Sei in Home / Scopri l'Italia / Sicilia / Trapani

Trapani

  • Descrizione
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa assaggiare

La provincia di Trapani si estende nella parte più occidentale della regione Sicilia, protraendosi tra il Mar Tirreno e il Canale di Sicilia. 
E’ una terra ricca di fascino: le sue meravigliose coste, che alternano ripide scogliere a spiagge lunghissime, le testimonianze archeologiche, i piccoli borghi dove sono ancora vive le tradizioni più autentiche, la rendono una méta turistica tra le più frequentate e attraenti della Sicilia.

Sulla costa trapanese, una delle più belle d’Italia, troviamo luoghi di importante interesse naturalistico come il Golfo di Castellamare, con un litorale ricco di scogli e faraglioni alternati a incantevoli spiagge, Scopello, nota per i suoi faraglioni, il mare limpidissimo ed i fantastici fondali, San Vito Lo Capo, con la spiaggia bianca e le acque cristalline. 

La provincia di Trapani racchiude uno straordinario patrimonio naturale a cominciare dalle ben note Isole Egadi e dalla splendida isola vulcanica di Pantelleria, vere e proprie oasi da scoprire e vivere.

Numerose sono le aree protette a tutela di ambienti incontaminati tra cui la Riserva Naturale dello Zingaro, che si estende lungo la costa con scogliere, calette e falesie che sprofondano nel blu del mare, coperte da una fitta vegetazione mediterranea. 
In prossimità di Trapani vi sono paesaggi di particolare fascino, costituiti dalle bianche saline tra le quali spuntano antichi mulini a vento: questa è una delle più importanti zone umide costiere, protetta dalla Riserva Naturale Saline di Trapani e Paceco.

Chi vuole fare un viaggio alla scoperta del più lontano passato tra reperti e paesaggi straordinari deve sapere che la provincia di Trapani è particolarmente nota per le importanti vestigia di civiltà più che millenarie che costellano il suo territorio: dall’area archeologica di Segesta, situata nell’entroterra, alle colonie costiere di Selinunte ed Erice, fino a quella dell’isola di Mothia.

E poi… la città di Trapani, con il suo caratteristico centro storico che racchiude splendidi monumenti di diverse epoche in un insieme di grande fascino.

Questo angolo di Sicilia è una terra particolare anche per le sue tradizioni che  continuano a perpetuarsi nei secoli; una terra che riserva mille sorprese ai suoi visitatori.

Prima tappa del percorso turistico alla scoperta del territorio è Trapani, la città a forma di falce come indica l’etimologia del suo nome. 
Adagiato intorno al porto, il centro storico custodisce numerosissime testimonianze di storia e di arte: antichi palazzi, monumenti e chiese, tra cui la Cattedrale di San Lorenzo, dall’elegante facciata barocca, e il Santuario dell'Annunziata
Da non perdere una visita al Museo Regionale Pepoli, per comprendere l’evoluzione del patrimonio artistico di Trapani e del suo territorio dall’antichità ai giorni nostri.

Arroccato su un monte si trova il borgo medievale di Erice da cui è possibile ammirare un incredibile panorama. 
In questo suggestivo paese, che racchiude millenni di storia, come testimoniano le mura puniche ancora visibili, si possono visitare il magnifico Duomo, ornato da un bellissimo portale gotico e il Museo Civico A. Cordici, in cui sono presenti reperti archeologici e dipinti del sec. XVIII. 

La provincia di Trapani è particolarmente nota per le importanti vestigia di civiltà lontane nel tempo, tra cui la magnifica area archeologica di Segesta, dominata da un elegante e maestoso tempio dorico, uno dei più importanti della Sicilia e in buono stato di conservazione. 
Oltre a  tracce di porte fortificate e cortine murarie, si possono ammirare il magnifico teatro greco e i resti di un santuario. 

Antico insediamento greco è anche Selinunte, uno dei siti più rappresentativi della civiltà classica, situato nell'evocativa riserva del fiume Belice.
In questa area si possono ammirare le rovine di colossali templi greci che dall’alto di colline dominano il territorio circostante, l’acropoli, i resti di abitazioni e di una cinta muraria.  

Uno dei più importanti insediamenti fenici è invece la piccola isola di Mothia dove sono visibili numerose rovine, tra queste: la necropoli con il Tophet (insieme di stele scolpite in pietra) e il Museo Archeologico Whitaker, che raccoglie numerosi reperti. 

Meta fondamentale per il turismo balneare nella provincia di Trapani sono le isole Egadi, tre perle incastonate nel turchese del Mediterraneo, dove la natura è ancora selvaggia, le spiagge incantevoli e il mare trasparente. 
Favignana, Levanzo e Maréttimo offrono spettacoli naturalistici unici nel loro genere, spettacolari sono i fondali non solo per la splendida fauna ma anche per il ritrovamento di importanti reperti del periodo punico e romano.

Merita una visita la vulcanica Pantelleria, la più grande delle isole che circondano la Sicilia, famosa per il mare cristallino e i suoi paesaggi dominati dal nero della pietra lavica e dal verde della vegetazione. 

Altra rilevante città è Marsala, famosa per il suo vino e per lo storico sbarco di Garibaldi ma anche per i resti archeologici di epoca cartaginese e romana, oggi custoditi nel Museo Archeologico Baglio Anselmi. 
A Marsala è inoltre possibile ammirare una singolare raccolta di arazzi fiamminghi del XVI secolo, custoditi nel  Museo degli Arazzi

Infine è d'obbligo una tappa anche negli altri centri caratteristici e suggestivi del territorio tra cui Mazara del Vallo e Castelvetrano, che conservano interessanti testimonianze del loro passato. 

 

La costa di Trapani, ora bassa e sabbiosa ora alta e frastagliata, e le isole (Egadi e Pantelleria) offrono l’opportunità sia di trascorrere giornate di relax al mare sia di praticare tutti gli sport d’acqua
Gli sportivi dunque, possono dedicarsi alla vela o alle immersioni in questi splendidi fondali, oppure fare un giro in barca, alla scoperta delle splendide grotte dell’isola di Maréttimo, tra cui la famosa Grotta del Cammello.

Le aree protette offrono l’opportunità di effettuare escursioni naturalistiche e percorsi di trekking nel verde.
Un soggiorno di relax e benessere è assicurato dalle Terme Segestane, che sfruttano le proprietà delle preziose acque per cure e trattamenti.

Il calendario locale è molto ricco di eventi, tra cui la famosa Processione dei Misteri del Venerdì Santo a Trapani, la festa del SS. Crocifisso a Calatafimi (maggio), la festa del Sant’Alberto a Trapani il 7 agosto.
Tra le feste e le sagre, si segnalano la settimana gastronomica a San Vito Lo Capo (agosto) e la Fiera dei Vini del Mediterraneo a Marsala (maggio e settembre).
Si può inoltre assistere a suggestive usanze della tradizione marinara, soprattutto nelle isole Egadi.

La tradizione gastronomica locale è influenzata dalla cultura e dalle usanze dei popoli che, nel corso dei secoli, hanno occupato la Sicilia e queste terre.
 
Simbolo di questa fusione è il cous cous, tipica pietanza del mondo arabo con il quale gli abitanti del luogo hanno sempre avuto notevoli scambi marittimi. 

Protagonista della tavola è il pesce, che viene cucinato in molteplici modi: dagli spaghetti con l’aragosta alle gustosissime grigliate; il prodotto tipico per eccellenza è il tonno:le località trapanasi sono infatti note per la tradizionale mattanza (pesca del tonno). 

Per quanto riguarda i dolci, come in tutta la Sicilia sono molto diffusi i cannoli con la ricotta, le cassate e inoltre i mustazzoli di Erice e la frutta di Martorana.
Eccellente la produzione di vini, tra cui il famoso vino di Marsala, il vino bianco di Alcamo, e il dolce Moscato di Pantelleria.