strada percorsa.

Auto e Moto (oltre 150 cc di potenza):

aree urbane 50 km/h (31 mph);

strade extraurbane secondarie 90 km/h (56 mph);

strade extraurbane principali 110 km/h (68 mph);

autostrade 130 km/h (81 mph).

In caso di pioggia o neve, il limite scende a 110 km/h in autostrada e 90 km/h sulle strade extraurbane principali.

Auto con rimorchio o roulotte:

Nelle aree urbane, la velocità massima è di 50 km/h (31 mph);

sulle strade extraurbane secondarie di 70 km/h (44 mph);

sulle strade extraurbane principali di 70 km/h (44 mph);

sulle autostrade di 80 km/h (50 mph).

Autocaravan di peso superiore a 3,5 tonnellate, ma inferiore a 12 tonnellate:

aree urbane 50 km/h (31 mph);

strade extraurbane secondarie 80 km/h (50 mph);

strade extraurbane principali 80 km/h (50 mph);

autostrade 100 km/h (62 mph).

Equipaggiamento Obbligatorio

Su ogni veicolo devono essere sempre presenti il triangolo segnalatore e la gomma di ricambio. Kit di pronto soccorso ed estintore sono raccomandati.

È obbligatorio avere sul veicolo i giubbotti di sicurezza o le bretelle riflettenti che devono essere indossati da conducente e passeggeri fuori dai veicoli fermi sulla carreggiata, fuori dai centri abitati, di notte o in condizioni di scarsa visibilità. È inoltre obbligatorio indossarli quando si va a sistemare il triangolo dopo un guasto o se si scende dall'automobile ferma sulla corsia d'emergenza.

Assicurazione

Ad ogni veicolo circolante nel nostro paese deve corrispondere un'assicurazione di responsabilità civile. Per chi arriva dall'estero è raccomandata la carta verde: un'assicurazione che può essere stipulata anche alla frontiera, con validità di 15, 30, o 45 giorni.

Incidenti Stradali

In caso di incidenti stradali di lieve entità, le parti - se concordano sulla dinamica del sinistro e sulle responsabilità dello stesso - possono firmare la Constatazione Amichevole di Incidente, in dotazione su ogni automobile con i documenti assicurativi. Questa procedura velocizza i tempi di risarcimento verso chi ha ragione e non richiede l’intervento di forze dell’ordine .

Per situazioni più complesse, ti puoi rivolgere alla Polizia Comunale se la collisione si è verificata in un centro urbano o alla Polizia Stradale (chiamando il 113) se ti trovi in autostrada o su una strada extraurbana. È importante, specialmente se si ricorre alle forze dell’ordine, non muovere nulla sulla scena dell’incidente: i veicoli e i loro eventuali pezzi sparsi sulla carreggiata devono restare dove sono.

In Bicicletta

L'Italia è la destinazione perfetta per i cicloamatori, sia per la sua conformazione geografica che offre dislivelli alla portata di tutti con paesaggi irripetibili, sia perché nel nostro paese è possibile sfruttare altri mezzi di trasporto senza mai abbandonare la propria bicicletta. Le due ruote, infatti, si possono portare su tutti i treni contrassegnati da una grande icona di una bicicletta.

Puoi portare gratuitamente una sola bicicletta (smontata e contenuta in una sacca o una bici pieghevole opportunamente chiusa), sistemandola negli spazi previsti per i bagagli. Se non ci fosse abbastanza spazio, puoi sistemarla altrove, purché non sia d'intralcio o fastidio per gli altri clienti o per il personale di bordo. In ogni caso le dimensioni non devono essere superiori a cm. 80x110x45.

Se non possiedi una bici pieghevole e hai necessità di trasportare la tua bicicletta montata, informati presso la biglietteria per conoscere gli orari dei treni con servizio di trasporto bici e le tariffe eventualmente applicate.

Per informazioni: www.trenitalia.com

Tutti i traghetti e le navi offrono il trasporto gratuito delle biciclette.

Car Sharing | Bike Sharing

Nelle grandi città, ma anche in alcuni piccoli centri, troverai servizi di car-sharing, bike sharing, e di noleggio monopattini: un modo agile ed economico per fare spostamenti circoscritti.

In Autobus

Autobus e tram circolano quotidianamente nelle città italiane, collegando centri storici e periferie, e nei territori extraurbani, per raggiungere cittadine e paesi minori. Ricordati di acquistare il biglietto presso le rivendite autorizzate - corner ufficiali, edicole, bar - prima di salire a bordo. Il servizio è a grande frequenza dal lunedì al venerdì, con orari di fine servizio che variano per aree; nelle grandi città esiste il servizio notturno, con frequenza ridotta. Nel weekend diminuisce il numero di corse disponibili, ma si allunga la durata serale del servizio.

In Metropolitana

Milano, Roma, Napoli, Brescia, Torino, Catania e Genova: in queste città ti puoi muovere con la classica metropolitana sotterranea per spostamenti veloci. Altre città italiane possiedono linee di trasporto ferroviario o tranviario rapido di massa, affini alle metropolitane vere e proprie. Durante la settimana le corse sono costanti e terminano ad orari che variano di città in città; nei fine settimana il numero di corse e l’orario di fine servizio cambiano.

In Taxi

Per spostamenti veloci, soprattutto in città, il taxi rappresenta una valida opzione. Trovi questo servizio nelle città più grandi e nei centri turistici (con maggiore frequenza in alta stagione), ma anche nei borghi più piccoli grazie alla gestione via app.

In Italia i taxi autorizzati sono di colore bianco e devono avere la scritta 'Taxi' sul tettuccio. Devono poi essere dotati di tassametro che indica in tempo reale il costo della corsa a cui, a seconda dei casi, vanno aggiunti costi extra per bagaglio, giorni festivi, corse notturne, percorsi extraurbani (come nel caso di corse per gli aeroporti). Per prenotare un taxi bisogna recarsi nelle apposite aree, contraddistinte da linee gialle o da un cartello arancione, oppure telefonare ai numeri di radiotaxi, che variano da città a città.

È disponibile un numero unico a pagamento - 892192 - attivo su tutto il territorio nazionale, che smista le richieste ad oltre sessanta compagnie di radiotaxi, coprendo così circa il 70% dei mezzi disponibili sul territorio nazionale.

In alternativa sono molte le agenzie ufficiali di noleggio con conducente a cui rivolgerti per i tuoi spostamenti in città o di medio-lungo raggio.

Diffida sempre da chi ti ferma all’arrivo in città, in aeroporto o stazione, per proporti il servizio taxi: si tratta di persone non autorizzate che è bene evitare. In Italia i taxi hanno isole dedicate facilmente identificabili e gli autisti non vanno in giro ad acchiappare clienti.

Navigazione

Navi, aliscafi e traghetti collegano i porti distribuiti lungo tutta la costa italiana e sulle isole grandi e piccole del nostro Paese. Il servizio è disponibile tutto l’anno e, in base alla compagnia e al tipo di imbarcazione, è possibile imbarcare un mezzo di trasporto pagando un costo aggiuntivo. In molti casi puoi raggiungere le piccole perle del Mediterraneo per una gita in giornata. E se porti con te la bicicletta non devi pagare alcun extra!