Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Arte & Cultura

6 mostre da non perdere in Italia per l’estate 2022

Dalle mostre fotografiche a quelle d’arte, in questi mesi caldissimi sono tanti gli appuntamenti con la cultura da fissare in agenda.

Firenze, Torino, Milano, Roma, sono solo alcune delle città italiane che accoglieranno i turisti per un’estate dedicata alla bellezza da vedere oltre che da vivere ospitando rassegne davvero esclusive.

Ecco quindi le <strong>mostre in Italia</strong> da non perdere durante l’estate 2022.

1. Mostre quadri Italia: le più belle in programma per l’estate 2022

Klimt. L’uomo, l’artista, il suo mondo a Piacenza

A Piacenza imperdibile la mostra dedicata a Klimt. L’esposizione comprende 160 opere del grande artista viennese che documentano il periodo della Secessione Viennese e gli anni successivi con una serie di dipinti, sculture e manufatti d’arte decorativa.
Tra le opere esposte, importantissimo è Ritratto di Signora (1916-17), opera sottratta alla Galleria Ricci Oddi nel 1997 e poi ritrovata nel 2019.
Da non perdere infine la sezione dedicata al meraviglioso Fregio di Beethoven, copia dell’affresco che Klimt eseguì nel Palazzo della Secessione a Vienna.

Per maggiori informazioni

Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi e XNL – Piacenza Contemporanea.

Donatello. Il Rinascimento a Firenze

Questa grande mostra, ospitata in uno dei luoghi votati all’arte più belli di Firenze, mira a ricostruire il percorso artistico di Donatello, mettendolo a confronto con i capolavori dei suoi contemporanei come Brunelleschi, Masaccio, Mantegna e Bellini, ma anche i successivi come Raffaello e Michelangelo.
Circa 130 le opere esposte provenienti da più di 60 istituzioni museali italiane e mondiali.

Per maggiori informazioni

Palazzo Strozzi e Museo Nazionale del Bargello, Firenze

2. Mostre fotografiche Italia: le più belle in programma per l’estate 2022

Forever MARILYN by Sam Shaw a Torino

A 60 anni dalla morte di Marilyn Monroe, questa mostra fotografica pone l’accento soprattutto sugli aspetti meno noti di una donna che ha fatto la storia del cinema ed è divenuta un’icona. 

Oggetto dell’esposizione torinese sono gli scatti più famosi che la ritraggono ma anche oltre 60 memorabilia alcuni esposti in Italia per la prima volta.

Articoli di bellezza, abiti, scarpe, i biglietti aerei originali della diva, foto e oggetti personali e di scena, come il mitico ventilatore, usato per il film Quando la moglie è in vacanza, film di cui si potrà vedere anche il copione.

E in anteprima mondiale, la foto originale della Monroe che esce trafelata dal St. Regis Hotel di New York, poco prima che sia filmata la scena iconica della metropolitana, la lettera d’amore ad Arthur Miller e l’abito indossato da Marilyn proprio durante il matrimonio con lo sceneggiatore.

Per maggiori informazioni

Palazzina di Caccia di Stupinigi, Torino

Oliviero Toscani. Professione fotografo a Milano

La mostra di Palazzo reale a Milano propone 800 scatti di Toscani e presenta al pubblico tratti iconici del suo lavoro e opere meno conosciute, raccontando la carriera di un uomo che negli anni ha influenzato i costumi di diverse generazioni.

L’esposizione raccoglie i lavori da lui realizzati dai primi Anni 60 fino a oggi: immagini e campagne pubblicitarie che lo hanno reso noto e riconoscibile in tutto il mondo.

Per maggiori informazioni

Palazzo Reale, Milano

L’occhio come mestiere a Roma

Roma ospita una nuova mostra dedicata al grande fotografo nato a Santa Margherita Ligure nel 1930 Gianni Berengo Gardin.
150 fotografie ripercorrono le sue tematiche più care. Dalla Venezia delle prime immagini alla Milano dell’industria, degli intellettuali, delle lotte operaie; dai luoghi del lavoro (i reportage realizzati per Alfa Romeo, Fiat, Pirelli, e soprattutto Olivetti) a quelli della vita quotidiana; dagli ospedali psichiatrici (con Morire di classe del 1968), all’universo degli zingari; dai tanti piccoli borghi rurali alle grandi città; dall’Aquila colpita dal terremoto al MAXXI in costruzione fotografato nel 2009.

Per maggiori informazioni

MAXXI, Roma

Steve McCurry Icons a Riccione

70 fotografie per ripercorrere i momenti più importanti di Steve McCurry in mostra a Riccione.
Si parte dagli scatti, gli unici in bianco e nero, realizzati tra il 1979 e il 1980 nel suo primo reportage in Afghanistan. Non mancano il suo ritratto più famoso, la Ragazza afghana, scattato in un campo profughi vicino a Peshawar in Pakistan e nominato come “la fotografia più riconosciuta” nella storia della rivista National Geographic e alcuni degli scatti più iconici del grande fotografo americano realizzati nel corso della sua lunga carriera. Da non perdere.

Per maggiori informazioni

Villa Mussolini, Riccione