Salta il menu

Scavi di Stabia - Villa San Marco

Panoramica

La dimora, il cui nome comune deriva da una chiesa antica eretta nella regione alla fine del XVIII secolo, fu costruita sul bordo del colle, il quale probabilmente in parte crollò in seguito all’eruzione, trascinandosi dietro l’estremità settentrionale delle stanze sulla facciata Nord. La sua disposizione planimetrica si sviluppa secondo due orientamenti: la maggior parte dell’impianto segue la configurazione della montagna, con le sezioni più rappresentative in posizione panoramica sul mare. Invece, la zona termale segue l’orientamento del tessuto urbano, come dimostrano le verifiche effettuate da Carlo Weber nel 1759. La villa fu innalzata durante la prima età augustea, per essere poi modificata ripetutamente nel corso del I secolo d.C., in particolare durante l’epoca claudia. Le strutture visibili sono state notevolmente compromesse dal terremoto del 1980, a causa del quale fu necessario sostenere massicci lavori di restauro. Attualmente, si entra da un vestibolo che porta all’atrio, dove è posto un larario dall’ornamento a finto marmo. L’area destinata ai bagni si unisce al resto della costruzione con un asse differente, dovuto alla presenza di una strada che ha influenzato il suo orientamento. La successione delle parti è quella canonica, con frigidarium, tepidarium e calidarium, rispettivamente per i bagni di acqua fredda, tiepida e calda. Una consistente porzione della superficie della villa è occupata, inoltre, dal giardino che si estende da un monumentale ninfeo, soprastante un corridoio circolare e adornato da sfarzosi mosaici murali. Di assoluta eccellenza è l’affresco che decora la diaeta (sala per il riposo) alla fine del portico laterale orientale, con raffigurazione di Perseo e Cassandra.

Orari

Dal 1 aprile al 31 ottobre 9:00/19:00 martedì chiuso; dal 1 novembre al 31 marzo 9:00/17:00 martedì chiuso

Scavi di Stabia - Villa San Marco
Passeggiata Archeologica, 80053 Castellammare di Stabia NA, Italia
Chiama +390818575347 Sito Web

Ti potrebbe interessare

UNESCO
941237456

Alla scoperta dell'Area archeologica di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata

Isole
Procida, crocevia di esperienze per tutti i sensi

Procida, crocevia di esperienze per tutti i sensi

UNESCO
Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

Città d'arte
Castel dell'Ovo - Napoli, Campania

Napoli, incantevole città di mare e cultura

Città d'arte
Cosa vedere a Napoli in due giorni

Cosa vedere a Napoli in due giorni

Siti storici
Le catacombe di Napoli

Le catacombe di Napoli

Borghi
Procida

Procida: l’isola incantata di case acquerello e mare turchese

Arte e cultura
Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Tour e esperienze
reggia di caserta vista dall'alto

Napoli-Caserta, un viaggio da re

UNESCO
L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

Natura
Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Divertimento
Stazione zoologica Anton Dohrn, l’acquario del Mare Nostrum

Stazione zoologica Anton Dohrn, l’acquario del Mare Nostrum

Isole
I sentieri di Ischia

I sentieri di Ischia

Relax e benessere
Terme Ischia

Ischia: i parchi termali

Enogastronomia
In Campania, dove la cultura del cibo è uno stile di vita

In Campania, dove la cultura del cibo è uno stile di vita

Città d'arte
Itinerario di 10.000 passi per visitare il centro di Napoli

Itinerario di 10.000 passi per visitare il centro di Napoli

Montagna
Vista di Napoli e del Vesuvio dall'alto

In montagna partendo da Napoli: ecco dove andare

Isole
Le Fumarole

Le Fumarole: che spettacolo la spiaggia fumante di Ischia

Natura
I paesaggi della Campania

I paesaggi della Campania

Enogastronomia
lo street food a napoli hero

Lo street food a Napoli è la quintessenza delle meraviglie per il palato

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.