Camogli

Un tipico paese marinaro caratterizzato da case alte e dipinte con colori vivaci che affascinano la vista. Un luogo romantico, immerso in una magnifica cornice naturale, che da secoli incanta i turisti di tutto il mondo in cerca di relax, cultura, mare e buona cucina.

Il borgo dedito inizialmente alle attività marittime e commerciali nel corso degli anni ha sviluppato alcune caratteristiche attività artigianali come la filatura, la tessitura e la tintura dei tessuti.

Cosa vedere


Basilica Minore di Santa Maria Assunta, Camogli - Photo by: Fabio Caironi / Shutterstock.com
SHARE

Peculiarità di questa zona e anche della Liguria sono le tipiche facciate dipinte, note come “trompe l'oeil” raffiguranti elementi architettonici come basamenti, cornicioni, balconi, fiori e persiane chiuse.

Tra i luoghi da visitare ci sono molte chiese, a cominciare dalla Basilica Minore di Santa Maria Assunta, affacciata sul porticciolo e realizzata nel XII sec; la chiesa presenta una doppia facciata in stile ionico. 

C'è poi il Santuario di Nostra Signora del Boschetto, eretto nel luogo in cui, secondo la tradizione popolare, nel 1500 apparve la Madonna. Da vedere anche la caratteristica chiesa "Millenaria", dedicata al Sacro Cuore di Gesù, risalente al XIII secolo e la Chiesa parrocchiale di San Rocco nella frazione di San Rocco di Camogli con vista panoramica sul Golfo Paradiso.


Castello della Dragonara, Camogli
SHARE

Tra le architetture civili c'è il piccolo Castello della Dragonara, eretto in epoca medioevale a protezione del borgo e dell'intera costa.

Infine, altro complesso difensivo da vedere è la caratteristica Batteria di Punta Chiappa, costruita tra gli anni Trenta e Quaranta del '900 e utilizzata durante la II guerra mondiale.

Cosa fare

Per gli appassionati di mare e di storia, a Camogli si consiglia una visita al Museo Marinaro che custodisce opere legate al mondo del mare, tra cui quadri e curiose navi in bottiglia. Tra queste ultime c'è una bottiglia in cui sono riprodotte le case di Camogli oltre ai velieri e al porto. C'è anche una zona dedicata ai modellini e alle navi. Qui si può ammirare una parte del siluro tedesco che nella prima guerra mondiale affondò il piroscafo inglese Washington.


Punta Chiappa
SHARE

Gli amanti del trekking possono percorrere uno dei molti sentieri panoramici che congiungono Camogli alla frazione di Ruta e magari raggiungere Punta Chiappa, un caratteristico borgo marinaro, che prende il nome da una roccia a punta protesa sul mare, oppure San Rocco. È su uno di questi sentieri che sorge la splendida chiesa romanica del XII secolo di San Nicolò di Capodimonte.

A chi ama le immersioni si consiglia la visita di una delle tante grotte, in particolare quella dei Gamberi, a punta Chiappa, il cui nome deriva dalla presenza di moltissimi e piccolissimi gamberi che ne ricoprono completamente le pareti. Nella grotta si possono vedere inoltre piccole aragoste, granchi e coralli.

Intorno al porto e lungo tutto il lungomare si sviluppano piccoli locali, ristorantini e botteghe, in cui trascorrere i pomeriggi e le serate.

Da non perdere


San Fruttuoso
SHARE

Una visita alla baia di San Fruttuoso, raggiungibile grazie a un sentiero scosceso o in battello. Qui si trova un caratteristico borgo sorto attorno al monumentale complesso dell'abbazia di San Fruttuoso di Capodimonte.


Cristo degli Abissi
SHARE

Gli amanti delle profondità marine non potranno mancare l'occasione di un'immersione per vedere il celebre Cristo degli abissi, opera di Guido Galletti posta nel 1954 sul fondale della baia di San Fruttuoso.

Per chi si trova da queste parti in maggio, immancabile è la famosa sagra del pesce che si tiene nella seconda domenica maggio, in cui si fa uso di una leggendaria e gigantesca padella.

Una gita in alcuni dei caratteristici paesi della vicina Riviera di Ponente o spostandosi dall'altra parte, in uno splendido borgo delle Cinque terre. 

Potrebbe interessarti anche: