Sei in Home / Scopri l'Italia / Veneto / Vicenza

Vicenza

  • Descrizione
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa assaggiare

Al centro della regione veneta si trova la provincia di Vicenza, un territorio multiforme dove montagne, pianure, corsi d’acqua, città d’arte e magnifiche ville offrono tanti modi per trascorrere una vacanza indimenticabile

A nord si estende l’Altopiano di Asiago con i suoi 8 comuni: una tavolozza di colori dove il verde smeraldo delle vallate e dei vasti prati si mescola con quello intenso dei fitti boschi.
Sotto l’altopiano si trova la zona del Bassanese, dominata dal Monte Grappa, ideale per coloro che amano i paesaggi dolci delle colline, i luoghi della memoria, le tradizioni e gli antichi mestieri.

Scendendo si incontrano le ampie vallate dell’Alto Vicentino di notevole interesse paesaggistico, storico e artistico, come testimonia la città di Vicenza situata al centro della pianura.
Un mosaico di geometrie coperte da filari di vite, distese di ulivi e alberi da frutto, dominato dalle pietre possenti dei Berici, è il paesaggio del Basso Vicentino, la striscia di terra che segna la parte più a sud della provincia.
Visitare la provincia di Vicenza significa immergersi in un universo dove  natura, arte e storia si fondono armoniosamente.

Le ville venete hanno come massima espressione quelle progettate nel Cinquecento da Andrea Palladio, considerato il più grande architetto del suo tempo per l’eleganza delle forme e lo stile ineguagliabile che ha saputo imprimere alle sue opere.

Un grande ingegno che trova ampia testimonianza a Vicenza e nelle sue terre, sito UNESCO dal 1994, con ben 39 siti da visitare per ammirare l’estro architettonico di questo grande maestro.
Nel centro storico della città si trova la splendida Piazza dei Signori, dominata dall’imponente Basilica Palladiana, per la quale il grande architetto realizzò il doppio ordine di portici e logge, e dalla superba Loggia del Capitanio. 

Ma le strade e le piazze di Vicenza sono costellate di grandi opere del Palladio come Palazzo Chiericati, uno dei più bei palazzi del Cinquecento e il Teatro Olimpico, nato da una progetto originario del Palladio e poi ampliato da Vincenzo Scamozzi.
Fra le ville più suggestive troviamo villa Almerico Capra detta “La Rotonda”, capolavoro indiscusso del Palladio, il cui interno è decorato da splendidi affreschi e pregevoli stucchi.
Poco lontano, Villa Valmarana “ai Nani”, così chiamata per le 17 statue di nani in pietra oggi disposte sul muro di recinzione. Se al Palladio va riconosciuto il merito dell’eleganza e dell’armonia delle linee architettoniche, a Giambattista e Giandomenico Tiepolo si devono le meravigliose opere pittoriche che decorano gli interni. Genialità diverse unite in un’opera di grande valore.

Ed è proprio il Tiepolo, l’altro grande nome che ha contribuito alla bellezza artistica di Vicenza e della sua provincia. Tanti i luoghi dove ammirare le sue meravigliose opere: dalla Pinacoteca di Palazzo Chiericati alla Chiesa di S.Stefano, dalla Chiesa dei SS. Vito, Modesto e Crescenzia di Noventa Vicentina alla famosa Villa Cordellina Lombardi di Montecchio Maggiore.
Etele e Giordano, protagonisti di una storia immaginaria che racconta il loro grande amore finito per colpa di un triste sortilegio. Merita una visita la leggendaria Montagna Spaccata, uno spettacolo della natura, una profonda fenditura scavata nella roccia dall'erosione dei torrenti e dalle mutazioni geologiche avvenute nel corso di millenni. Un paesaggio fiabesco dove inerpicarsi, di giorno e di notte, lungo scalinate e passerelle che conducono nei meandri di questa suggestiva oasi naturalistica.

Poco distante, situato nello splendido scenario della Conca Smeraldo troviamo Recoaro Terme – una dei centri termali più famosi d’Italia - un luogo dove rigenerarsi e ritrovare un equilibrio psico-fisico ottimale grazie alle qualità curative delle acque ed allo splendido paesaggio circostante.
L’Altopiano di Asiago e i suoi otto comuni offrono un paesaggio naturale veramente meraviglioso sia d’inverno, quando un candido manto di neve ricopre il paesaggio, sia d’estate quando la natura si risveglia in un’esplosione di colori.

I diversi paesaggi della provincia di Vicenza offrono un’ampia scelta per gli amanti dello sport.
Arrampicataparapendio e quad per i più temerari,<bp;mountain<> biketrekkingorienteering, per chi ama rimanere con i piedi per terra: tanti modi per divertirsi esplorando luoghi affascinanti come quelli dei Monti Berici, del Monte Grappa e dell’Altopiano di Asiago.

E quando arriva la neve le occasioni per divertirsi in Veneto raddoppiano: sci,snow&board, corse sulle slitte, pattinaggio sul ghiaccio, modi diversi per vivere le proprie vacanze a contatto con la natura. Gli appassionati di sci da fondo troveranno nella famosa Marcia Bianca una entusiasmante opportunità per mettersi alla prova su percorsi di 25 o 50 km con partenza da Enego.
Se la meta ideale per le vostre vacanze è una Strada del Vino, allora non potete perdervi un viaggio nella terra del Recioto di Gambellara, dei vini Doc di Breganze o dei Colli Berici. 

Agli amanti della buona tavola consigliamo le Strade del Gusto, dedicate alla riscoperta degli antichi sapori e dei prelibati piatti tipici locali: quelle dedicate alla valorizzazione del famoso Baccalà alla Vicentina oppure alla degustazione del formaggio Asiago, conosciuto nel mondo come eccellenza tra i prodotti made in Italy.
Avete una passione sfrenata per il cioccolato? Vicenza vi regala tre giornate di intense emozioni, con più di cinquanta stand tra cui scegliere per appagare il vostro desiderio di dolcezza. Stiamo parlando di CioccolandoVi, una kermesse interamente dedicata al “cibo degli dei” che vede all’opera i più famosi maestri cioccolatieri impegnati ad offrirvi questa delizia in mille diverse varianti.

Da non perdere anche le tante sagre che, ogni anno, si celebrano nei comuni del Vicentino: da quella del vino a quella delle ciliegie, da quella dell’acqua a quella dei “corgnoi” (lumache). Anche le rievocazioni storiche non mancano. Una delle più famose è la Partita a Scacchi con personaggi viventi organizzata nella piazza di Marostica.</bp;mountain<>

Il territorio vicentino è, per tradizione, legato al culto del buon vino ed alla passione per la buona cucina con una varietà di cibi che spaziano dai formaggi, al pesce e ai salumi.

Celebri sono formaggi dell'altopiano di Asiago, tra i quali il famoso Asiago DOP, e il Morlacco o Burlacco, prodotto solo d’estate nell'area del Grappa. Sapori intensi e particolari sono offerti anche dalla produzione degli insaccati tra i quali la soppressa vicentina, un perfetto connubio tra dolce e pepato, il prosciutto Veneto Berico-Euganeo DOP e quello della Val Liona e il salame d’asino da gustare crudo accompagnato alla polenta o cotto in padella o alla griglia.

Tra i prodotti della terra, famosi sono gli asparagi bianchi e il radicchio bianco di Bassano del Grappa, le patate di Rotzo, le ciliegie di Marostica, i funghi di Costozza ed i tartufi neri dei Colli Berici. Tra i piatti a base di pesce, indubbiamente il più celebre è il rinomato baccalà alla vicentina ma la trota non è da meno e qui si trova la specie più pregiata – quella Fario – dalla carne bianca e dal sapore molto delicato da gustare cotta al cartoccio, alla griglia o lessa.

Sapori genuini resi ancora più esaltanti se accompagnati da un buon bicchiere di vino ed il Vicentino ne produce tanti e tutti molto pregiati.
Ricca anche la produzione di distillati tra cui spicca la famosa grappa di Bassano e l’ampia varietà di amari.