Sei in Home / Scopri l'Italia / Marche / Piazza del Popolo - Ascoli Piceno

Piazza del Popolo - Ascoli Piceno

È nel XVI sec. che fu deciso di ristrutturare questo luogo, all’epoca abbandonato ad una sorta di “abusivismo” edilizio. Le regole da seguire furono: eleganza, armonia, proporzione. Ed oggi, quando si arriva a Piazza del Popolo, è questo ciò che colpisce lo sguardo. 
Le imponenti architetture, il disegno dei portici, la pavimentazione, la prospettiva dell’insieme, rendono questa piazza uno dei luoghi più belli di Ascoli Piceno. Lastre di travertino compongono la pavimentazione della piazza, circondata da eleganti palazzi rinascimentali movimentati da portici e merlature. Piazza del Popolo, Ascoli PicenoLa sequenza è interrotta dal maestoso Palazzo dei Capitani, così chiamato per aver ospitato i Capitani del Popolo, potente ordine di magistrati del Medioevo. L’edificio ha una storia travagliata che ha segnato fortemente le linee architettoniche originali.
Dopo l’incendio del Cinquecento, che distrusse anche il ricco archivio comunale, fu necessario ricostruire la facciata, modificata ancora, qualche anno dopo, quando fu rifatto il monumentale portale con la statua di Papa Paolo III.

Quasi duecento anni si sono impiegati per terminare la costruzione della Chiesa di San Francesco, edificata per ricordare gli anni trascorsi in questa città dal Santo. La facciata romanica in travertino è segnata da tre splendidi portali finemente decorati, con la statua di Giulio II posta sopra quello maggiore che si affaccia sulla piazza. Tre navate con pilastri ottagonali e un maestoso presbiterio disegnano gli interni, decorati da preziosi oggetti d’arte e dipinti. 
Famoso è il Cristo Crocifisso ligneo esposto nella navata sinistra. Sembra che in alcune occasioni abbia sanguinato suscitando una forte devozione.
Piazza del Popolo è il “salotto” della città, punto di ritrovo per gli abitanti e per i visitatori di passaggio e luogo di manifestazioni culturali come la “Quintana”, suggestiva rievocazione storica che vede in piazza sbandieratori, dame, arcieri e musici sfilare prima dell’inizio del torneo.