Sei in Home / Scopri l'Italia / Puglia / Barletta-Andria-Trani

Barletta-Andria-Trani

  • Descrizione
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa assaggiare

Barletta-Andria-Trani è la provincia più giovane della Puglia ed è situata tra il Golfo di Manfredonia e la Terra di Bari. Barletta e Trani si affacciano sulle limpide acque dell’Adriatico, mentre Andria è situata nella zona interna a ridosso dell’Alta Murgia che occupa gran parte del suo territorio. Tracce di antiche civiltà, fortezze medievali, interessanti architetture ed una natura fuori dal comune è ciò che offre questo triangolo di Puglia. Un paesaggio eterogeneo che spazia dal blu intenso del mare, sul quale si specchia il verde tipico della macchia mediterranea, agli spazi senza confine delle Murge, una terra dove il tempo sembra essersi fermato. Distese di verde interrotte dal candore delle rocce, fitti boschi che cambiano colore a seconda delle stagioni, reticoli di canali un tempo solcati da fiumi ed oggi segnati da lunghe coltivazioni: questo è quello che appare ai nostri occhi viaggiando nell’entroterra, dove il silenzio è interrotto solo dai suoni della natura e dove lo sguardo non trova barriere. Margherita di Savoia a Nord e Bisceglie a Sud segnano i confini della fascia costiera, caratterizzata da bellissimi litorali sabbiosi lambiti dalle acque cristalline del mar Adriatico. Sapori genuini e antichi mestieri completano il racconto della storia e delle tradizioni di questi splendidi luoghi.

 

 

Castel del Monte, Barletta-Andria-TraniIn un susseguirsi di colli, pascoli, ulivi e vigneti, su una collina delle Murge, a pochi chilometri da Andria, si trova la più importante testimonianza dell’architettura sveva: Castel del Monte

La perfezione delle forme, l’armonia degli elementi provenienti da culture diverse, l’alone di mistero che lo circonda rendono questa imponente fortezza un capolavoro unico, motivo per il quale è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Fu Federico II di Svevia, personalità poliedrica e geniale, a farlo costruire seguendone personalmente la progettazione in ogni minimo dettaglio. 
Cattedrali e castelli sono i gioielli di architettura che simboleggiano il territorio della Puglia e questa provincia ne racchiude alcuni molto interessanti. 

La cattedrale di TraniTour virtuale, dedicata a San Nicola Pellegrino, è un esempio di architettura romanica pugliese e unisce, con armonia ed eleganza, stili di epoche e culture diverse. Da alcuni considerata la “Regina delle cattedrali di Puglia”, la cattedrale presenta un portale finemente decorato chiuso da una splendida porta bronzea, opera di Barisano da Trani, divisa in 32 formelle raffiguranti, ognuna, un personaggio biblico. Il campanile di 59 metri, costruito in epoche diverse, è ornato da una serie di bifore, trifore e pentafore e termina con una cuspide ottagonale. Al periodo rinascimentale si deve la costruzione di eleganti edifici signorili tra cui Palazzo Caccetta con la facciata in stile tardogotico. 

Barletta, famosa per la celebre disfida, ospita preziose testimonianze del periodo medievale tra cui il bianco Castello del XII sec., sede del Museo Civico che espone significative testimonianze di epoche lontane. Il Duomo, dedicato a S. Maria Maggiore e costruito su un antico impianto romanico, il Colosso, imponente statua in bronzo del IV sec. e la Chiesa del Santo Sepolcro, equilibrata stratificazione di stili diversi, sono alcuni degli interessanti monumenti che si possono ammirare durante una passeggiate tra le vie di Barletta. 

Poco distante potremo visitare Canne della Battaglia, teatro dello scontro tra l’esercito romano e quello cartaginese, un libro di storia a cielo aperto che inizia il suo racconto dalla preistoria, per poi passare all’epoca romana e concludere con l’epoca medievale. 

Un viaggio nel tempo è offerto anche da Canosa, uno dei luoghi che meglio racconta le antiche origini di questa terra. In quest'area sono stati rinvenuti resti di necropoli, ambienti sotterranei adibiti a funzioni di vario genere come gli ipogei, mausolei e numerosi reperti che hanno reso questa città uno dei siti archeologici più importanti della Puglia. 

Interessante è anche la Basilica Paleocristiana di San Leucio, riportata alla luce dopo diverse opere di scavo, e il Museo Civico che espone una raccolta di bassorilievi, iscrizioni, sculture, marmi, gioielli e ceramiche risalenti ad epoche lontane. 




Monument au Défi, BarlettaMare, sole, divertimenti e vita notturna: la costa di Barletta e Trani offre tutto questo ai suoi visitatori che potranno scegliere di rilassarsi sulle sue bianche spiagge o di tuffarsi nell’azzurro del mare, splendida palestra naturale per praticare innumerevoli sport, dalle immersioni allo snorkeling, dal surf al windsurf. E la sera il panorama si illumina di vita, luci e suoni, offrendo mille modi per divertirsi, conoscersi e fare le ore piccole nei tanti locali aperti fino a notte fonda.

Gli appassionati di enogastronomia troveranno nella provincia di Barletta-Andria-Trani tanti spunti per appagare il loro desiderio di sapori genuini.La Strada dell'Extravergine Castel del Monte, dedicata alla valorizzazione di uno dei prodotti più preziosi della Puglia, è un itinerario interessante per la bellezza dei paesaggi e delle testimonianze storiche – primo fra tutti il Castello di Federico II - e per la possibilità di vedere, da vicino, le varie fasi della produzione dell’olio. 

In autunno si organizza il “QOCO Concorso giovani Cuochi del Mediterraneo” che mette a confronto giovani talenti provenienti da vari Paesi e un ricco programma di degustazioni per il pubblico. Se avete voglia di “dolcezze” invece non perdete il Museo del Confetto di Andria che, oltre ad esporre un’interessante collezione di antichi utensili, è il luogo giusto per chi, per curiosità, vuole scoprire le fasi salienti della preparazione di queste dolci praline. 

Sono suggestivi, infine, i festeggiamenti legati alla famosa Disfida di Barletta, con la rievocazione del famoso duello tra i cavalieri italiani, guidati da Ettore Fieramosca, e quelli francesi con a capo La Motte. 




Orecchiette con cime di rapa, Barletta-Andria-TraniIngredienti semplici e genuini, regalati dalla terra e dal mare, conditi con l'ottimo olio extra vergine di oliva pugliese sono gli elementi caratterizzanti dei buoni sapori legati a questa provincia

Cicorielle lessate e condite con un filo di olio, asparagi di campo sottili e deliziosamente amari, rucola selvatica  dall’aroma lievemente piccante e le rinomate cime di rapa, compongono gustosi piatti a base di verdure, usate anche per preparare intingoli per la pasta, rigorosamente lavorata a mano. 

lampascioni, ottimi abbinati alla tenera carne dell’agnello locale, il fungo cardoncello, gustoso cotto al forno o utilizzato come condimento di altre pietanze e la morbida burrata, un amalgama di panna e mozzarella sfilacciata, sono i gioielli della produzione tipica locale. Alla ricchezza del mare si deve il sapore intenso dei secondi a base di pesce azzurrocrostacei e  molluschi, alcuni tradizionalmente consumati "a crudo". 

Tra i prodotti della pasticceria ricordiamo i taralli dolci allo zucchero, i dolcetti di mandorle e i famosi confetti artigianali dalle forme e colori più svariati. Mandorle e nocciole tostate ricoperte di puro cioccolato, a forma di frutta e ripieni di marzapane e cioccolato con il cuore di liquore, di canditi o di caffè sono gli ingredienti principali di queste dolci pietanze. 

Il Rosso Barletta, il Castel del Monte e il Moscato di Trani, infine, sono i marchi DOC che garantiscono alle “buone forchette” l’abbinamento con vini di ottima qualità.