Organizza il tuo Viaggio

Informazioni e consigli utili per organizzare alla perfezione il tuo viaggio in Italia.
Per prescrizioni anti Covid-19 consulta l’area dedicata.

Documenti necessari

Puoi entrare in Italia da tutti i paesi UE ed extra UE. Le condizioni e la documentazione richiesta variano in base al paese di provenienza del viaggiatore.

Cittadini UE e dei paesi che hanno aderito al trattato di Schengen

Per entrare in Italia è sufficiente la carta d’identità o il passaporto, entrambi in corso di validità.

Cittadini da paesi Extra-UE

Possono entrare in Italia con un passaporto valido per almeno tre mesi dopo la data prevista per la partenza dallo Spazio Schengen.

In base al proprio paese di provenienza è possibile che per l’ingresso in Italia sia necessario un visto. Per sapere se hai bisogno di richiederlo vai sul sito esteri.it.

  • Dopo aver inserito la tua nazionalità, il tuo paese di residenza, la durata del soggiorno (inferiore o superiore a 90 giorni) e il motivo del viaggio, riceverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Ricordati che al momento del tuo ingresso alla frontiera le autorità potranno chiederti di esibire la documentazione che giustifichi motivi e durata del tuo soggiorno in Italia.

Il visto va richiesto ai consolati italiani nel paese di residenza e viene generalmente rilasciato dopo 90 giorni dalla richiesta.


Se alloggi in un albergo o in un’altra struttura ricettiva, il gestore compilerà per te una dichiarazione di presenza che trasmetterà alla Questura. Devi portare sempre con te copia della dichiarazione, perché tu possa esibirla alla polizia in caso di controllo.

Se entri in Italia da un paese che non è parte dell'Area Schengen, il timbro uniforme Schengen, che viene apposto al passaporto durante il controllo di frontiera, sostituisce la dichiarazione di presenza.

Se entri in Italia transitando da un paese dell’Area Schengen e non alloggi presso una struttura ricettiva, devi presentare la dichiarazione di presenza entro 8 giorni dal tuo ingresso in Italia alla Questura della Provincia in cui sei domiciliato.

Dogana

Ci sono specifici limiti che variano da paese a paese per l’introduzione sul territorio italiano di particolari beni, ad esempio cibo, alcol e derivati del tabacco, oppure beni culturali e prodotti farmaceutici.

Anche la disponibilità di contante segue limiti precisi: tra monete e banconote, puoi introdurre in Italia senza bisogno di dichiarazione fino a 9.999,99 Euro. Oltre questa somma devi compilare un apposito modulo presso gli uffici preposti per non incorrere in sanzioni e in sequestri che vanno dal 30% al 50% della somma eccedente il limite indicato.

Regole precise sono fissate anche per la composizione degli effetti personali del viaggiatore, il trasporto di beni di origine animale e vegetale o per l’introduzione sul territorio italiano di animali di compagnia.

Le indicazioni seguite per entrare in Italia dovranno essere rispettate anche al momento di ripartire, che sia verso casa, verso un altro paese europeo o qualsiasi altra destinazione.

Per approfondire ogni singola voce di quanto anticipato, ti invitiamo a consultare la Carta Doganale del Viaggiatore, che puoi visionare/scaricare qui:

https://www.adm.gov.it/portale/dogane/cittadino/carta-doganale-viaggiatore

Tax Free (solo per Extra-UE)

Se arrivi da un paese extraeuropeo (o comunque fuori dall’area Schengen) puoi ottenere lo sgravio diretto o il rimborso successivo dell’IVA apposta sui beni che acquisterai sul territorio italiano.

Tale beneficio può essere concesso a condizione che:

  • il valore dei beni acquistati, per ogni fattura, sia superiore ai 154,94 euro
  • la merce sia destinata all'uso personale o familiare e sia trasportata nei bagagli personali
  • sulla fattura siano riportati la descrizione della merce, i dati anagrafici del viaggiatore stesso, gli estremi del passaporto o altro documento equivalente per comprovare che il viaggiatore è residente o domiciliato fuori dall’UE
  • l’uscita dei beni dal territorio UE avvenga entro il terzo mese successivo alla data di emissione della fattura e sia comprovata dal “visto doganale”
  • la fattura così convalidata venga restituita al venditore italiano entro i quattro mesi successivi al mese di acquisto

Si sottolinea che presso i punti di uscita nazionali è attivo dal 1° settembre 2018, il servizio OTELLO, una procedura che digitalizza il visto da apporre alle fatture tax free, emesse in modalità elettronica. Si precisa al riguardo che il viaggiatore, al momento dell’acquisto, deve aver cura di verificare che sulla copia della fattura ricevuta dal negoziante sia presente il codice richiesta che attesta l’invio della stessa ad OTELLO.

Per maggiori informazioni sulla procedura, consultare sul portale dell’Agenzia la sezione dedicata ad OTELLO.

Se preferisci puoi rivolgerti a un “Intermediario OTELLO”, ovvero un’agenzia specializzata in “Tax free shopping” che si occuperà di trasmettere i tuoi dati a OTELLO e farti avere il rimborso dell’IVA. L’agenzia tratterrà una percentuale direttamente dall’IVA che ti sarà rimborsata.

Suggerimenti

Munirsi di una assicurazione di viaggio è sempre consigliabile, per garantirsi la copertura economica in caso di ritardo/cancellazione di voli e non trovarsi esposti in caso di problemi di salute: valuta anche questa opzione mentre programmi la tua visita nel nostro paese.

Oltre alla versione cartacea delle varie ricevute di prenotazioni di voli, hotel, che è bene mettere in valigia, salva sempre l’immagine o il pdf equivalenti anche sul cellulare: sarà più facile mostrare così le tue credenziali quando richiesto!

Controlla se eventuali dispositivi elettrici/elettronici che vuoi portare ed utilizzare in Italia hanno bisogno di adattatori per essere impiegati con la nostra tipologia di impianti.

In Aereo

Con circa quaranta aeroporti distribuiti su tutto il territorio nazionale, l’Italia offre una fitta rete di collegamenti aerei nazionali, internazionali e intercontinentali.

I principali hub di ingresso sono rappresentati dai punti d'arrivo intercontinentali e internazionali d'Italia, ovvero l'Aeroporto “Leonardo da Vinci” di Roma Fiumicino e l'Aeroporto Malpensa di Milano, ma quasi tutti gli aeroporti italiani hanno dei collegamenti internazionali.

L'offerta di voli sia delle compagnie tradizionali sia delle linee lowcost è ampia e copre un vasto numero di destinazioni. L'Italia è collegata per via aerea con la maggior parte delle nazioni europee e con tutti i continenti. Visitando i siti delle principali compagnie, puoi ottenere maggiori informazioni sulle tratte, sugli orari, sui prezzi e sulla disponibilità. Più o meno tutti gli aeroporti sono serviti da una fitta rete di taxi, autobus e treni, che offrono un collegamento comodo e veloce con il centro delle città e permettono di arrivare alla destinazione finale con relativa comodità.

In Treno

Per arrivare comodamente in Italia si può approfittare dei treni EuroCity, convogli internazionali che collegano diverse città europee con ampia scelta di orari e percorsi.

Per fare un esempio: da Ginevra, Marsiglia, Innsbruck o Monaco di Baviera ci sono collegamenti diretti per Venezia, Bologna, Verona o Milano.

Se invece preferisci viaggiare di notte, l’equivalente servizio è offerto dai treni EuroNight, sui quali potrai dormire per il tempo dello spostamento.

Naturalmente oltre ad avvalersi di queste linee si può arrivare in Italia grazie alla complessa rete ferroviaria europea che collega le nostre città alle altre capitali.

In Auto/Moto

La fitta rete autostradale europea e la presenza di diversi valichi sulla cintura alpina facilitano l'accesso in Italia in auto o moto: si può arrivare dall'Austria, dalla Francia, dalla Svizzera e dalla Slovenia.

I principali varchi d'ingresso aperti tutto l'anno sono:

il tunnel del Monte Bianco (da Chamonix collega la Francia all'autostrada A5 per Torino e Milano)

il tunnel del Gran San Bernardo (collega la Svizzera all'autostrada A5 per Torino e Milano)

il Passo del Brennero (attraverso l'Austria si congiunge con l'autostrada A22 verso Bologna).

I tunnel alpini sono spesso chiusi durante l'inverno e, a volte, anche in autunno e in primavera, a causa della neve.

Scopri le principali norme di guida e le informazioni utili se decidi di guidare in Italia:

Sezione “VISITARE L’ITALIA”

Per informazioni in tempo reale:

www.autostrade.it

www.stradeanas.it

In Pullman

Il viaggio verso l’Italia può essere affrontato da tutta Europa anche in pullman, lungo le rotte che da sempre hanno collegato il nostro paese al resto del continente. Sono molte le agenzie di linea che effettuano questo tipo di viaggi su strada, comprese le recenti compagnie low-cost, capaci di offrire il servizio a prezzi molto contenuti.

In Nave

Grazie ai suoi oltre 8.000 km di coste, l’Italia offre molte occasioni di approdo via mare nei numerosi porti situati sul suo territorio. Prima di partire, informati sui tempi di traversata e sulle tratte internazionali che prevedono soste nei porti italiani. Numerose compagnie di navigazione nazionali e internazionali collegano i principali porti europei con il Belpaese. I prezzi dei biglietti sono più alti in estate e variano - se viaggi con un mezzo di trasporto - in base alle sue dimensioni.

La flotta di Grandi Navi Veloci collega Barcellona a Genova. I collegamenti dalla Grecia in Italia sono assicurati sulle rotte più frequentate: da Igoumenitsa, Corfù e Patrasso, Blue Star Ferries arriva direttamente a Venezia e a Brindisi mentre Superfast Ferries ad Ancona e Bari. Fragline Ferries porta da Corfù a Brindisi; Grimaldi Ferries, una delle più note compagnie italiane, collega Tunisi e Barcellona con Civitavecchia, Salerno, Livorno e Palermo. I traghetti di Tirrenia Navigazione effettuano numerosi collegamenti durante tutto l'arco dell'anno tra Tunisi e le principali isole italiane, la Sicilia e la Sardegna. Marmara Lines collega la città turca di Cesme con Ancona e Brindisi. Jadrolinija collega Dubrovnik, sulla costa croata, a Bari, mentre Virtu Ferries è la compagnia migliore per raggiungere Malta da Catania.  

Per maggiori informazioni:

Grimaldi Lines -  www.grimaldi-ferries.com - Spagna, Francia, Sicilia, Sardegna, Malta,Tunisia e Corsica.

Gnv Grandi Navi Velociwww.gnv.it - Sardegna, Sicilia, Spagna, Tunisia, Malta, Marocco

Moby Linewww.moby.it - Sardegna-Corsica-Elba Livorno-Civitavecchia

Snavwww.snav.it - Sicilia-Sardegna-Grecia/Croazia-Isole Eolie

Emilia Romagna Lines -  www.emiliaromagnalines.it - Croazia -Slovenia

Saremar -  www.saremar.it - Corsica-Sardegna

Orari

In tutta Italia è applicato l’orario CET (Central European Time).

Da inizio autunno a fine inverno è in vigore l’ora solare, corrispondente al fuso orario UTC+1, in anticipo di un’ora sull’orario di Greenwich.

All'inizio della primavera si entra nell’ora “legale”: le lancette dell'orologio vengono spostate avanti di un'ora (fuso orario UTC+2) in modo da usufruire di una maggiore luminosità solare nel tardo pomeriggio-sera.

Il cambio da ora solare a ora legale e viceversa avviene sempre la notte tra sabato e domenica; le date variano di anno in anno.


ABITUDINI ORARIE

In Italia normalmente si fa colazione a partire dalle 7.00, ma troverai bar e pasticcerie che aprono già alle 6.00 del mattino. Negli alberghi di solito c'è un orario (indicativamente le 10.00) entro il quale consumare la prima colazione di rito. Il room-service saprà accontentarti anche per richieste fuori da questi orari.

Il pranzo nei ristoranti, negli agriturismi, in tavola calda o al bar, è a partire dalle 12.30 e fino alle 14.30. In occasione di particolari ricorrenze o eventi, l’inizio e la durata del pranzo possono variare senza limiti.

L’aperitivo è l’appuntamento da non perdere: si svolge indicativamente a partire dalle 18.00 fino all’ora di cena.

La cena viene normalmente servita a partire dalle 19.30 fino alle 23.00.

Troverai anche locali che propongono la cena ad ora tarda, per il dopo teatro e per chi preferisce mangiare nel cuore della notte.

Lingua

La lingua parlata ufficialmente in tutta Italia è l’italiano. In alternativa l’inglese è la lingua consigliata nella maggior parte delle occasioni di scambio che avrai in vacanza, dal tuo arrivo in aeroporto o nelle strutture ricettive, in occasione di acquisti o visite museali, per ordinare al ristorante o ricevere informazioni.

In Italia esistono diverse lingue di minoranza: lingue di confine, lingue di comunità storiche, di cui dodici riconosciute ufficialmente: albanese, catalano, croato, francese, francoprovenzale, friulano, tedesco, greco, ladino, occitano, sardo e sloveno, distribuite in 14 regioni.


DIALETTI

Gli italiani sono accoglienti, disponibili e curiosi verso chi arriva, non importa da dove. Per questo non ti mancheranno occasioni per entrare in contatto con le persone dei luoghi che visiterai: questo ti farà scoprire la forza dei dialetti, vere e proprie lingue che variano da regione a regione e da città a città. Sono il frutto della storia del nostro paese, che ha visto avvicendarsi e incrociarsi una gran varietà di popoli e culture.

Clima

Siamo nel cuore del Mediterraneo, adagiati sul mare e ancorati alle montagne. Il clima generalmente mite consente di visitare l’Italia in qualunque periodo dell’anno. Tuttavia la penisola si estende in verticale da nord a sud, e per questo motivo presenta una gran varietà di climi. Se ti stai chiedendo cosa mettere in valigia, dai un’occhiata alla tabella qui sotto!


Temperature medie in Italia per stagione e area geografica (°C)



NORD Min

NORD Max

CENTRO Min

CENTRO Max

SUD Min

SUD Max

Primavera

3.7

21.5

7.3

25.6

9

26.4

Estate

10.1

24.4

15

29.1

17.2

29.6

Autunno

-1.6

14.9

4.8

20.3

7.3

21.7

Inverno

-2.7

9.9

3.5

14.2

5.8

14.9


Nota. Le temperature indicate nella tabella sono indicative e possono variare da città a città oppure a seconda che ti trovi in una località vicino al mare, di montagna o dell’entroterra.

Alcolici

Il consumo di alcolici in Italia è vietato ai minori di 16 anni; i gestori di bar e locali sono autorizzati a chiedere un documento di identità prima di somministrarli ai più giovani.

Il consumo di alcolici per strada è consentito, ma in alcuni casi le amministrazioni comunali emanano delle norme che vietano di bere per strada la sera. Ti consigliamo di informarti se esistono divieti e a partire da che ora nella città in cui ti trovi, rivolgendoti alla struttura ricettiva in cui alloggi o alle forze dell’ordine.

Valuta

In aeroporto e nelle grandi stazioni trovi istituti bancari e agenzie di cambio per prelievi o servizi connessi. Le banche (con sportelli bancomat 24h) sono poi diffuse su tutto il territorio; qui puoi cambiare/acquistare traveller's cheque (in dollari o in euro).

La valuta utilizzata in Italia è l’Euro.

Tagli delle monete: 1 centesimo, 2 centesimi, 5 centesimi, 10 centesimi, 20 centesimi, 50 centesimi, 1 Euro, 2 Euro.

Tagli delle banconote: 5 Euro, 10 Euro, 20 Euro, 50 Euro, 100 Euro, 200 Euro, 500 Euro.

Pagamenti Elettronici

Oltre che in contanti, puoi pagare i tuoi acquisti utilizzando le carte di credito più diffuse, cosa ormai consueta nelle attività commerciali italiane, che normalmente espongono all'ingresso i simboli dei circuiti accettati. Nei centri maggiori è possibile pagare anche dal proprio smartphone, con le diverse “app” dedicate.

Telefonia

La rete mobile italiana si basa sulla tecnologia LTE. La rete 4G è la più diffusa e assicura una copertura media del 99,3% sul territorio nazionale. Il 5G è per ora disponibile solo a Milano, Bologna, Torino, Roma e Napoli.

Per chiamare un numero telefonico italiano dall'estero devi digitare il prefisso internazionale 0039 (+39), seguito dal numero di telefono dell'utente, sia che chiami da un telefono fisso o da un cellulare.

Per chiamare dall'Italia verso un altro paese, devi digitare 00 (+) con il prefisso internazionale del paese che vuoi chiamare, quindi il numero dell'utente che vuoi raggiungere. Questa regola vale anche se, in territorio italiano, userai il tuo cellulare con contratto estero, ovvero del tuo paese di provenienza.

In base alla durata del tuo soggiorno, ti consigliamo di valutare l’acquisto di una sim italiana per contenere i costi. Per le chiamate effettuate all'interno dell'Italia basta digitare il numero di telefono senza il prefisso internazionale. Gli apparecchi telefonici pubblici (se ne trovano per strada, in alcuni locali, nei centri commerciali) funzionano con monete oppure con tessere acquistabili presso tabaccai, edicole, negozi di articoli telefonici.

Per informazioni sui servizi di roaming e gli eventuali costi che potresti dover sostenere ti invitiamo a consultare la pagina dedicata su europa.eu

Internet

Per quanto riguarda la navigazione internet, se non hai un piano tariffario che ti consente l’utilizzo della rete dati senza costi aggiuntivi, ti consigliamo di utilizzare le reti wi-fi presenti sul territorio nazionale. Oltre alle reti wi-fi messe a disposizione dagli hotel puoi utilizzare quelle offerte gratuitamente da molti esercizi commerciali, come bar e ristoranti, attrazioni, luoghi della cultura, etc.

Un altro servizio molto utile è quello offerto dal progetto “Piazza Wifi Italia”, la rete nazionale di accesso gratuito ad internet. Prima di partire scarica l'app wifi.italia.it (disponibile per iOS e Android) e registrati. Grazie alla mappa geolocalizzata (scaricabile anche per l'utilizzo off-line) potrai individuare facilmente la Piazza Wifi Italia più vicina a te.

Resta sempre valida l’opzione di acquistare una sim card di un operatore italiano che ti offra la quantità di GB che vuoi per il tempo in cui rimarrai nostro ospite

Elettricità

In Italia l’energia elettrica disponibile ovunque è di 220 volt distribuita a corrente alternata a frequenza di 50 hertz. Le prese elettriche rispettano la normativa europea. Nella maggior parte degli alberghi esistono adattatori per spine particolari.

Acqua

In Italia la fornitura di acqua potabile è garantita su tutto il territorio nazionale: puoi bere l'acqua che esce da tutti i rubinetti e le fontanelle.

Nei rari casi in cui l'acqua non è potabile troverai sempre un cartello che ti avvisa con la scritta “Non potabile”.

Religione

La religione più diffusa in Italia è il cristianesimo, che con le sue diverse confessioni comprende la quasi totalità dei credenti. La maggior parte dei cristiani italiani è cattolica, ma esistono minoranze di ortodossi, di protestanti e di altre confessioni cristiane, come i testimoni di Geova e i mormoni. La religione ebraica è la più antica tra quelle presenti in Italia, dove ancora vive una comunità diffusa di devoti, soprattutto a Roma. Anche l’Islam conta un grande numero di fedeli: è la seconda religione per numero di praticanti. Esistono anche seguaci di culti asiatici; il più diffuso tra gli italiani è il buddhismo.

Luoghi di Culto

La libertà di culto religioso è un principio garantito dalla Costituzione italiana: qualunque sia la tua fede, soprattutto nelle grandi città troverai, oltre alle chiese, moschee, sinagoghe e altri luoghi di culto. Se visiti un luogo di preghiera per apprezzarne le meraviglie architettoniche e artistiche, ricordati di mantenere un comportamento rispettoso, soprattutto durante lo svolgimento delle funzioni.

Festività

FESTE NAZIONALI

In Italia sono 12 le festività nazionali, ovvero giorni in cui la maggior parte delle attività produttive del paese si fermano, con gli uffici pubblici e privati chiusi. Alcuni musei e siti della cultura prevedono giornate di chiusura in coincidenza di certe festività: informati prima di programmare la tua visita. Bar, pasticcerie, gelaterie e ristoranti restano invece aperti. Localmente, in concomitanza con alcune delle ricorrenze annuali, si allestiscono fiere o mercati assolutamente da non perdere. Celebri i “mercatini di Natale”, soprattutto al Nord Italia, e i presepi viventi, diffusi in particolar modo al Sud.

Queste le date:

1° gennaio - Capodanno

6 gennaio - Epifania

Pasqua (la data varia di anno in anno)

Lunedì dell’Angelo (il giorno dopo Pasqua)

25 aprile - Anniversario della Liberazione

1° maggio - Festa dei lavoratori

2 giugno - Festa della Repubblica

15 agosto - Assunzione di Maria Vergine (Ferragosto)

1° novembre - Festa di Ognissanti (Tutti i Santi)

8 dicembre - Immacolata Concezione

25 dicembre - Natività di Gesù

26 dicembre - Santo Stefano

FESTIVITÀ LOCALI E FESTE PATRONALI

In molte città il giorno del patrono è un giorno di festa. Uffici e attività commerciali possono essere chiuse, ma puoi approfittare di queste occasioni per assistere a festeggiamenti spesso affascinanti e coinvolgenti.

29 gennaio - San Costanzo, Perugia (Umbria)

23 aprile - San Giorgio, Campobasso (Molise)

25 aprile - San Marco, Venezia (Veneto)

4 maggio - San Ciriaco di Gerusalemme, Ancona (Marche)

9 maggio e 6 dicembre - San Nicola, Bari (Puglia)

30 maggio - San Gerardo, Potenza (Basilicata)

10 giugno- San Massimo d'Aveia, L'Aquila (Abruzzo)

24 giugno - San Giovanni, Genova (Liguria)

24 giugno - San Giovanni, Firenze (Toscana)

24 giugno - San Giovanni,Torino (Piemonte)

26 giugno - San Vigilio, Trento (Trentino)

29 giugno - San Pietro e Paolo, Roma (Lazio)

15 luglio - Santa Rosalia, Palermo (Sicilia)

16 luglio - San Vitaliano, Catanzaro (Calabria)

7 settembre - San Grato, Aosta (Valle d'Aosta)

19 settembre - San Gennaro, Napoli (Campania)

4 ottobre - San Petronio, Bologna (Emilia Romagna)

Alberghi e Strutture Ricettive

L’offerta ricettiva in Italia è ampia: sono molti infatti gli alberghi, gli agriturismi, i residence e i b&b pronti ad ospitarti ad un passo dalla spiaggia, in città, nell’entroterra o in montagna. A fianco a strutture di grandi catene della tradizione alberghiera, con ogni moderno comfort desiderabile, trovi realtà più piccole, magari inserite in contesti architetturali esclusivi, come palazzi, castelli, ville d’epoca. Sarà un modo diverso di vivere la tua vacanza, immerso nella storia e nell’arte che solo l’Italia può offrire.

Tra le proposte che differenziano l’Italia da molti altri paesi ci sono gli agriturismi: strutture ricettive nate all’interno di vere aziende agricole italiane, dalle più rurali a vere e proprie dimore di charme. Qui più che altrove potrai assaporare prodotti locali, nel rispetto della stagionalità e della tradizione agricola italiana, e vivere esperienze diverse nel corso dell’anno, dall’incontro con gli animali da fattoria alla vendemmia. Distribuiti in modo eterogeneo in tutto il territorio italiano, sono anche punto di partenza per itinerari da percorrere a piedi, in bicicletta o a cavallo alla scoperta dei nostri tanti tesori.

L’offerta ricettiva oggi prevede anche un sempre crescente numero di strutture eco e green, in cui il rispetto dell’ambiente è sacro quanto il benessere degli ospiti.

Gli amanti del campeggio in Italia troveranno la soluzione perfetta per ogni aspirazione; in tenda certo, ma anche in roulotte, camper o nei bungalow quando presenti. L’ultima tendenza, per un contatto al 100% con la natura, offre tende sospese su cavi tra gli alberi, nei boschi anche di alta montagna.

Molte strutture in Italia propongono servizi aggiuntivi per rendere più piacevole il tuo soggiorno: centro benessere, palestra, ristorante interno, escursioni, visite culturali e molti altri, alcuni inclusi nel costo del soggiorno, altri acquistabili su richiesta.

Ristoranti

I ristoranti italiani offrono una grande di varietà di esperienze enogastronomiche ad ogni angolo del paese. La rinomata dieta mediterranea qui viene declinata in mille sfumature, dal gusto verace della tradizione alle evoluzioni dei nostri tanti chef stellati. Al fianco di ristoranti a conduzione familiare, dove conoscere il vero sapore della cucina italiana e le sue sfumature regionali, troverai anche realtà all’avanguardia nell’universo del cibo. E ancora proposte veg, fusion e a km zero. La distribuzione è uniforme: puoi mangiare in un ristorante stellato in alta quota, tra le nevi, o in una trattoria tipica al centro di una grande città. Per godere al massimo della nostra enogastronomia, ti suggeriamo di prenotare il tuo posto a tavola nel locale che preferisci.

Orario dei Pasti

L’ora per mettersi a tavola in Italia varia tra nord e sud: nel primo caso la tendenza è ad anticipare l’ora di inizio sia del pranzo che della cena, viceversa al sud si è soliti iniziare più tardi.

Nelle strutture ricettive, al ristorante, in tavola calda o al bar, di norma il pranzo è a partire dalle 12.30 e fino alle 14.30. In occasione di particolari ricorrenze o eventi, l’inizio e la durata del pranzo possono variare.

L’aperitivo è l’appuntamento da non perdere: si svolge indicativamente a partire dalle 18.00 fino all’ora di cena. Nato come momento di relax alla fine di una giornata di lavoro, soprattutto nei centri a nord, è in breve diventato occasione di degustazione di piccoli sfizi gastronomici, con corredo di Spritz e Prosecco italiano ormai d’ordinanza in tutto il paese.

Il termine “apericena” indica la versione XL dell’aperitivo, in cui la quantità e la varietà di cibo proposto equivalgono ad una vera e propria cena.

La cena classica viene normalmente servita a partire dalle 19.30 fino alle 23.00.

Troverai anche locali che propongono la cena ad ora tarda, per il dopo teatro e per chi preferisce mangiare nel cuore della notte.

Mance

Le mance non sono obbligatorie e in Italia non ci sono norme consolidate: è consuetudine lasciare una cifra vicina al 10% dell'ammontare del conto quando il cliente è soddisfatto del servizio ricevuto.

Musei e Siti Archeologici

L’Italia è il paese dell’arte e della cultura. Non è un modo di dire: è davvero così… Ovunque ti trovi, puoi imbatterti in una pieve, un rudere o una strada che racconta i nostri tanti secoli di storia. Dalle coste, primo e facile luogo d’approdo per millenni, alle montagne che legano l’Italia al resto d’Europa. Dal più piccolo dei borghi alla più moderna della nostre città, sono tantissimi i musei in cui conoscere da vicino la nostra arte, dai tempi preistorici al XXI secolo, grazie ad opere, manufatti e reperti unici, ma anche la nostra cultura, le nostre tradizioni, gli antichi mestieri. Un museo per ogni frutto dell’ingegno, della scoperta, della conquista.

Tanta è la storia che si è consumata sulla nostra terra, che interi siti sono oggi musei a cielo aperto, con vestigia di tempi antichi da scoprire sotto il sole. Necropoli, insediamenti dell’Impero Romano, tracce di antiche civiltà riaffiorate col tempo ed oggi fruibili ai visitatori di ogni parte del mondo, che solo qui possono trovarne così tante e differenti. Nel periodo estivo le proposte si arricchiscono di iniziative esclusive, come visite notturne o all’alba, concerti di musica classica e performance di ogni tipo in scenari irripetibili.

Oggi puoi accedere a tutto questo con un click, prenotando online o via telefono la visita ai principali e più visitati luoghi della cultura italiani, facendo riferimento esclusivamente ai circuiti di ticketing ufficiali collegati ai luoghi che vuoi visitare.

Sconti sono disponibili per gruppi, minori e over 70.

Ogni prima domenica del mese l’ingresso è gratuito in tutti i musei statali.

Ti consigliamo di fare sempre riferimento ai canali ufficiali anche per quanto riguarda le guide turistiche: diffida da chi ti propone questo tipo di servizio in strada o nei pressi dei poli e siti museali italiani, se non ufficialmente autorizzato dagli stessi.

Teatri e Cinema

Puoi assistere a spettacoli teatrali, concerti, proiezioni di film, nelle grandi città o nei borghi. Da un monumento dello spettacolo come La Scala di Milano, ai tanti palcoscenici presenti in molti centri più piccoli, dal multisala di ultima generazione alle arene all’aperto o ai piccoli cinema di provincia.

Molti teatri sono segnalati sulle guide turistiche per la loro storia, per la bellezza delle architetture, per le opere d’arte che conservano o per aver visto il passaggio di miti della musica come Verdi, Puccini, Paganini. Per questo oggi è possibile fare visite guidate nei nostri prestigiosi teatri, per conoscerne ricchezza e segreti, solitamente al mattino e comunque al di fuori degli orari degli spettacoli che ospitano.

Ville e Parchi

Dall’alba al tramonto, puoi immergerti nel verde di ville e parchi cittadini, praticare jogging o andare in bicicletta. L’offerta è ricca, gli spazi verdi sono ovunque e al loro interno spesso conservano gioielli dell’architettura e dell’arte tutti da scoprire. Oltre a ville e parchi pubblici, potrai immergerti nel verde di giardini e orti botanici di grande valore artistico e paesaggistico, con ingresso a pagamento. In questo caso ti consigliamo di prenotare la tua visita, così da velocizzare il tuo accesso una volta raggiunta la struttura scelta. Il ventaglio di offerte prevede visite a piedi, in bicicletta e a cavallo, e strutture accessibili a tutti, dai bambini agli anziani a persone con disabilità.

Negozi e Botteghe Artigianali

Troverai davvero di tutto: dai prodotti artigianali all’alta moda, da vini pregiati a cibi locali solo per fare qualche esempio, basterà fare un giro per i tanti negozi italiani.

Di norma gli esercizi sono aperti dal lunedì al sabato. Alcuni fanno orario continuato dalle 9.00 alle 20.00, altri chiudono all’ora di pranzo, orientativamente dalle 13 alle 15.

Nei centri storici e turistici molti negozi sono aperti anche di domenica, così come negli aeroporti e nelle grandi stazioni ferroviarie. Ovviamente si tratta di orari indicativi che variano da nord a sud, oppure, nei luoghi a forte vocazione turistica, in base alla stagione: orari di apertura più estesi in alta stagione e ridotti in media e bassa stagione.

Centri Commerciali / Outlet

Sono diversi e sparsi per tutta l’Italia, spesso vicino ai grandi centri abitati, ma anche in prossimità di importanti snodi autostradali: sono i centri commerciali, cresciuti negli anni e ormai radicati nel tessuto sociale e nel territorio. Ricchi di vetrine, di proposte culinarie, di spazi per bambini e - in alcuni casi - anche di centri fitness o multisala cinematografici, sono destinazioni ideali per una giornata di shopping. Nati più recentemente, gli Outlet sono sempre grandi centri commerciali, la cui caratteristica è ospitare soprattutto i massimi brand della moda e dell’high-tech con offerte molto vantaggiose, visto che propongono prodotti fuori catalogo.

Centri commerciali, outlet e grandi magazzini sono in genere aperti tutti i giorni con orario continuato dalle 9.30 alle 20.00 (in alcuni casi fino alle 24.00).

Ricevute e Scontrini

Per ogni bene/servizio che acquisterai in Italia, ricorda di chiedere (e conservare) lo scontrino fiscale o la fattura al momento del pagamento: servirà a giustificare il possesso di beni e a non incorrere in sanzioni in caso di controlli. Nel nostro paese infatti ogni attività commerciale ufficiale ha l’obbligo di rilasciare un titolo di pagamento, ed ogni cittadino deve riceverne uno dopo ogni acquisto, per non infrangere la legge. Ma anche - nel caso di acquisto di prodotti - per potersi avvalere della garanzia o per eventuali operazioni di reso.

Trattative

Nel nostro paese di norma i prezzi di beni e servizi sono quelli esposti o riportati nei listini/menu: non è nostra consuetudine contrattare al momento degli acquisti.

Esistono però fiere e mercatini in cui è possibile avviare delle trattative con i commercianti. Ai primi di luglio e dopo le feste natalizie i negozi italiani applicano i cosiddetti “saldi”, ovvero forti sconti sui prodotti in vendita. Le date esatte variano da regione a regione.

Diffida della proposta, in strada, in spiaggia, nei centri storici, di prodotti contraffatti del mondo della moda: il vero design italiano non si acquista sui marciapiedi! Cedendo alla tentazione di risparmiare andresti contro le nostre leggi, che vietano sia la vendita che l’acquisto di questi prodotti che niente hanno a che fare con il vero Made in Italy.

Farmacie

Le farmacie seguono gli orari dei negozi. Nelle grandi città ne trovi di aperte 24 ore su 24. Durante le giornate festive (ad esempio la domenica) o per emergenze notturne, le farmacie sono aperte seguendo un sistema di turni: un calendario (esposto fuori ad ogni esercizio anche chiuso) ti consentirà di sapere dove trovare la più vicina aperta.

Voli Interni

Viaggiare in aereo in Italia è facile, grazie ad un'ampia offerta di voli e di vettori presenti sul territorio. I collegamenti tra le città sono numerosi così come sono frequenti i servizi da Roma e Milano verso tutti gli altri aeroporti italiani. L’ampia rete di collegamenti, inoltre, unisce la penisola con la Sicilia e la Sardegna e con le isole minori. Vi sono in Italia circa quaranta aeroporti di medie e piccole dimensioni, presenti in tutte le regioni italiane (tranne in Molise e in Basilicata).

I principali vettori italiani sono:

ITAwww.itaspa.com

Air Dolomitiwww.airdolomiti.it

Blu Panorama Airlines: www.blue-panorama.com

Neos: www.neosair.it

In Treno

Una capillare rete ferroviaria ti consentirà di raggiungere anche le località più remote d’Italia, dalle destinazioni balneari alle cime montane, attraverso paesaggi e scenari unici. Puoi contare sui collegamenti veloci tra le grandi città (Roma/Milano in poco più di 3 ore) per spostarti in modo confortevole, usufruendo di numerosi servizi di bordo come free wi-fi, ristorazione, assistenza disabili, accompagnamento bambini, trasporto animali e biciclette.

Programma i tuoi spostamenti, per turismo o lavoro, scegliendo fra più di trecento collegamenti giornalieri proposti dalle due compagnie operanti in ItaliaTrenitalia e Italo Treno (NTV).

I biglietti possono essere acquistati on-line sui siti delle due compagnie, presso le agenzie di viaggio o le biglietterie delle stazioni ferroviarie.

Prima di salire sul vagone, verifica se è necessario timbrare il tuo biglietto in una delle macchinette presenti in stazione.

Oltre all’alta velocità, esistono linee minori che consentono di raggiungere in maniera capillare l’intero territorio italiano, inclusi i piccoli centri.

In Pullman

I pullman di linea collegano in modo capillare tutte le destinazioni italiane, dalle grandi città ai borghi. I loro itinerari inevitabilmente incrociano paesaggi e scenari unici, di mare o di montagna, unendo i tanti piccoli gioielli disseminati in ogni angolo d’Italia. È sempre preferibile prenotare il posto in anticipo online, telefonicamente o presso i rivenditori autorizzati.

In Auto

In Italia è riconosciuta la Patente Europea.

I cittadini che provengono da Paesi extracomunitari devono essere in possesso di un permesso internazionale di guida (IDP).

Per muoverti liberamente puoi noleggiare un’automobile, ma ti conviene informarti in anticipo sui requisiti richiesti dalle varie agenzie. L'età, solitamente, deve essere superiore ai 23 anni (talvolta ai 25), ma ci sono anche società che permettono il noleggio ai più giovani. Servono poi una carta di credito e la patente di guida.

Un'eccellente rete autostradale, indicata da una segnaletica di colore verde, attraversa le venti regioni italiane. Due autostrade principali collegano il Nord e il Sud Italia: l'Autostrada del Sole (la A1, che tocca Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli) e l'Adriatica (la A14, che collega Bologna, Ancona, Pescara, Bari e Taranto). Sulle autostrade è necessario pagare il pedaggio. Si possono utilizzare i contanti o la carta di credito. In alternativa, esistono metodi più rapidi, come le carte “Viacard” o il “Telepass”. La Viacard è una carta magnetica che può essere utilizzata nei varchi automatici e manuali, o eventualmente consegnata al casellante. Il Telepass è il sistema automatico di pagamento più pratico e veloce, basato sul riconoscimento elettronico a distanza e l’addebito della tariffa a carico dell’utente: consente di pagare senza fermarsi al casello ed evitando eventuali file.

Per qualsiasi informazione relativa alle condizioni climatiche, ai costi dei pedaggi o al traffico si può fare una sosta ai “Punti Blu”, situati su tutti gli snodi autostradali, contattare il sito ufficiale della Società Autostrade o telefonare al Call Center Viabilità 840-042121, operativo 24 ore su 24.

Un’alternativa alle autostrade è la fitta rete di strade statali, indicate da una segnaletica di colore blu. Esenti da pagamento, ad una o due corsie, sono percorsi secondari che spesso offrono panorami e scorci bellissimi, che non possono essere ammirati dall'autostrada: sono meno rapidi, ma rendono il viaggio decisamente più interessante.

Per informazioni: www.autostrade.itwww.aci.it

Rifornimenti

Il territorio italiano dispone di una fitta rete di impianti per la distribuzione della benzina (senza piombo, diesel) e del gas (gpl o metano) sia sulla rete autostradale che sulle strade secondarie. Lungo le autostrade principali e in diversi centri abitati - non necessariamente i più grandi - oggi puoi trovare le colonnine per la ricarica rapida di veicoli ibridi o elettrici.

Soccorso Stradale

In tutte le ore del giorno per gli automobilisti in emergenza, l'assistenza è garantita dall'Automobile Club d'Italia (ACI), una Federazione di 106 Automobile Club Provinciali, che rappresenta e tutela gli interessi dell'automobilismo italiano. Puoi contattare il numero 803.116, o visitare il sito ufficiale dell'ACI.

Sosta

Le aree di parcheggio nelle grandi città sono delimitate da strisce di vario colore: usualmente le strisce bianche indicano parcheggi liberi, quelle gialle parcheggi riservati (disabili, taxi…), mentre quelle blu indicano parcheggi a pagamento, la cui tariffa varia a seconda della città e, in alcune città, a seconda della zona.Verifica le informazioni riportate sui cartelli e sulle colonnine di pagamento per conoscere gli orari e i giorni in cui è obbligatorio pagare per la sosta, nonché il costo orario della stessa.

Ztl

Molti centri abitati hanno limitato l’accesso delle auto al centro, con l’attivazione di aree ZTL (Zona a Traffico Limitato) ad orario. Questo significa che negli orari in cui i varchi sono attivi non si può accedere ad alcune vie e piazze, a meno che non si posseggano specifici permessi. La gestione dei giorni e degli orari di divieto varia di città in città, ma le segnalazioni sono sempre evidenti e rendono immediatamente comprensibile la possibilità o meno di entrare in una determinata area cittadina. Di norma sono disabilitate nei week-end, ma è bene verificare sempre in base al luogo in cui ti trovi quali sono le regole.

Regole di Guida

Si guida tenendo la destra e si sorpassa a sinistra.

È obbligatorio, per tutti i veicoli a motore, accendere le luci anabbaglianti, di posizione e della targa, in qualsiasi strada extraurbana ed in autostrada, anche di giorno. In città hai la facoltà di scegliere se tenerle accese o meno. L'obbligo di accendere le luci è invece valido anche in città per tutti i veicoli a due ruote (ciclomotori e motocicli).

Il clacson non va usato nei centri abitati, se non per emergenze.

Tram e treni hanno la precedenza.

L'uso delle cinture di sicurezza, anteriori e posteriori (quando presenti) è obbligatorio: le sanzioni possono essere applicate sia al guidatore che ai passeggeri.

Sulle strade con carreggiata a due o più corsie, devi occupare la corsia libera più a destra; la corsia o le corsie di sinistra sono riservate al sorpasso.

Quando arrivi ad un incrocio, salvo diversa indicazione, devi dare la precedenza alle autovetture provenienti da destra.

Il casco è tassativamente obbligatorio per chi guida ciclomotori e motociclette di ogni cilindrata.

I motocicli di cilindrata inferiore a 150 cc. non possono circolare sulle autostrade in nessun caso.


ALCOL E GUIDA

In Italia, il limite tollerato di alcool presente nel sangue per guidare è di 0,5 grammi per litro, in linea con quello previsto nel resto d'Europa.

Limiti di Velocità

Per far rispettare i limiti di velocità, sono installati numerosi controlli elettronici con autovelox e tutor, presenti lungo tutta la rete stradale e autostradale italiana.

Qui sotto trovi i limiti relativi ai diversi mezzi in base al tipo di strada percorsa.

Auto e Moto (oltre 150 cc di potenza):

aree urbane 50 km/h (31 mph);

strade extraurbane secondarie 90 km/h (56 mph);

strade extraurbane principali 110 km/h (68 mph);

autostrade 130 km/h (81 mph).

In caso di pioggia o neve, il limite scende a 110 km/h in autostrada e 90 km/h sulle strade extraurbane principali.

Auto con rimorchio o roulotte:

Nelle aree urbane, la velocità massima è di 50 km/h (31 mph);

sulle strade extraurbane secondarie di 70 km/h (44 mph);

sulle strade extraurbane principali di 70 km/h (44 mph);

sulle autostrade di 80 km/h (50 mph).

Autocaravan di peso superiore a 3,5 tonnellate, ma inferiore a 12 tonnellate:

aree urbane 50 km/h (31 mph);

strade extraurbane secondarie 80 km/h (50 mph);

strade extraurbane principali 80 km/h (50 mph);

autostrade 100 km/h (62 mph).

Equipaggiamento Obbligatorio

Su ogni veicolo devono essere sempre presenti il triangolo segnalatore e la gomma di ricambio. Kit di pronto soccorso ed estintore sono raccomandati.

È obbligatorio avere sul veicolo i giubbotti di sicurezza o le bretelle riflettenti che devono essere indossati da conducente e passeggeri fuori dai veicoli fermi sulla carreggiata, fuori dai centri abitati, di notte o in condizioni di scarsa visibilità. È inoltre obbligatorio indossarli quando si va a sistemare il triangolo dopo un guasto o se si scende dall'automobile ferma sulla corsia d'emergenza.

Assicurazione

Ad ogni veicolo circolante nel nostro paese deve corrispondere un'assicurazione di responsabilità civile. Per chi arriva dall'estero è raccomandata la carta verde: un'assicurazione che può essere stipulata anche alla frontiera, con validità di 15, 30, o 45 giorni.

Incidenti Stradali

In caso di incidenti stradali di lieve entità, le parti - se concordano sulla dinamica del sinistro e sulle responsabilità dello stesso - possono firmare la Constatazione Amichevole di Incidente, in dotazione su ogni automobile con i documenti assicurativi. Questa procedura velocizza i tempi di risarcimento verso chi ha ragione e non richiede l’intervento di forze dell’ordine .

Per situazioni più complesse, ti puoi rivolgere alla Polizia Comunale se la collisione si è verificata in un centro urbano o alla Polizia Stradale (chiamando il 113) se ti trovi in autostrada o su una strada extraurbana. È importante, specialmente se si ricorre alle forze dell’ordine, non muovere nulla sulla scena dell’incidente: i veicoli e i loro eventuali pezzi sparsi sulla carreggiata devono restare dove sono.

In Bicicletta

L'Italia è la destinazione perfetta per i cicloamatori, sia per la sua conformazione geografica che offre dislivelli alla portata di tutti con paesaggi irripetibili, sia perché nel nostro paese è possibile sfruttare altri mezzi di trasporto senza mai abbandonare la propria bicicletta. Le due ruote, infatti, si possono portare su tutti i treni contrassegnati da una grande icona di una bicicletta.

Puoi portare gratuitamente una sola bicicletta (smontata e contenuta in una sacca o una bici pieghevole opportunamente chiusa), sistemandola negli spazi previsti per i bagagli. Se non ci fosse abbastanza spazio, puoi sistemarla altrove, purché non sia d'intralcio o fastidio per gli altri clienti o per il personale di bordo. In ogni caso le dimensioni non devono essere superiori a cm. 80x110x45.

Se non possiedi una bici pieghevole e hai necessità di trasportare la tua bicicletta montata, informati presso la biglietteria per conoscere gli orari dei treni con servizio di trasporto bici e le tariffe eventualmente applicate.

Per informazioni: www.trenitalia.com

Tutti i traghetti e le navi offrono il trasporto gratuito delle biciclette.

Car Sharing | Bike Sharing

Nelle grandi città, ma anche in alcuni piccoli centri, troverai servizi di car-sharing, bike sharing, e di noleggio monopattini: un modo agile ed economico per fare spostamenti circoscritti.

In Autobus

Autobus e tram circolano quotidianamente nelle città italiane, collegando centri storici e periferie, e nei territori extraurbani, per raggiungere cittadine e paesi minori. Ricordati di acquistare il biglietto presso le rivendite autorizzate - corner ufficiali, edicole, bar - prima di salire a bordo. Il servizio è a grande frequenza dal lunedì al venerdì, con orari di fine servizio che variano per aree; nelle grandi città esiste il servizio notturno, con frequenza ridotta. Nel weekend diminuisce il numero di corse disponibili, ma si allunga la durata serale del servizio.

In Metropolitana

Milano, Roma, Napoli, Brescia, Torino, Catania e Genova: in queste città ti puoi muovere con la classica metropolitana sotterranea per spostamenti veloci. Altre città italiane possiedono linee di trasporto ferroviario o tranviario rapido di massa, affini alle metropolitane vere e proprie. Durante la settimana le corse sono costanti e terminano ad orari che variano di città in città; nei fine settimana il numero di corse e l’orario di fine servizio cambiano.

In Taxi

Per spostamenti veloci, soprattutto in città, il taxi rappresenta una valida opzione. Trovi questo servizio nelle città più grandi e nei centri turistici (con maggiore frequenza in alta stagione), ma anche nei borghi più piccoli grazie alla gestione via app.

In Italia i taxi autorizzati sono di colore bianco e devono avere la scritta 'Taxi' sul tettuccio. Devono poi essere dotati di tassametro che indica in tempo reale il costo della corsa a cui, a seconda dei casi, vanno aggiunti costi extra per bagaglio, giorni festivi, corse notturne, percorsi extraurbani (come nel caso di corse per gli aeroporti). Per prenotare un taxi bisogna recarsi nelle apposite aree, contraddistinte da linee gialle o da un cartello arancione, oppure telefonare ai numeri di radiotaxi, che variano da città a città.

È disponibile un numero unico a pagamento - 892192 - attivo su tutto il territorio nazionale, che smista le richieste ad oltre sessanta compagnie di radiotaxi, coprendo così circa il 70% dei mezzi disponibili sul territorio nazionale.

In alternativa sono molte le agenzie ufficiali di noleggio con conducente a cui rivolgerti per i tuoi spostamenti in città o di medio-lungo raggio.

Diffida sempre da chi ti ferma all’arrivo in città, in aeroporto o stazione, per proporti il servizio taxi: si tratta di persone non autorizzate che è bene evitare. In Italia i taxi hanno isole dedicate facilmente identificabili e gli autisti non vanno in giro ad acchiappare clienti.

Navigazione

Navi, aliscafi e traghetti collegano i porti distribuiti lungo tutta la costa italiana e sulle isole grandi e piccole del nostro Paese. Il servizio è disponibile tutto l’anno e, in base alla compagnia e al tipo di imbarcazione, è possibile imbarcare un mezzo di trasporto pagando un costo aggiuntivo. In molti casi puoi raggiungere le piccole perle del Mediterraneo per una gita in giornata. E se porti con te la bicicletta non devi pagare alcun extra!

Cosa Fare

Se ti trovi in serie difficoltà e hai bisogno di aiuto, il numero unico da chiamare per le emergenze in Italia è 112, un numero gratuito da comporre senza alcun prefisso: l’operatore ti metterà in contatto con l’autorità o il servizio in grado di aiutarti.

Per necessità circoscritte a precisi ambiti puoi chiamare anche i seguenti numeri:

Polizia di Stato: 113 (incidenti, furti, ecc.)

Vigili del Fuoco: 115 (incendi, emergenze meteo)

Servizio di urgenza ed emergenza medica: 118 (necessità legate alla salute)

Farmacie

Le farmacie seguono gli orari dei negozi. Nelle grandi città ne trovi di aperte 24 ore su 24. Durante le giornate festive (ad esempio la domenica) o per emergenze notturne, le farmacie sono aperte seguendo un sistema di turni: un calendario (esposto fuori ad ogni esercizio anche chiuso) ti consentirà di sapere dove trovare la più vicina aperta.

Reclami | Disservizi

Qualora si verifichino dei problemi nel corso del tuo soggiorno in Italia, per prima cosa ti invitiamo a rivolgerti alla struttura ricettiva, ristorante, negoziante, ecc. per avere spiegazioni adeguate al riguardo. Se non sarai soddisfatto potrai agire per la tutela dei tuoi diritti tenendo presente che è importante raccogliere e conservare tutta la documentazione e le testimonianze dirette a dimostrare le inadempienze lamentate (fotografie e video ove possibile, dichiarazioni sottoscritte da altri turisti, fatture di spese sostenute, ecc.). Se il disservizio ha riguardato più persone potrai agire con un reclamo collettivo.

Violazioni di tipo amministrativo

Se ricevi richieste di prezzi diversi da quelli esposti, o per la mancanza delle prescritte licenze, il mancato rispetto delle norme igienico-sanitarie, o il rifiuto a rilasciare lo scontrino fiscale, puoi rivolgerti alla Polizia Municipale del luogo o ad altra Autorità di Pubblica Sicurezza, anche per il tramite delle associazioni dei consumatori.

Violazioni di carattere penale

Eventuali furti, truffe o atti violenti devono essere denunciati ai Carabinieri o alla Polizia di Stato, il cui verbale dovrà essere allegato alla richiesta di risarcimento del danno. Questi i numeri telefonici:

 Carabinieri: 112

 Polizia: 113

Assistenza e Consulenza

Per avere informazioni, tutela, assistenza e consulenza sui propri diritti il turista può rivolgersi alle Associazioni dei consumatori, riunite nel Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti.

Ci si può rivolgere anche al servizio Europe Direct (n. 00 800 67891011) da qualsiasi luogo dell’Unione Europea o inviare una email tramite il formulario accessibile qui.

Per la risoluzione delle vertenze in materia di consumo negli Stati membri dell’UE/SEE, è possibile avere informazioni circa la “Rete dei Centri Europei dei Consumatori (European Consumer Centres Network) - ECC Net” consultando il sito www.ecc-netitalia.it o www.euroconsumatori.org.

Assistenza Sanitaria

L’Italia garantisce l’assistenza medica a chiunque ne abbia bisogno e si rechi in un ospedale pubblico o strutture simili presenti sul territorio (pronto soccorso, poliambulatori, guardia medica). In questi casi non è previsto alcun pagamento da parte dell’utente. Ti consigliamo comunque di stipulare un’assicurazione sanitaria di viaggio prima della partenza per garantirti da eventuali infortuni e malattie non coperti dal Servizio Sanitario Nazionale.

Ambasciate e Consolati Stranieri

A Roma, la capitale, sono presenti le ambasciate di più di 200 paesi: qui è possibile conoscere le iniziative culturali organizzate dai vari Stati del nostro Paese e le opportunità di business, nonché le procedure per lavorare in Italia o per ottenere l'abilitazione all'insegnamento. I consolati possono essere di grande aiuto per i turisti che, malauguratamente, si trovassero in difficoltà in Italia. Possono prestare assistenza in specifiche situazioni di emergenza individuali e collettive e rilasciare i documenti di viaggio per il rientro in caso di furto o smarrimento dei documenti d'identità. I consolati delle nazioni che hanno relazioni stabili e frequenti con l'Italia si trovano nelle maggiori città italiane. Inoltre, in molte città italiane ci sono consolati onorari che possono aiutare il turista e supportarlo in ogni evenienza.

Trova l’Ambasciata o i Consolati del tuo Paese in Italia.