Sei in Home / Scopri l'Italia / Piemonte / Torino

Torino

  • Descrizione
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa assaggiare

Situata al confine con la Francia e la Valle d’Aosta, la provincia di Torino si estende nel Pinerolese, nella pittoresca Val di Susa, nel Canavese e nelle zone collinari a est e a sud del capoluogo. 
L'area è caratterizzata da un susseguirsi di paesaggi diversi: i magnifici comprensori sciistici alpini, ampi pascoli, boschi e grandi distese di vigneti.
Numerose sono anche le aree protette tra cui la Riserva Naturale del Sacro Monte di Belmonte e il magnifico Parco Nazionale del Gran Paradiso, regno incontrastato di stambecchi, camosci, marmotte, uccelli rari e altri animali.
In questa spettacolare cornice naturale si inseriscono le innumerevoli testimonianze di un passato ricco di storia e di cultura. 

Tutto il territorio è permeato dai ricordi del lungo regno dei Savoia, come è evidente dalle meravigliose residenze sabaude circondate da immensi parchi, riconosciute dall’Unesco tra i Siti patrimonio mondiale dell’umanità. 
Ma l’impronta più forte del potere sabaudo è visibile a Torino, l’eclettica città che come un museo a cielo aperto riunisce palazzi barocchi, monumenti legati al grande passato e architetture contemporanee: un luogo dinamico dove convivono armoniosamente diverse realtà.
Innumerevoli altri tesori si possono ammirare nella provincia: dalle imponenti fortezze come il Forte Fenestrelle e il Forte Exilles che si stagliano su aspre montagne, alle abbazie che sorgono lungo il percorso dell’antica via Francigena o isolate nella natura come la famosa Sacra di San Michele, uno dei monumenti più suggestivi del Piemonte.

Sul territorio sorgono cittadine storiche, custodi di antiche tradizioni come Ivrea con il suo notevole patrimonio artistico, Susa, Chivasso, Chieri e altre fino al piccolo borgo di Mélezet, che conserva preziose testimonianze artistiche del Quattrocento.
La gastronomia locale è senza pari: piatti prelibati, ricette della tradizione, eccellenti vini e il famoso cioccolato gianduia regalano sapori adatti a tutti i gusti.
Mille sono ancora le sorprese che riserva questa terra dove storia, cultura e natura creano un insieme di estremo fascino. 

L’itinerario alla scoperta del territorio inizia a Torino, una città singolare in cui la modernità si fonde con la tradizione, il divertimento con la produttività, le testimonianze storiche con l’attualità.
Innumerevoli gli itinerari di visita: dal percorso tra gli storici caffé dei portici e gli eleganti negozi di Piazza San Carlo e via Roma al Museo egizio che custodisce preziose testimonianze dell’antica civiltà del Nilo, al Museo dell’automobile, simbolo della modernità, al Museo nazionale del cinema, ospitato nell’ottocentesca Mole Antonelliana, il monumento simbolo di Torino.
Singolari esempi di architettura religiosa sono il duomo rinascimentale e la Cappella della Sacra Sindone, una delle più alte creazioni barocche, ma anche meta religiosa di grande richiamo.

Tra gli edifici civili spiccano Palazzo CarignanoPalazzo Madama e Palazzo Realeresidenze sabaude di straordinario valore.
I tesori che Torino custodisce sono infiniti come le opere d’arte di inestimabile valore della Pinacoteca Agnelli, ospitata nella moderna struttura del Lingotto, quelle della Galleria Sabauda o la singolare collezione di armi esposta nell’Armeria Reale
L’imponente Porta Palatina è uno dei pochi reperti di epoca romana presenti nella città, mentre il Parco del Valentino racchiude un suggestivo ma posticcio borgo medievale, realizzato per un’esposizione mondiale a fine Ottocento.
Sulle colline che circondano Torino si innalza la settecentesca Basilica di Superga, importante santuario mariano che ospita anche le tombe di Casa Savoia.

Tra le testimonianze di arte religiosa immerse in magnifici paesaggi meritano una visita la Sacra di San Michele, eccellente realizzazione romanica, la suggestiva abbazia medievale di Novalesa, il complesso romanico-gotico di Sant’Antonio di Ranverso e l’abbazia di Santa Fede di Cavagnolo, un gioiello romanico nel Monferrato torinese.
Il Sacro Monte di Belmonte, riconosciuto tra i siti patrimonio dell’umanità dell’Unesco, è un complesso di singolare valore naturalistico, artistico e religioso.
Sempre nell’elenco Unesco sono inserite le spettacolari residenze sabaude situate in diverse località della provincia, visitabili attraverso un singolare percorso di arte, cultura e storia che dai palazzi reali di Torino conduce a Villa della Regina, al Borgo Castello nel Parco La Mandria, alla Reggia di Venaria, al Castello Reale di Moncalieri, a quello di Rivoli, di Agliè fino alla Palazzina di Caccia di Stupinigi

Da non perdere la spettacolare Val di Susa, grande comprensorio “bianco” tra le Alpi,  da secoli percorsa da genti e civiltà diverse, con gli incantevoli centri di Avigliana e Susa.
Nella provincia sorgono altri suggestivi borghi come ChieriPineroloMoncalieri mentre i numerosi ricetti del Canavese e il Castello dalle rossi torri di Ivrea sono ulteriori testimonianze del glorioso passato di questa terra. 

Gli sport d’inverno trovano spazio privilegiato nella magnifica cornice alpina e nei comprensori turistici rinnovati in occasione delle Olimpiadi della neve del 2006.
Da Cesana Torinese a Sestriere, da San Sicario a Sauze d’Oulx, da Bardonecchia a Torre Pellice: centinaia di chilometri di piste accolgono gli appassionati di sci, snowboard, pattinaggio sul ghiaccio, arrampicata, trekking. 
Anche gli appassionati di golf saranno soddisfatti dai diversi circoli situati  in contesti panoramici di estremo valore.

Le colline a sud di Torino sono luoghi ideali per passeggiate a piedi o percorsi in bike o a cavallo, tra scorci panoramici incantevoli e distese di vigneti, mentre i fiumi offrono l’opportunità di dedicarsi al canottaggio e al rafting
Il calendario della provincia è denso di eventi: dalle manifestazioni culturali come il Salone Internazionale del libro di Torino alle feste patronali, tra cui la festa di San Giovanni a Torino accompagnata da un corteo storico.
Tra gli appuntamenti da non mancare, si segnalano la tradizionale manifestazione CioccolaTò che ogni anno riunisce a Torino i maestri cioccolatieri, il Bal dâ sabbie a Fenestrelle, evento folcloristico che rievoca le usanze delle popolazioni montane, lo storico Carnevale di Ivrea, famoso per la battaglia delle arance. 
Torino è anche capitale dello shopping negli eleganti negozi sotto i portici di via Roma, tra gli sfarzosi palazzi barocchi.

Tutta la provincia è caratterizzata da forti tradizioni culinarie che riguardano tutte le portate, dall’antipasto ai dolci: Torino è la patria dei grissini, del vermouth e del cioccolato gianduia.
Piatti tipici sono minestre e zuppe tra cui la tofeja, il coniglio alla canavesana, il gigot, ovvero castrato cotto nel tegame di bronzo e, naturalmente, la bagna caoda.
Tra i prodotti tipici, molto prelibati sono i formaggi, i funghi del pinerolese e i marroni della Val di Susa.

Il viaggio tra le delizie gastronomiche si conclude con un ampio ventaglio di dolci: i caratteristici baci di dama, i nocciolini di Chivasso, i biscotti della duchessa, i canestrelli, i croccanti torcetti di Agliè, Andrate e Lanzo, le paste 'd melia, ovvero biscotti  a base di farina di mais, gli amaretti di Castellamonte e naturalmente il cioccolato gianduia, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.
Tipico di Torino è il bicerin, bevanda a base di caffè, cioccolato e crema di latte da gustare insieme al bonet, dolce di amaretti e cioccolato.
Il territorio vanta eccellenti produzioni di vini tra cui rossi il Freisa di Chieri e il Collina Torinese Barbera.