Divertirsi al museo, tra esperienze reali e realtà virtuale

Museo Enzo Ferrari - Modena, Emilia Romagna. Photo by: ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, licenza CC BY-NC-SA <https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it>

Lungi dall’essere i luoghi polverosi del tempo che fu, oggi sono sempre di più i musei capaci di intercettare gli interessi anche dei più giovani, con contenuti ad hoc e allestimenti originalissimi, spesso interattivi e coinvolgenti: eccone 5 che li lasceranno assolutamente soddisfatti. 

Potrebbe interessarti anche:

Museo Nazionale del Cinema - Torino, Piemonte. Photo by: pio3 / Shutterstock.com
SHARE

Situato all’interno della scenografica Mole Antonelliana, monumento simbolo del capoluogo piemontese, il museo ripercorre l’intera storia del cinema dalle origini ai giorni nostri. L’allestimento, in molti casi interattivo, si sviluppa a spirale verso l’alto su più livelli espositivi, mettendo in mostra 1.800.000 opere tra film, fotografie, apparecchi, manifesti, memorabilia, documenti, registrazioni sonore, libri e dischi. Il materiale è ordinato secondo tre grandi filoni tematici: l’archeologia del cinema, la fotografia e la storia del cinema.

Scopri di più: museocinema.it

Una sala del Museo Ferrari - Maranello, Emilia Romagna. Photo by: ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, licenza CC BY-NC-SA <https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it>
SHARE

Il Museo Enzo Ferrari di Modena e il Museo Ferrari di Maranello raccontano congiuntamente storia e imprese dell’auto da corsa più iconica di tutti i tempi e dello storico fondatore aziendale. In mostra tutte le sue maggiori testimonianze, come le auto trionfatrici, le divise dei piloti, l’ufficio originario di Enzo Ferrari. È anche possibile vivere esperienze emozionanti, come i simulatori di guida dall’effetto straordinariamente reale e il tour della leggendaria fabbrica. I musei organizzano anche programmi didattici per le scuole.

Scopri di più: ferrari.com

Silhouette di spalle di un uomo con delle cuffie che gioca con un videogame davanti a un grande schermo in una stanza scura
SHARE

Il museo racconta l’enorme e interessante evoluzione tecnologica dei videogiochi, partendo dai primi arrivati sul mercato fino a quelli avanguardistici dei giorni nostri. In mostra ci sono oltre un migliaio di videogames nati a partire dal 1972, installazioni, console, computer, prototipi e memorabilia, oltre a postazioni in cui si possono sperimentare direttamente i giochi più famosi. Vengono organizzati anche eventi e iniziative tematiche a livello ricreativo, didattico e artistico.

Scopri di più: videogameartmuseum.it

A Coverciano, quartier generale del Centro Tecnico Federale calcistico, il museo racconta la storia della Nazionale Italiana e della FIGC. Emozioni e ricordi rivivono attraverso un percorso espositivo costellato di cimeli come gagliardetti, maglie dei calciatori, mascotte dei Mondiali, trofei e coppe, oltre a una ricca documentazione storica multimediale con video, immagini e suoni. Si può anche visitare l’area dei campi dove si allena la Nazionale. Il museo vuole anche promuovere tra i giovani i valori del calcio e dello sport, attraverso percorsi didattici legati alla cultura del calcio.

Scopri di più: figc.it - museo-del-calcio

Museo del Selfie, Lazio
SHARE

Situato all’interno del parco marino Zoomarine, è l’unico di questo genere esistente in Italia. Propone un percorso ludico-didattico di 400 mq con 25 fantasiose ambientazioni in cui scattarsi selfie con effetti speciali, come camminare a testa in giù sul soffitto, cadere nel vuoto da un grattacielo, nuotare in una vasca colma di palline colorate, divertirsi con ciambelle gigantesche. Il museo racconta anche la storia e la cultura di questa debordante passione del momento, con foto storiche che possono essere considerate come i suoi antenati. 

Scopri di più: zoomarine.it - Museo del selfie