Salta il menu

Museo del Risorgimento e dell'Età Contemporanea

Panoramica

Nel 1904, una mostra dedicata al contributo dei Faentini al Risorgimento italiano, presentata in precedenza all’Esposizione Regionale Romagnola di Ravenna, fu allestita in modo permanente in un locale annesso alla Pinacoteca comunale. Negli anni ’20, il museo fu momentaneamente chiuso per consentire un ampliamento dei locali della pinacoteca, ma una mostra sull’indipendenza italiana contribuì all’ampliamento con documenti e cimeli relativi alla Prima Guerra Mondiale. Nel 1929, il museo fu riaperto e allestito nei locali della Biblioteca dall’allora direttore Piero Zama. Nel 1960, fu aggiunta un’ulteriore raccolta di oggetti che testimoniavano la lotta di liberazione. Fino al 1975, il materiale rimase esposto al piano terra della Biblioteca, poi fu trasferito in un deposito esterno in attesa di una sede adeguata. Nel 2009, il museo trovò la sua sede definitiva in un’ala di Palazzo Laderchi, edificio che ha significativamente contribuito alla storia e allo sviluppo della città soprattutto durante il periodo risorgimentale. Questo nucleo principale del museo documenta l’età napoleonica fino all’Unità d’Italia, con stampe, fotografie, dipinti, proclami, locandine, armi, bandiere, uniformi e altri cimeli. La mostra comincia con la presentazione di documenti, fotografie e una bandiera restaurati nell’ultimo decennio grazie a finanziamenti dell’Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Faenza. In una saletta adiacente sono esposte alcune immagini dei protagonisti dell’Unità d’Italia, tra cui un interessante ritratto di Aurelio Saffi dipinto su maiolica da Angelo Marabini e un busto in terracotta di Giuseppe Mazzini realizzato da Domenico Baccarini. Nella “Galleria di Psiche”, ovvero il salone delle feste, sono visibili bandi, editti, documenti e ritratti a partire dal 1794 fino a Papa Pio VII. Qui si trova anche un busto in marmo bianco di Napoleone I dello scultore Raimondo Trentanove. Nell’ultima stanza, chiamata Sala Saviotti come il suo decoratore, sono in esposizione armi, documenti, quadri e cimeli vari inerenti a personaggi ed eventi accaduti a Faenza nella prima metà d’Ottocento. Tra i ritratti spiccano quelli di Achille e Francesco Laderchi, e una miniatura rara raffigurante il generale Giuseppe Sercognani.

Orari

Lunedì - Sabato
Chiuso
Domenica
10:00 am-12:00 pm
03:00 pm-07:00 pm
Museo del Risorgimento e dell'Età Contemporanea
Corso Giuseppe Garibaldi, 2, 48018 Faenza RA, Italia
Chiama +390546691604

Ti potrebbe interessare

Cicloturismo
Ravenna

Emilia Romagna, pedalando tra arte e cultura

Spiritualità
Ghetto ebraico in Romagna

Itinerario ebraico: in Romagna tra ghetti e sinagoghe

Città d'arte
Rimini tra l’antica Roma e lo splendore del Rinascimento

Rimini tra l’antica Roma e lo splendore del Rinascimento

Città d'arte
Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Città d'arte
Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Musei e monumenti
Una sala del Museo Ferrari - Maranello, Emilia Romagna. Photo by: ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, licenza CC BY-NC-SA <https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it>

Musei Ferrari: da Modena a Maranello, in viaggio con le “rosse”

Enogastronomia
Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Enogastronomia
Parma

Musei del cibo di Parma

Città d'arte
Ferrara

In viaggio a Ferrara, ore preziose a passeggio nella storia

Spiritualità
Emilia Romagna, la via Francigena si fa cultura

Emilia Romagna, la via Francigena si fa cultura

Città d'arte
Piazza Maggiore e Basilica di San Petronio - Bologna, Emilia-Romagna

Bologna: giovane, colta e generosa

Relax e benessere
Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Relax e benessere
Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Relax e benessere
Terme di Riolo, sull’appennino, tra fanghi sorgivi e i tesori del territorio

Terme di Riolo, sull’appennino, tra fanghi sorgivi e i tesori del territorio

Laghi
Le Valli di Comacchio

Le Valli di Comacchio

Divertimento
Mirabilandia: in Emilia Romagna il primo parco divertimenti d’Italia

Mirabilandia: in Emilia Romagna il primo parco divertimenti d’Italia

Divertimento
motor valley

Adrenalina pura tra storia e passione nella Motor Valley

Musei e monumenti
Museo Enzo Ferrari

Museo Enzo Ferrari

Musei e monumenti
Silhouette di spalle di un uomo con delle cuffie che gioca con un videogame davanti a un grande schermo in una stanza scura

Bologna: Videogame Art Museum, un museo per “smanettoni”

UNESCO
Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.