Sei in Home / Scopri l'Italia / Puglia

Puglia

  • Descrizione
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa assaggiare

Conosciuta anche come "Le Puglie", questa regione è davvero una terra al plurale, un luogo che cela anime diverse, sospese tra natura, storia, tradizione, gusto e spiritualità, da visitare dodici mesi l’anno.

La Puglia, il tacco dello Stivale, è una regione incantevole, una striscia di terra che si allunga nel mare con spiagge meravigliose e per tutti i gusti, dalle sabbiose Torre dell'Orso e Porto Cesario alle riviere fatte di scogli a Otranto e a Santa Maria di Leuca, dove s'incontrano e si mescolano lo Ionio - cristallino e calmo - e l'Adriatico - dall'intenso azzurro. Le opzioni per chi ama il mare sono infinite, da Gallipoli la “Gemma del Salento” al Gargano lo “Sperone d’Italia”, che si protende nelle acque limpide del mare che ospita le splendide Isole Tremiti.

La natura si rende ancora protagonista, in Puglia, con il Parco Nazionale delle Murge e quello del Gargano con la selvaggia Foresta Umbra, le saline ed i laghi. Da visitare anche la riserva marina di Torre Guaceto, le profonde gravine di Laterza e le ampie doline di Altamura che, con i loro paesaggi suggestivi, caratterizzano la parte interna della regione.

Per chi vuole fare un viaggio nella storia, la Puglia offre un ampio ventaglio di luoghi che raccontano le antichi origini di questa terra: dalla preistoria alla Magna Grecia, dall’età imperiale al Rinascimento, ai fasti del barocco di Lecce e del Salento. 
trulli, ad esempio quelli della Valle d'Itria, offrono una suggestiva testimonianza del passato rurale della regione mentre numerosi castelli impreziosiscono le coste del Sud, in ricordo di un tempo in cui merci e pericoli arrivavano dal mare.

Chi ama la tradizione e la musica popolare, invece, non può fare a meno di girare per le innumerevoli feste e sagre di paese che di estate si spostano da un paesino all'altro della Regione. 

Le province della Puglia sono: Bari (capoluogo), Barletta Andria TraniBrindisiFoggiaLecceTaranto.

Di cose da vedere in Puglia ce n'è per tutti i gusti, dalla storia antica a quella medievale e barocca, dai castelli che costeggiano il mare ai piccoli borghi d'arte dove rivivono i capolavori dell'artigianato.

I più devoti, ma non solo, non vorranno perdere l'occasione di andare a San Giovanni Rotondo (Foggia), dove San Pio da Pietrelcina visse la sua fede, per visitare i Santuari del Santo: il convento dei frati cappuccini di Santa Maria delle Grazie - dove Padre Pio morì nel 1968 - con l'annesso Santuario e la nuova chiesa progettata dal grande architetto Renzo Piano, inaugurata nel 2004.

Per una full immersion nella storia e nella tradizione, invece, Alberobello è una fermata obbligatoria. Inserito nel 1996 nella World Heritage List dell'UNESCO per i suoi famosissimi trulli, Alberobello è davvero la patria di queste antiche e caratteristiche abitazioni in pietra dal tetto conico, costruite artigianalmente senza collanti.

Oltre ai trulli, la Puglia vanta un altro sito UNESCO presso la città di AndriaCastel del Monte, un capolavoro unico dell'architettura medievale fatto costruire da Federico II di Hohenstaufen nel XIII sec. Una curiosità: l’otto è il “numero guida” del castello. Otto sono i lati della pianta del castello, otto le sale del piano terra e del primo piano disposte in modo da formare un ottagono e sempre otto sono le imponenti torri, ovviamente a pianta ottagonale.

Delizia per gli occhi sono, infine, le cinque isole dell’Arcipelago delle Tremiti: San Domino, San Nicola, Capraia, Cretaccio e Pianosa
Si tratta di un vero e proprio  paradiso in miniatura dove storia e natura si fondono perfettamente offrendo un meraviglioso panorama tutto da esplorare.

I due mari della Puglia offrono incredibili opportunità per chi predilige le vacanze all’insegna dello sport e a diretto contatto con la natura, o anche solo per chi ama emozionarsi esplorando l’ambiente affascinante e misterioso del mare.

Le acque cristalline delle Isole Tremiti offrono un meraviglioso paesaggio, movimentato da insenature, grotte e profondi fondali, il tutto colorato da una fitta vegetazione e popolato da tante specie ittiche. Santa Maria di Leuca, a cavallo fra il mar Ionio e l’Adriatico, è un’altra meta da non perdere. I fondali, in alcuni tratti, raggiungono i 90 metri di profondità e le forme di vita che colonizzano questo tratto di mare creano un affascinante gioco di colori. Per chi, invece, sceglie di divertirsi rimanendo sopra il livello dell’acqua, sono tanti i luoghi dove poter praticare vari sport, fra cui windsurf o kitesurf, e non solo durante la stagione estiva. 

Ma la Puglia non è solo mare.
Per scoprire le meraviglie naturali della Regione o per conoscerne la storia e le tradizioni si può scegliere un modo originale ed alternativo di muoversi: un tour in bicicletta. Non è necessario essere ciclisti provetti per decidere di intraprendere un viaggio su due ruote: basta un buon cappellino per ripararsi dal sole e un po' di spirito d'avventura. Gli itinerari sono tanti ed eterogenei: si può pedalare lungo i sentieri, nella natura, del Parco del Gargano o del Parco delle Murge, oppure seguire il sentiero storico alla scoperta delle tante testimonianze che raccontano il passato di questa terra, o infine addentrarsi nell’entroterra alla ricerca di uno stile di vita lontano da quello frenetico delle grandi città.

Tante le tante feste, sagre e rievocazioni storiche che si organizzano tutto l’anno in Puglia, le più rinomate sono il Carnevale di Putignano, la Festa di San Nicola a Bari e la Disfida di Barletta. Imperdibile, per i più giovani e non, la Notte della Taranta di Melpignano, festival di pizzica e tarantelle che ogni anno, a fine agosto, richiama ospiti di prestigio e gente da tutta Europa per cantare e ballare sotto la luna e al suon del tamburello.

 

Da sempre definita “povera”, per la semplicità dei suoi ingredienti, la cucina pugliese sa soddisfare ogni tipo di palato. Tre sono i punti di forza della cucina: il grano duro, le verdure e l’olio che, uniti alla carne e al pesce, danno sempre vita a piatti originali capaci di mantenere sapori schietti e inconfondibili.Caposaldo della tavola regionale è la pasta fatta in casa con farina di grano duro o una miscela di grani duri e teneri, dalle recchietelle (orecchiette) – ormai simbolo regionale – nelle loro molteplici varianti, agli altrettanto famosi strascinati, un tempo piatto principale delle famiglie più povere, oggi ricercati e serviti nei migliori ristoranti. E poi mignuicchie, fenescecchie, troccoli, sagne ‘ncannuate, cicatadde svariate e originali forme di pasta lavorate ancora secondo le antiche usanze. Ma è soprattutto il connubio tra pasta e verdura a riservare insospettabili sorprese, come gli strascinati con cavoli e pancetta fritta e gli spaghetti con  fagiolini, pomodori e cacioricotta. La Puglia è, infatti, un grande orto profumato dove le verdure hanno colori e sapori unici. Unite alla pasta fatta in casa, al pesce freschissimo del mare e alle buone carni, le verdure regalano al palato sensazioni indimenticabili.Per gli amanti del pesce, in questa terra, con 800 km di coste bagnate da due mari, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ci sono tutte le varietà: pesce crudo, marinato, affogato in sontuose zuppe e persino accompagnato al cacio.Sono tante le tentazioni anche per i golosi, con ingredienti come frutta secca,  miele, vino cotto, canditi e cioccolato.Tra le eccellenze che hanno meritato la tutela dei marchi DOP o IGT, infine,  ricordiamo il pane di Altamura, noto per la sua fragranza, la Clementina del golfo di Taranto, dalla polpa dolce e succosa, la Bella della Daunia, oliva coltivata nel foggiano sin dal 1400, i famosi vini e l'olio extra-vergine di oliva, che presenta caratteristiche diverse a seconda dell’area territoriale di produzione. 

 

Da non perdere un assaggio ai buonissimi dolci natalizi.