Sei in Home / Scopri l'Italia / Toscana / Livorno

Livorno

  • Descrizione
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa assaggiare

La provincia di Livorno si estende lungo la costa centrale della Toscana, da Piombino a Livorno e si inoltra per un tratto molto breve nell’entroterra, in un continuo alternarsi di pianure e colline.
Comprende anche alcune isole dell’Arcipelago Toscano tra cui la splendida Isola d’Elba che, con le sue svariate attrattive e i suoi incantevoli paesaggi, è una meta turistica di grande richiamo; CapraiaGorgonaPianosa e la selvaggia Montecristo che è Riserva Naturale Integrale

Il litorale, noto come Costa degli Etruschi per la ricchezza di testimonianze lasciate dall’antica civiltà, fonde armoniosamente aspetti naturalistici e culturali. Tra pinete, lunghe spiagge e scogliere sorgono rinomati centri turistici come CastiglioncelloRosignano MarittimoMarina di CecinaMarina di Bibbona e l’incantevole Golfo di Baratti e Populonia, tutti ricchi di storia e di preziosi reperti archeologici. 
Di particolare valore naturalistico, la Val di Cornia comprende un vasto sistema di aree protette tra cui il Parco Costiero della Sterpaia che racchiude il paesaggio litoraneo tipico della Maremma, il Parco Costiero di Rimigliano, ricco di vegetazione mediterranea e, nell’entroterra, il Parco Forestale di Poggio Neri e il Parco Naturale di Montoni con magnifiche foreste di lecci. 

Tutti gli ambienti del territorio, dalla costa all’entroterra, rivelano i segni della millenaria presenza dell’uomo e della sua opera: dalle necropoli etrusche presenti nel Golfo di Baratti alle remote testimonianze sull’attività di estrazione mineraria sulle Colline Metallifere, fino ai caratteristici borghi medievali come Campiglia MarittimaSuvereto e Sassetta che con i loro tesori di arte rendono unica questa terra ricca di colori profumi e sapori. 
Molte ancora sono le suggestioni del territorio: dal ricordo del grande poeta Giosuè Carducci nella frazione di Bolgheri, al ricordo di Napoleone che trascorse all’Elba un breve periodo di esilio, al ricordo del pittore Giovanni Fattori, originario di Livorno.

Prima tappa di un percorso alla scoperta del territorio è Livorno, uno dei porti più importanti d’Italia e sede dell’Accademia Navale. La città conserva ancora oggi il fascino e l’assetto conferitole dai Medici tra il Cinquecento e il Seicento: la cinta muraria pentagonale circondata da fossi navigabili, le fortificazioni dal caratteristico colore rosso tra cui la Fortezza Vecchia, opera di Antonio da Sangallo, il Duomo e la porticata Via Grande
Di grande fascino è anche il quartiere Venezia Nuova, realizzato nel Seicento sul modello della città lagunare: comprende una fitta rete di canali con ponti e palazzi a più piani e ospita locali alla moda e ristoranti caratteristici. 

Di particolare rilievo artistico è la Chiesa di Santa Caterina, mentre di grande rilievo religioso è il Santuario dedicato a Santa Maria delle Grazie, situato nella frazione Borgo di Montenero, a pochi chilometri dalla città. 
Tra le architetture particolari spiccano il Cisternone e il Cisternino, due grandi serbatoi in stile neoclassico dell’architetto Poccianti, oggi sede di eventi culturali. Da non perdere il Museo Civico Giovanni Fattori, situato nella meravigliosa Villa Mimbelli, che ospita una ricchissima collezione di dipinti toscani realizzati tra Ottocento e Novecento e una raccolta di opere del Fattori. 

Destinazione ideale per un soggiorno al mare è il Golfo di Baratti con il suo caratteristico porto, l’acqua cristallina, la spiaggia sabbiosa che sfuma in una fresca pineta e il Parco Archeologico con le necropoli etrusche e le testimonianze sull’attività di lavorazione del ferro proveniente dalla vicina Elba. Il Golfo è dominato dal pittoresco borgo di Populonia, situato sulla sommità del promontorio, circondato da mura e difeso da una possente Rocca. 
Nel cuore delle Colline Metallifere merita una visita il Parco archeominerario di San Silvestro, che custodisce le testimonianze della millenaria attività di estrazione dei metalli e i resti di un villaggio medievale di minatori. Centri di particolare valore culturale sono Castiglioncello, con la necropoli di epoca tardo repubblicana e Cecina, con il suo interessante museo etrusco-romano. Di particolare interesse è Castagneto Carducci, composto da diversi borghi tra cui Bolgheri dove visse per un certo periodo il poeta Giosuè Carducci. Ancora oggi è possibile ammirare l’Oratorio di San Guido e percorrere il viale con il duplice filare di cipressi, celebrati dal poeta nei suoi versi. 

Paese di grande suggestione e di antiche origini è Suvereto, situato in posizione panoramica sulle colline; comprende un notevole patrimonio artistico, dalla Chiesa romanica di San Giusto al duecentesco Palazzo Comunale, alla Rocca.  
Meta turistica per eccellenza è l’Isola d’Elba, caratteristica per le sue acque cristalline e le sue coste alte e frastagliate in cui si aprono baie e spiagge di ghiaia o sabbia o scoglio. L’Isola è ricca di minerali e abitata fin dall’antichità, come testimoniano i caratteristici centri di Rio Marina e Capoliveri.
 Le località più frequentate dai turisti  sono il pittoresco Porto Azzurro, con la grandiosa Fortezza e Portoferraio, che conserva molti ricordi di Napoleone, tra cui i luoghi in cui visse: la Palazzina dei Mulini con arredi e oggetti originali e Villa San Martino, sua residenza di campagna.

La costa e le isole offrono ampie possibilità di trascorrere un piacevole soggiorno al mare tra spiagge di sabbia o scogli e di praticare tutti gli sport acquatici e la nautica. Gli appassionati di sub possono effettuare immersioni nei meravigliosi fondali per ammirare la flora e tante diverse specie di pesci. 
I fitti boschi e le diverse aree protette danno la possibilità di svolgere escursioni a contatto con la natura, dalle semplici passeggiate al trekking oppure di seguire i percorsi predisposti per trekking e mountain bike
Lungo le colline e tra i caratteristici borghi dispersi nella campagna è possibile effettuare percorsi enogastronomici alla scoperta dei prodotti e dei vini locali. 
Per un soggiorno di relax e benessere si consigliano bagni e trattamenti presso le famose Terme di Caldana o presso le Terme di San Giovanni sull’Isola d’Elba

Il territorio presenta un calendario ricco di iniziative ed eventi, primo tra tutti il Trofeo “Accademia navale e Città di Livorno”, una gara velica di richiamo internazionale (fine aprile); altra manifestazione del capoluogo toscano è costituita dalle gare remiere tra i rioni della città che si corrono nei mesi di giugno e luglio; sempre a Livorno si disputa il Palio Marinaro la seconda domenica di luglio.

Tra gli eventi culturali spicca la manifestazione Effetto Venezia che si tiene nei primi giorni di agosto a Livorno nel quartiere Venezia Nuova. 
Tra le feste folcloristiche, di particolare rilievo è il corteo storico del Maggio Campigliese che si tiene il secondo fine settimana di maggio a Campiglia Marittima
Infine, a Suvereto la prima domenica di dicembre si tiene la sagra del cinghiale, con il Palio delle Botti e la giostra degli arcieri.

Nella tradizione gastronomica livornese un posto di privilegio ha il pesce
Tra le specialità locali spiccano il cacciucco (zuppa di pesci e pane abbrustolito), le triglie alla livornese in salsa di pomodoro con aglio e prezzemolo e il baccalà e lo stoccafisso con cipolla, pomodoro e patate. 

La presenza di diversi influssi culturali a Livorno ha dato origine a piatti unici e particolari: la torta di ceci, accompagnata spesso dalla schiacciata o dal pane salato; le roschette di pasta di pane salata a forma di piccole ciambelle; la schiacciata di Pasqua. 
Notevoli e pregiati i vini locali, la maggior parte dei quali prodotti all'Isola d'Elba, come l'Aleatico di PortoferraioBianco d’ElbaMoscato d’ElbaPassito d’ElbaRosso di Colle Salvetti.