Sei in Home / Scopri l'Italia / Piemonte / Alessandria

Alessandria

  • Descrizione
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa assaggiare

La provincia di Alessandria è situata nell’estremità sud-orientale del Piemonte, in una posizione che fin dal più lontano passato si è rivelata strategica per i collegamenti con la Lombardia e la Liguria.
Il territorio è costituito prevalentemente da colline e valli attraversate da fiumi, mentre l’area meridionale è dominata dagli alti rilievi dell’Appennino Ligure. 
Una moltitudine di panorami caratterizza questa terra: le distese di colline del Monferrato coperte di viti e ricche di colori, ampi spazi incontaminati, folti boschi di castagno, quercia e faggio.
Diverse aree protette tutelano gli ambienti più peculiari della provincia: il Parco Fluviale del Po Tratto Vercellese-Alessandrino che ospita numerose colonie di uccelli, la Riserva Naturale del Torrente Orba e il Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo, caratteristico per la convivenza di flora alpina e macchia mediterranea.

Territorio a vocazione vinicola, l’alessandrino custodisce anche un prezioso patrimonio culturale che mantiene vivo il ricordo di un importante passato: dai reperti di età romana ai castelli che si stagliano, imponenti, nelle campagne.
Ovada, Acqui Terme, Casale Monferrato e Gavi sono affascinanti cittadine ricche di storia e arte, come testimoniano i loro monumenti risalenti a diverse epoche. 
Molti ancora sono i tesori che rendono particolare e unico il soggiorno in questo territorio: dal centro termale di Acqui Terme alla produzione di oreficeria di Valenza che ha ormai consolidato la sua fama a livello internazionale, fino al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure, dedicato al tema del ciclismo nel ricordo di due atleti particolarmente legati a questa terra: Fausto Coppi e Costante Girardengo.

Prima tappa nel percorso di visita del territorio è Alessandria, capoluogo e città ricca di testimonianze artistiche, con la celebre Cittadella, le ampie piazze e i palazzi settecenteschi.
Il territorio ospita diversi luoghi della fede di notevole valore artistico: dal Sacro Monte di Crea, riconosciuto dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità al complesso di Santa Croce a Bosco Marengo, all’abbazia romanica di Santa Giustina a Sezzadio e inoltre chiese e santuari isolati in campagna, come la suggestiva pieve di Santa Maria a Viguzzolo.

Significativi reperti di età romana sono visibili nel sito di Libarna presso Serravalle Scrivia e ad Acqui Terme che è anche una cittadina d’arte e un centro termale noto fin dall’antichità.
Tra i centri di maggiore rilievo è Casale Monferrato con pregevoli architetture e chiese tra cui il Duomo, una delle più importanti cattedrali in stile romanico-lombardo del Piemonte. 
Da non perdere il percorso sulle vicine colline tra vigneti e imponenti castelli come quelli di Vignale Monferrato e di Camino.

Meritano una visita Valenza, piccolo centro sulle rive del Po, noto per la lavorazione dell’oro e dei gioielli e Gavi, cittadina situata al confine tra la Liguria e la Pianura Padana, dominata dall’imponente castello che fu fortezza della Repubblica genovese.
Un “tuffo nel passato” è la sensazione che si prova nel visitare i borghi storici di Tortona, ricca di resti romani e monumenti d’arte e Ovada, circondata da pregevoli castelli.
Per gli appassionati di storia una tappa da non perdere è il Marengo Museum, dedicato alla storica battaglia napoleonica e situato nella frazione Spinetta Marengo di Alessandria; agli sportivi si segnala invece il Museo dei Campionissimi di Novi Ligure, dedicato C. Girardengo e F. Coppi, due ciclisti legati a questa "dolce" terra. 

L’alessandrino offre molte opportunità di trascorrere delle vacanze all’insegna del movimento o del relax, ma sempre all’aria aperta, in paesaggi incontaminati.
Dal Monferrato all’Ovadese, tutto il territorio propone percorsi a piedi, in bicicletta o a cavallo tra una ricca vegetazione e suggestivi borghi.
Itinerari specifici per il cicloturismo sono presenti nel Parco Fluviale del Po Tratto Vercellese-Alessandrino, mentre gli appassionati dell’arrampicata sportiva possono raggiungere la Falesia di Gavi, una parete con diversi percorsi, circondata da un magnifico paesaggio.
Con le sue preziose sorgenti termali e il moderno centro benessere, Acqui Terme è l’ideale per una vacanza rigenerante, dove poter svolgere anche svariate attività sportive.
Moderni centri di golf diffusi sul territorio accolgono professionisti e appassionati con ogni comfort.
Per una vacanza dalle emozioni intense si possono raggiungere i parchi dedicati agli sport estremi: il Bob & Downhill Park Val Curone, dotato di percorsi tecnici e l’Adventure Park Val Borbera che consente di praticare trekking, ripide discese in canoa o competizioni agonistiche in bike.
E… per un acquisto prezioso, si può raggiungere Valenza, città rinomata per la produzione di alta gioielleria e sede della “Mostra Internazionale di gioielleria e oreficeria” che si tiene nel mese di ottobre.
Svariate sono le manifestazioni tradizionali, tra cui la Festa Medievale con corteo storico a Cassine, la fiera di Santa Caterina a Novi Ligure, la rassegna gastronomica “Dolci Terre di Novi” sempre a Novi Ligure e la sagra del polentone a Ponti.
Ulteriori appuntamenti da non perdere sono la Fiera Nazionale del Tartufo a San Sebastiano Curone, il ballo della Lachera a Rocca Grimalda e la spettacolare Rievocazione storica della battaglia di Marengo ad Alessandria, con sfilate e rappresentazioni delle fasi più salienti del combattimento.

Come tutta la gastronomia piemontese, la cucina locale è semplice e genuina, basata sui prodotti della terra.
In tutta la provincia si possono gustare piatti regionali come il “bugnet”, una salsa verde con cui insaporire i bolliti o la “bagna caoda”, un intingolo a base di olio, acciughe e aglio per condire le verdure crude.
Tra le tipicità di maggiore pregio spiccano i funghi porcini e i preziosi tartufi della Valle del Bormida. 
Ricchi di gusto sono gli insaccati tra cui il “filetto baciato” di Acqui Terme e i salamini di vacca bolliti, caratteristici di Mandrogne.
Altra specialità locale è il “rabaton”, a base di ricotta, verdura, uova e formaggio.

I dolci più prelibati del territorio sono i “krumiri”, biscotti tipici di Casale Monferrato, il rinomato cioccolato di Novi Ligure e inoltre torte di castagne, torroni morbidi e duri e amaretti.
Nel Novese e nell’Ovadese è forte l’influenza della tradizione gastronomica ligure, come è evidente da alcune specialità locali: la famosa focaccia novese è molto simile a quella genovese, mentre i biscotti della salute di Ovada ricordano i biscotti del Legaccio di Genova.
Terra di forte vocazione vinicola, l’alessandrino è celebre per le sue produzioni tra cui spiccano il Cortese di Gavi, il Dolcetto, il Brachetto, il Grignolino e il Barbera.