Salta il menu

Politeama Sociale 1912

Panoramica

Al principio del XX secolo, a Sassuolo, il settecentesco teatrino ducale situato in piazza dell’Orologio (v. scheda Teatro Carani) fu distrutto. Di conseguenza, nel 1906, si formò una Società Cooperativa con l’intento di edificare un nuovo teatro. Apprezzando le richieste della cooperativa, la Giunta Comunale decise di concedere un’area già destinata al gioco delle bocce, in prossimità delle scuole pubbliche. Il progetto fu affidato all’ingegnere Gaetano Malatesta. Inizialmente, si pensò di realizzare un’arena all’aperto, in grado di ospitare spettacoli comici, equestri e di varietà, assai diffusi in quel periodo. Tuttavia, si preferì edificare un Politeama, una sala adatta a vari tipi di spettacolo, dalla lirica alla prosa, fino al varietà. Comunque , i lavori incontrarono notevoli difficoltà, economiche in particolare, per cui fu necessario l’intervento del Comune, che acquistò una buona quantità di azioni della cooperativa. L’inaugurazione ebbe luogo il 12 ottobre 1912 con Cavalleria Rusticana e I Pagliacci. Il teatro svolse la propria attività fino al 1935, quando fu definitivamente acquisito dal Comune e sottoposto a una prima trasformazione. Venne così adibito a Casa del Fascio, poi, dopo la Seconda Guerra Mondiale, a sala da ballo. Nel 1964 il Banco di S. Geminiano e S. Prospero diventò proprietario del teatro e tentò di trasformarlo in un centro per attività direzionali, ma il progetto non fu mai attuato. Al giorno d’oggi, il teatro è in gravi condizioni di degrado e ha perso gran parte della propria identità originaria. Si pensa che, durante la ristrutturazione del 1935, sia stato compiuto un intervento sui palchetti della galleria ed eliminato il palcoscenico. All’esterno, comunque, è ancora riconoscibile la sua funzione originale, in quanto l’edificio non ha subito modifiche significative. La facciata è costituita da due corpi laterali aggettanti con una terrazza e un fastigio curvilineo al centro. Le porte e le finestre presentano cornici con motivi floreali stilizzati, mentre le grate in ferro battuto sono caratterizzate da un motivo "a frusta", in uno stile Liberty sobrio ed essenziale. Purtroppo, sembra proprio che le decorazioni interne di Umberto Chicchi, costituite da motivi floreali stilizzati, sono andate perdute.

Al momento il Politeama non è fruibile, ma sarà oggetto di intervento di valorizzazione nell'ambito del PNRR.

Politeama Sociale 1912
Via Giovanni Andrea Farosi, 9, 41049 Sassuolo MO, Italia
Sito Web

Ti potrebbe interessare

Cicloturismo
Ravenna

Emilia Romagna, pedalando tra arte e cultura

Città d'arte
Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Musei e monumenti
Una sala del Museo Ferrari - Maranello, Emilia Romagna. Photo by: ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, licenza CC BY-NC-SA <https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it>

Musei Ferrari: da Modena a Maranello, in viaggio con le “rosse”

UNESCO
A Modena, fra capolavori artistici e gastronomici

A Modena, fra capolavori artistici e gastronomici

Relax e benessere
Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Relax e benessere
Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Divertimento
motor valley

Adrenalina pura tra storia e passione nella Motor Valley

Enogastronomia
Botti Aceto Balsamico

Aceto balsamico di Modena

Sport
Sestola, terra di discesisti e scalatori in sella

Sestola, terra di discesisti e scalatori in sella

Sport
Neve, sport e divertimento in Emilia Romagna: cosa fare, dove sciare

Neve, sport e divertimento in Emilia Romagna: cosa fare, dove sciare

Musei e monumenti
Museo Enzo Ferrari

Museo Enzo Ferrari

Arte e cultura
luigi ghirri emilia romagna

In Emilia Romagna si celebra la fotografia di Luigi Ghirri: gli eventi da non perdere

Natura
I paesaggi dell'Emilia Romagna

I paesaggi dell'Emilia Romagna

Enogastronomia
Parmigiano

Parmigiano Reggiano: l’eccellenza

Enogastronomia
Emilia-Romagna, dove la gastronomia è un impero dei sensi

Emilia-Romagna, dove la gastronomia è un impero dei sensi

Enogastronomia
Cappellacci

Emilia Romagna, esperienze da vivere nella terra dei sapori

Enogastronomia
Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Enogastronomia
Parma

Musei del cibo di Parma

Città d'arte
Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

UNESCO
Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.