Salta il menu

Museo Ignazio Cerio di Capri

Panoramica

Situato all’interno dello storico Palazzo Cerio costruito nel 1372 dal conte Giacomo Arcucci, segretario della regina Giovanna I d’Angiò, e parte di un complesso noto come "Case Grandi" che comprendeva anche il Palazzo Farace e il Palazzo Vanalesti, il Museo trae la sua origine dall’instancabile attività del Dott. Ignazio Cerio. Nato a Giulianova d’Abruzzo nel 1840, questo uomo eclettico, appassionato di preistoria e di scienze naturali, stabilmente residente sull’isola a partire dal 1868 fino alla sua morte nel 1921, collezionò conchiglie, fossili, rocce, piante e reperti archeologici provenienti da Capri e da altre parti del mondo, promuovendo studi scientifici e intrattenendo rapporti con i più noti studiosi del tempo. Nel 1949, il Museo venne formalmente istituito come museo pubblico con la nascita del Centro Caprense Ignazio Cerio. Il Museo si compone di quattro sale: una geo-paleontologica, una paletnologica, una di archeologia classica e una di biologia. La sala geo-paleontologica, con materiale raccolto da Ignazio Cerio, offre l’opportunità di comprendere le principali tappe dell’evoluzione geologica di Capri: è possibile osservare gli organismi fossili rinvenibili nelle sue rocce, la fauna di grandi mammiferi portati alla luce durante i lavori di scavo dell’Hotel Quisisana e quella insulare testimoniata dal Cervus tyrrhenicus, ritrovata alla Grotta delle Felci, alla Grotta Vascio ’o Funno e alla Certosa. La sala paletnologica espone reperti relativi alle più antiche scoperte effettuate da Ignazio Cerio sull’isola, come manufatti dei primi abitanti del territorio di Capri, tracce di un atelier di taglio dell’ossidiana. La sala di archeologia classica, invece, espone in modo tipologico e cronologico reperti di età classica greca e romana (IV secolo a.C. - II secolo d.C.) delle collezioni Benner-Pagano e Cerio. Infine, la sala di biologia espone numerosi organismi animali, marini e terrestri, provenienti dall’Isola di Capri, tra cui la famosa Lucertola azzurra dei Faraglioni, conchiglie marine rarissime o scomparse e coralli ormai introvabili nel mare di Capri e molte altre specie.

Orari

Da marzo a ottobre: dal martedì al sabato dalle ore 11:00 alle 16:00. Domenica, Lunedì e festivi chiuso.

Da novembre a febbraio: dal martedì al sabato dalle 11:00 alle 14:00. Domenica, Lunedì e festivi chiuso.

Il costo del biglietto d'ingresso è: intero € 4,00; ridotto € 2,00 dai 18 ai 25 anni; gratuito al di sotto dei 18 anni e per residenti dell'isola di Capri.

Museo Ignazio Cerio di Capri
Piazza Ignazio Cerio, 5, 80076 Capri NA, Italia
Chiama +390818376681 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Isole
I sentieri di Ischia

I sentieri di Ischia

Isole
Procida, crocevia di esperienze per tutti i sensi

Procida, crocevia di esperienze per tutti i sensi

Arte e cultura
Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Città d'arte
Castel dell'Ovo - Napoli, Campania

Napoli, incantevole città di mare e cultura

Città d'arte
Cosa vedere a Napoli in due giorni

Cosa vedere a Napoli in due giorni

Siti storici
Le catacombe di Napoli

Le catacombe di Napoli

Borghi
Procida

Procida: l’isola incantata di case acquerello e mare turchese

UNESCO
941237456

Alla scoperta dell'Area archeologica di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata

Tour e esperienze
reggia di caserta vista dall'alto

Napoli-Caserta, un viaggio da re

UNESCO
L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

Isole
Capri, l’isola dei sogni

Capri, l’isola dei sogni

Natura
Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Divertimento
Stazione zoologica Anton Dohrn, l’acquario del Mare Nostrum

Stazione zoologica Anton Dohrn, l’acquario del Mare Nostrum

Relax e benessere
Terme Ischia

Ischia: i parchi termali

Natura
I paesaggi della Campania

I paesaggi della Campania

Enogastronomia
In Campania, dove la cultura del cibo è uno stile di vita

In Campania, dove la cultura del cibo è uno stile di vita

Città d'arte
Itinerario di 10.000 passi per visitare il centro di Napoli

Itinerario di 10.000 passi per visitare il centro di Napoli

Sport
Tempio di Hera, Paestum

Campania, emozionanti voli panoramici sopra il parco archeologico di Paestum o sul Vesuvio

Montagna
Vista di Napoli e del Vesuvio dall'alto

In montagna partendo da Napoli: ecco dove andare

Isole
Le Fumarole

Le Fumarole: che spettacolo la spiaggia fumante di Ischia

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.