Parchi avventura, volteggiando tra i rami

Volteggiare tra gli alberi senza toccare terra, mettendo alla prova equilibrio e sangue freddo  adeguatamente dotati dei dispositivi di sicurezza, come imbragature, carrucole, moschettoni e casco: ecco 5 parchi avventura perfetti per divertirsi in famiglia, con percorsi di diverse altezze e difficoltà adatte ad adulti e bambini.

Friuli Venezia Giulia: Trieste Adventure Park

Una giornata da trascorrere letteralmente sugli alberi, passando dall’uno all’altro appesi a una liana come Tarzan, passeggiando tra i rami a vari metri di altezza e arrampicandosi in cima come scoiattoli. Sull'altopiano roccioso del Carso triestino, caratterizzato da grotte e falesie a picco sul mare Adriatico, si vive un’esperienza verdissima nel cuore della natura, con percorsi e contesti di diversa difficoltà, adatti sia per adulti che bambini. In tutto sono 8, con una lunghezza totale di 750 metri su 63 pedane a un’altezza massima di 8 metri, 72 giochi e 8 teleferiche.

Scopri di più: triesteadventurepark.it

Liguria: Parco Avventura Genova Righi

Sulle colline genovesi, a pochi minuti dal centro della città collegato con una comoda funicolare, l’avventura si snoda su 10 percorsi e 70 piattaforme sospese tra trecento alberi, discese rapide con le carrucole per volare dall’uno all’altro, ponti tibetani, prove d’equilibrio tra reti, cavi d’acciaio, corde e scale. Il percorso Cip&Ciop è dedicato ai piccoli avventurieri dai 3 ai 6 anni, con imbragature e caschetti su misura. In estate i percorsi sono accessibili anche in notturna, magari dopo un barbecue nel bosco messo appositamente a disposizione, e con caschetti speciali dotati di un potente faretto anteriore forniti dal parco, per volare insieme alle lucciole.

Scopri di più: parcoavventuragenova.it

Marche: Frasassi Avventura

Nello scenario verdissimo del Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi, nel territorio di Ancona, ci si avventura tra cavi adrenalinici sospesi sull’acqua, carrucole vertiginose, ponti tibetani traballanti e passaggi su cavi d’acciaio, per mettere alla prova la propria agilità ed equilibrio. La struttura si sviluppa lungo le sponde del fiume Sentino, a poca distanza dalle scenografiche Grotte di Frasassi, cavità sotterranee carsiche che meritano una visita per completare l’esperienza a strettissimo contatto con la natura.

Scopri di più: frasassiavventura.it

Calabria: Silavventura

Immerso nella natura profonda del Parco Nazionale della Sila, sulle sponde del Lago Arvo a Lorica, questo eco-parco invita a vivere in pieno il bosco divertendosi tra teleferiche, ponti tibetani, barili sospesi, altalene oscillanti, pareti d’arrampicata e percorsi acrobatici sospesi tra i Pino Laricio tipici della zona. Riserva un’attenzione particolare ai bambini, con apposite attività di educazione ambientale e casette di legno sospese tra i rami nelle quali trascorrere una notte avvincente con i genitori, dormendo in sacco a pelo o su un materassino da campeggio. E’ aperto tutto l’anno e l’ingresso è gratuito, si pagano singolarmente soltanto le attività prescelte.

Scopri di più: silavventura.it

Sardegna: Pula Adventure Park

Nei pressi della foresta demaniale di Pixinamanna, in territorio cagliaritano, il Parco offre una serie di emozionanti percorsi aerei fatti da liane, corde, cavi, reti, passerelle e ponti tibetani, per volteggiare agevolmente tra gli alberi come animali del bosco al fresco dei pini marittimi e domestici che lo caratterizzano. A soli 100 metri, la splendida spiaggia di fine sabbia bianca e il mare cristallino di Pula invitano a un tuffo per concludere al meglio una giornata nella spettacolare natura sarda. Impossibile resistere.

Scopri di più: pulavventura.it

Potrebbe interessarti anche:

Lombardia: Il Parkour
Sono tanti gli spazi del capoluogo lombardo che ne fanno il palcoscenico ideale per gli amanti di questa disciplina, consistente nel compiere un percorso costellato di ostacoli di ogni genere muovendosi in maniera veloce e acrobatica. I tracciatori, come vengono chiamati coloro che lo praticano, possono muoversi tra rampe, muretti, sbarre, ringhiere e scalinate degli spazi urbani oppure dei parchi cittadini, correndo, saltando, rotolando, arrampicandosi e volteggiando con una grande capacità di equilibrio.