Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Natura

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna

Seicento chilometri di sentieri escursionistici da percorrere a piedi e sulle due ruote tra foreste, crinali e mulattiere, nella suggestiva natura dell’Appennino Tosco-Romagnolo

Il silenzio della foresta

Seicento chilometri di sentieri escursionistici da percorrere a piedi e sulle due ruote (noleggiabili anche in loco) tra foreste, crinali e mulattiere, nella suggestiva natura dell’Appennino Tosco-Romagnolo dominata dalle faggete vetuste del Parco e dalla Riserva Integrale di Sasso Fratino, Patrimonio Unesco. E che spesso coincidono con cammini e vie di pellegrinaggio come quelle che conducono al santuario della Verna, dove dimorò San Francesco ricevendo le stigmate, o all’eremo di Camaldoli. Imperdibili per i camminatori il Sentiero delle Foreste Sacre, l’Alta Via dei Parchi, e i numerosi Sentieri Natura di facile percorrenza, e per i bikers la scenografica “Pista forestale della Lama”. Nell'anno di Dante700, che nel 2021 celebra il Padre della lingua italiana a 700 anni dalla sua morte, meritano sicuramente una menzione speciale Le vie di Dante, la rete di cammini e percorsi che si snoda fra Firenze e Ravenna sulle orme del Sommo Poeta e che ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di Best in Travel 2021 di Lonely Planet nella categoria turismo culturale sostenibile e slow. Possibili anche escursioni guidate, anche in sella a cavalli e asini e, nella bella stagione, in battello elettrico sul Lago di Ridracoli. Da segnalare infine la possibilità di vivere un’esperienza di volontariato partecipando a progetti di valorizzazione e conservazione della natura, come la manutenzione dei sentieri e la gestione della fauna locale.