Venezia tra moda, artigianato, shopping e aperitivi con vista.

Che tu sia un fashion addict, un amante del Made in Italy, un collezionista di oggetti curiosi o un appassionato della carta stampata, Venezia, con la sua tradizione, ha tanto da offrire. Dopo una giornata di shopping tra abiti, tessuti, merletti, vetro e libri, il modo migliore per rilassarsi è un tradizionale aperitivo veneziano con vista sulla città.

Ecco alcune cose da non perdere!

Vetri, merletti, tessuti e gioielli: alla scoperta della tradizione artigiana di Venezia

Il talento creativo e le raffinate produzioni degli artigiani veneziani hanno dato vita ad alcuni tra i prodotti simbolo del Made in Italy. Dalle splendide opere di vetro soffiato realizzate nelle fornaci dell’isola di Murano, ai preziosi merletti di Burano, dove l’esperienza di acquisto si fonde all’emozione di vedere nascere una piccola opera d’arte dalle sapienti mani degli artigiani. Passeggiando tra i sestieri della città, accanto a boutique innovative e concept store, ci si perde tra le piccole botteghe che realizzano capolavori in perle, oro, carta e pellami e ancora, atelier di maschere e costumi storici, gioielli artistici, sartorie,  tessiture antiche, laboratori e stamperie dove acquistare pezzi unici e da collezione.

Le storiche tessiture artigianali

Quella della tessitura è una delle arti più antiche di Venezia. In città esistono storiche tessiture artigianali che producono sete, velluti, damaschi e broccati richiesti in tutto il mondo. Merita una visita la Tessitura Bevilacqua (nel sestiere di Santa Croce), la più antica ancora in attività, dove dal 1875 si produce su telai del Settecento il prezioso velluto soprarizzo e altri tessuti pregiati. Visitabile su prenotazione, questo luogo possiede un archivio di oltre 3500 disegni originali, un paradiso per gli amanti della moda. Spostandosi nel sestiere di San Marco troviamo l’azienda Rubelli, rinomata per la produzione di passamanerie, velluti controtagliati, soprarizzi, lampassi e broccati. Visitabile su appuntamento, raccoglie oltre 6000 documenti tessili antichi e include anche i preziosi velluti in seta che furono realizzati per la Casa Reale Savoia. L’ultima tappa di questo viaggio nel mondo dei tessuti veneziani è l’isola della Giudecca. Qui è possibile visitare la  storica sede della fabbrica di tessuti artistici di Mariano Fortuny. Anche qui sono esposti al pubblico materiali, disegni, tessuti pregiati e accessori di moda.

Le vie dell’alta moda di Venezia

Per gli amanti dell’alta moda è invece d’obbligo una passeggiata in Calle Larga XXII Marzo, una delle vie più chic della città. A due passi da Piazza San Marco, e lungo le Mercerie che la collegano a Rialto, troverai tutti i grandi nomi della moda italiane e internazionale. Un altro polo del lusso si trova nel sestiere di San Marco, in prossimità del ponte di Rialto. Si tratta del Fondaco dei Tedeschi, lo splendido palazzo in stile rinascimentale affacciato sul Canal Grande, che ospita al suo interno boutique di alta moda e dell’alto artigianato veneziano. Sul tetto di questa bellissima struttura da poco restaurata, una terrazza meravigliosa offre una vista bellissima sulla città.

Una tappa in libreria, a caccia di libri curiosi

Per chi cerca un’esperienza fuori dal comune, le antiche librerie di Campo Santa Margherita sono i luoghi ideali per curiosare fra libri rari e stampe antiche in contesti affascinanti e inaspettati. Per esempio, gli amanti dei libri usati non dovrebbero perdere la Libreria Acqua Alta, in Calle Lunga Santa Maria Formosa nel sestiere di Castello, inserita dalla BBC nella classifica delle librerie più belle al mondo. Entrando è difficile non notare la presenza di libri impilati in una vasca da bagno e in una gondola. Questi particolari elementi di arredo non sono messi lì a caso ma hanno una funzione ben specifica: nelle giornate di alta marea proteggono i preziosi volumi dall’acqua che inonda la libreria. Altra libreria storica è la Toletta. Fondata nel 1933, è la libreria più antica di Venezia e anche una delle più grandi.

Un aperitivo con vista sulla Basilica di San Marco o in terrazza sul Canal Grande

Nel tardo pomeriggio, dopo una giornata di acquisti, scoperte e curiosità arriva il momento di concedersi una pausa rilassante: è il momento dell’aperitivo! Sono molto i luoghi dove poter provare il tipico aperitivo veneziano. Te ne consigliamo due da non perdere: La caffetteria del Museo Correr. Diventata un punto di ritrovo per cittadini e visitatori del Museo, rappresenta un vero e proprio salotto veneziano dove rilassarsi  godendo di una vista unica sulla Basilica di San Marco. Per chi cerca un ambiente più glamour e moderno suggeriamo un aperitivo sulla terrazza dello scenografico palazzo Ca’ Giustinian, oggi sede degli uffici de La Biennale di Venezia.

Potrebbe interessarti anche:

Approfondimenti: