Napoli a Natale: gusto, calore e tradizione

Statuette per il presepe a San Gregorio Armeno. Photo by: lapas77 / Shutterstock.com

Un viaggio nella Napoli natalizia, tra icone di un tessuto urbano unico al mondo, antiche tradizioni ed esperienze che scaldano il cuore. Con milioni di piccole luci riflesse nelle acque del Golfo.

Napoli, riflessi di storia e modernità

A segnare il periodo di feste che prelude al cambio di anno, in tutta Napoli è un fiorire di luminarie, su oltre 140 km di strade dal centro storico (Patrimonio Unesco) alla periferia, oltre che in punti iconici come Castel dell’Ovo e tutto il lungomare. In piazza Municipio ti aspetta un Babbo Natale luminoso alto 10 mt, in via Duomo, davanti alla Basilica troverai un tripudio di angeli, e infine in Galleria Umberto ti aspetta una principessa Disney con carrozza. Ogni angolo merita una foto ricordo, da condividere immediatamente sui social, per la gioia (ed i like!) dei napoletani di ogni angolo del mondo.

Il Presepe: napoletano d’adozione

Anche se è nato a Greccio, nel Lazio, il presepe è parte della tradizione partenopea più profonda, che si rinnova di anno in anno grazie al lavoro di mastri presepai, da sempre anima e motore di allestimenti unici che da via San Gregorio Armeno vanno alla conquista del mondo. Nasce qui l’idea di creare statuine per il presepe con sembianze di personaggi della politica, dello spettacolo e dello sport, da Maradona a Chiara Ferragni. Quindi se nel tuo presepe non possono mancare le Kardashian... adesso sai dove trovarle. Se invece vuoi restare nel solco della tradizione, avrai l’imbarazzo della scelta tra figure classiche e iconografiche, dai pastorelli ai pastai.

Sul ghiaccio con Babbo Natale

Vista panoramica di Bagnoli
SHARE

Una grande area coperta in cui prendono vita laboratori dedicati ai più piccoli, come quello per la creazione dei giocattoli o il laboratorio musicale, in cui i bambini saranno guidati alla costruzione di uno strumento musicale. Si tratta di Natale al Parco, villaggio globale ospitato nell’ex base Nato di Bagnoli in cui potrai girare tra i tradizionali banchetti di artisti, artigiani e produttori locali di enogastronomia. L’ingresso è gratuito. Fino ad aprile, potrai cimentarti sui pattini a lame nelle diverse piste di ghiaccio allestite in città: da Mugnano di Napoli, nell’omonimo centro commerciale, dove la lastra di ghiaccio è a disposizione di adulti e bambini, alla pista ospitata da Edenlandia, parco divertimenti in cui si alternano spettacoli “on ice” e apertura della pista per il pubblico.

Un Natale nel sole

Se preferisci il caldo e le esperienze da Frozen non fanno per te, visto che Napoli è sempre baciata dal sole, potrai avere un incontro ravvicinato proprio con la grande palla di fuoco. Che questa volta, oltre a scaldarti il corpo, saprà scaldare la tua anima. Nel piazzale d’ingresso della Reggia di Portici, lato mare, meteo permettendo, troverai i soci dell’Unione Astrofili Napoletani pronti a svelarti i segreti del Sole e a farti fare incredibili osservazioni solari in totale sicurezza con l’elioscopio. Qui potrai conoscere i segreti sul funzionamento degli orologi solari. E troverai anche un mercatino natalizio dove sarà difficile resistere alle tentazioni.

Potrebbe interessarti anche: