Bike Park, emozioni forti su due ruote immersi nella natura

Lanciarsi in sella lungo i pendii o avventurarsi su percorsi impegnativi, a volte estremi: per gli appassionati delle emozioni su due ruote i bike park sono veri e propri parchi naturali di divertimento, per vivere la montagna tutto l’anno. Eccone 5 per ogni livello di abilità, senza dimenticare casco e imbottiture anti-infortunio.

Valle d’Aosta: Pila Bikeland

Nella conca valdostana di Pila, il parco consente di scendere a tutta velocità in sella a una mountain bike tra boschi e prati, secondo i propri livelli di capacità e con diversi gradi di difficoltà. Ci sono infatti percorsi di downhill per bikers provetti, piste di freeride tracciate su un terreno prevalentemente naturale – tra cui la bellissima Pila–Aosta e il tracciato Desarpa Bike - e una rete di strade poderali su cui cimentarsi con il cross country a ogni livello.

Scopri di più: pila.it/pila-bikeland

Piemonte: Bike Park Sauze d'Oulx

Situato in Val di Susa, la vallata alpina a ovest di Torino che confina con la Francia, è l’ideale per gli appassionati del gravity. I suoi dodici percorsi si sviluppano infatti su un territorio che presenta oltre 1000 metri di dislivello, dove si alternano prati di montagna e boschi di larici piacevolissimi da percorrere a tutte le velocità. Il parco è quindi adatto a riders già esperti, desiderosi di mettere alla prova le proprie abilità lungo single track e toboga. 

Scopri di più: turismotorino.org - Bike Park Sauze d'Oulx

Trentino: Dolomiti Paganella Bike

Oltre 400 chilometri di bike trail nell'area delle Dolomiti Paganella, cuore della spettacolare catena montuosa  Patrimonio Unesco, per tutti i livelli e le discipline. Il parco offre itinerari MTB di vario grado, da quelli facili su sterrato e nel bosco anche per famiglie, alle vicine ciclabili del fondovalle. Per i più esperti ci sono anche tre Bike Zone per downhill, freeride e flow, collegate tra loro da trail e impianti, percorsi in singletrack, pump track e un’ampia  Skill Area. C’è anche la possibilità di partecipare a tour guidati organizzati e di partecipare a corsi con istruttori specializzati.

Scopri di più: dolomitipaganellabike.com

Toscana: Abetone Gravity Park

Nell’appennino pistoiese, presso l’omonimo passo dell’Abetone al confine con l’Emilia Romagna, il parco offre una serie di percorsi suddivisi principalmente tra aree in discesa e piste enduro, oltre ad altri più facili xcountry. I tracciati si insinuano tra i boschi e le foreste di abeti e faggi lungo tutta la montagna, spesso cosparsi di rocce e radici, salti naturali e curve paraboliche, che li rendono piuttosto impegnativi. Per questo sono allettanti per gli esperti, e invitanti per i principianti desiderosi di allenamento.

Scopri di più: abetonegravitypark.it

Abruzzo: Swup Bike Park

Nell’altipiano carsico di Campo Felice, sull’Appennino abruzzese nel territorio di L’Aquila, il divertimento è per tutti: ci sono percorsi freeride per gli amanti della tecnica, tragitti larghi e scorrevoli movimentati da paraboliche per chi preferisce la velocità, piste ibride che incrociano downhill e slope style, varianti con rampe e drop per evoluzioni adrenaliniche. Inoltre c’è una serie di appositi percorsi e varianti dedicati esclusivamente ai principianti. La Fun Kids Area attrezzata con tappeti elastici, gonfiabili, scivoli e snowtubing estivo con ciambelle da discesa garantisce il divertimento anche ai più piccoli.

Scopri di più: facebook.com/swupthepark

Potrebbe interessarti anche:

Lombardia: Il Parkour
Sono tanti gli spazi del capoluogo lombardo che ne fanno il palcoscenico ideale per gli amanti di questa disciplina, consistente nel compiere un percorso costellato di ostacoli di ogni genere muovendosi in maniera veloce e acrobatica. I tracciatori, come vengono chiamati coloro che lo praticano, possono muoversi tra rampe, muretti, sbarre, ringhiere e scalinate degli spazi urbani oppure dei parchi cittadini, correndo, saltando, rotolando, arrampicandosi e volteggiando con una grande capacità di equilibrio.