Salta il menu

Parco Archeologico di Aeclanum

Panoramica

Situata in località Passo di Mirabella Eclano, Aeclanum, abitata sin dall’età eneolitica (come testimonia la necropoli in loc. Madonna delle Grazie), è stata fondata presumibilmente alla fine del III secolo a.C., e dotata di una cinta muraria in legno di cui si ha notizia sino all’anno 89 a.C., quando il dittatore Silla la incendiò. Successivamente, la fortificazione fu ricostruita in opera reticolata seguendo un andamento irregolare che delimitava un pianoro di forma triangolare. All’interno delle mura, non è stato per ora possibile individuare con precisione il foro civile, anche se è in parte nota la zona in cui esso si trovava.
Inoltre, è visibile una costruzione centrale a pianta circolare, presumibilmente circondata da uno spazio porticato e da tabernae, che doveva essere il macellum (mercato all’aperto per carni e pesce). Prospiciente una strada basolata, si nota anche un’abitazione con peristilio sostenuto da colonne in laterizio, originariamente coperte di stucco, unita ad altri ambienti che dovevano servire per la rappresentanza. In seguito questa abitazione ha cambiato destinazione d’uso, in particolare nel peristilio, che ha perso la funzione di centro della casa per ospitare pozzi e apprestamenti per produzione artigianale. Il rinvenimento di una grande quantità di scorie di vetro ha fatto supporre che lì fosse presente un’officina di vetraio.
A nord-ovest, sorgeva inoltre un complesso termale, le cui strutture sono ancora ben conservate per un’altezza notevole, in alcuni casi fino all’attaccatura delle volte. Durante gli scavi, all’interno di esso, sono state rinvenute statue e decorazioni marmoree che testimoniano la magnificenza di Aeclanum, soprattutto nel corso del II secolo d.C..
Inoltre, la presenza di una basilica cristiana intra moenia, risalente alla fine del IV secolo d.C., attesta non solo la prolungata presenza di vita nell’insediamento urbano, ma anche l’esistenza della sede di diocesi, che ebbe come vescovo il celebre Giuliano, avversario di Sant’Agostino.
La città risulta abitata sino al VII secolo d.C., salvo poi essere ricordata dall’VIII secolo con il toponimo di Quintodecimo, che attestava la distanza del centro da Benevento di quindici miglia.

Orari

Lunedì - Sabato
09:00 am-06:00 pm
Domenica
Chiuso
Parco Archeologico di Aeclanum
SS90, 161, 83036 Passo di Mirabella-pianopantano AV, Italia
Chiama +390825438077

Ti potrebbe interessare

UNESCO
Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

UNESCO
941237456

Alla scoperta dell'Area archeologica di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata

Natura
Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Ospitalità
agriturismi green in campania

7 agriturismi green in Campania per il perfetto connubio di ecosostenibilità e gusto

Isole
Procida, crocevia di esperienze per tutti i sensi

Procida, crocevia di esperienze per tutti i sensi

Arte e cultura
Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Tour e esperienze
reggia di caserta vista dall'alto

Napoli-Caserta, un viaggio da re

Città d'arte
Castel dell'Ovo - Napoli, Campania

Napoli, incantevole città di mare e cultura

Città d'arte
Cosa vedere a Napoli in due giorni

Cosa vedere a Napoli in due giorni

Siti storici
Le catacombe di Napoli

Le catacombe di Napoli

Città d'arte
Procida, la cultura non isola

Procida, la cultura non isola

Spiritualità
Campania, una via Francigena ricca di storia

Campania, una via Francigena ricca di storia

Borghi
Procida

Procida: l’isola incantata di case acquerello e mare turchese

UNESCO
614626686

Costiera Amalfitana, un ipnotico affaccio sul mare blu cobalto

UNESCO
La Reggia di Caserta, sontuoso trionfo del barocco italiano

La Reggia di Caserta, sontuoso trionfo del barocco italiano

UNESCO
L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

Sport
Tempio di Hera, Paestum

Campania, emozionanti voli panoramici sopra il parco archeologico di Paestum o sul Vesuvio

Enogastronomia
storia del pomodoro san marzano campania

La regione Campania attraverso la pizza di Gino Sorbillo

Spiritualità
san-cono-piazza-destination

Festa di San Cono

Montagna
Vista di Napoli e del Vesuvio dall'alto

In montagna partendo da Napoli: ecco dove andare

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.