Sei in Home / Scopri l'Italia / Lombardia / Monza e Brianza

Monza e Brianza

  • Descrizione
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa assaggiare

Collocato all’interno del triangolo “ideale” individuato tra le città di Como, Lecco e Milano, la provincia di Monza e della Brianza si estende su di un territorio prevalentemente pianeggiante e collinare a nord ed est.
La provincia è attraversata dai fiumi Lambro, Seveso e da numerosi canali.
Inoltre, la Brianza si trova al centro della regione dei Laghi, infatti sono numerosissimi i laghi che costellano il suo paesaggio; il più importante specchio d’acqua compreso nel territorio è il lago di Annone, dalla forma somigliante ad un cuore con la penisola centrale di Isella che lo divide.

Terra di intreccio tra agricoltura e industria, la Brianza resta la terra di Parini e Stendhal che ne hanno decantato le bellezze dei paesaggi nei loro versi. La provincia è suddivisibile in quattro zone: la prima è rappresentata da Monza, terza città della Lombardia per numero di abitanti, e parte del monzese storico.
Ci sono poi la zona della Bassa Brianza occidentale, corrispondente in parte alla valle del fiume Seveso, e la zona della Bassa Brianza centrale nord e sud, corrispondente in parte alla valle del fiume Lambro.
Infine c'è la zona della Bassa Brianza orientale, corrispondente in parte alla valle del torrente Molgora.

 

Terra di confine tra il milanese e il comasco, la Brianza era storicamente luogo di villeggiatura grazie alla dolcezza del paesaggio, verde e pianeggiante e di conseguenza è punteggiata di santuari e residenze nobiliari. 
La meta più importante è Monza, città di origine antica e noto centro sportivo e sportivo, che conserva nel nucleo storico notevoli valori ambientali ed interessanti monumenti. 

Nel duecentesco Duomo, è custodita la celeberrima Corona Ferrea, tempestata di gemme preziose,  che secondo la tradizione sarebbe stata ricavata da un chiodo della croce di Cristo. 
Interessante il Museo Serpero che custodisce il tesoro del Duomo
La Villa Reale costruita in stile neoclassico da Piermarini a fine Settecento presenta un sontuoso interno con il teatrino di corte, la sala emisferica, la cappella, il salone d’onore. Nell’ala nord è presente la Pinacoteca Civica. 

Poco oltre la Villa RealeTour virtuale si trova l’ingresso dello splendido parco, uno dei più grandi d’Europa attraversato dal fiume Lambro e percorso da numerosi viali lungo i quali si trovano scuderie, mulini, cascine, tempietti, campi da golf e polo e l’autodromo, dove si corre il Gran Premio di Formula 1.
L’autodromo di Monza è il più grande complesso sportivo motoristico italiano e fu giudicato un gioiello della tecnica. 
Il circuito stradale è stato continuamente modificato per dotare l’autodromo delle più moderne infrastrutture.

A circa dieci minuti da Monza si trovano le località di Oreno e di Vimercate. La prima è nota per i suoi cortili e le sue cascine che si alternano a splendide ville come Villa Gallarati Scotti, nel centro storico e Villa Borromeo, al cui interno si trova un ciclo di affreschi della seconda metà del Quattrocento. 
A Vimercate si trova invece Villa Sottocasa, in stile neoclassico, storica residenza dei Barbarossa e di Bernabò Visconti. 

 

 

parchi sono un’altra risorsa del territorio brianzolo a disposizione di coloro che vogliono cogliere l’occasione per rilassarsi con passeggiate nel verde e alla scoperta del patrimonio floristico e faunistico del territorio. 
Tra di questi ricordiamo il Parco della Villa Reale di Monza, Parco delle Groane, Parco della Valle del Lambro, tanto per citarne alcuni, attraverso i quali è piacevole seguire vari itinerari che li legano a città limitrofe per una piacevole gita in bicicletta.

Un altro percorso da consigliare per chi volesse scoprire da vicino le bellezze della Brianza, è il Cammino di Sant’Agostino da percorrere a piedi, che collega 25 santuari mariani e consente di visitare i più importanti siti artistici e storici della provincia, dalle chiese come lo splendido Duomo di Monza, ai monumenti, ai parchi. 
Pur con valenza religiosa, il percorso può essere realizzato in chiave più laica come momento di vacanza, a piedi o in bicicletta, per scoprire un territorio ancora poco conosciuto.

 

 

La cucina della Brianza è legata alla terra e alle tradizioni della campagna ed è molto genuina e naturale.
Caratteristici i piatti come la cazzuola con la polenta o il minestrone alla brianzola che hanno bisogno di lunghe ore di cottura a fuoco lento.
Uno dei prodotti più gustosi della gastronomia monzese è la Luganiga, un salame preparato con carne suina, ottimo con il risotto o da assaporare con la tipica michetta. Per i più golosi si consigliano i firun, dolci tipici di Monza, realizzati con castagna cotte al forno ed infilate a mò di collane, tutte da gustare.

La busecca matta, la polenta pasticciata, la verzata, le quaglie in umido, la brasada con fichi freschi: sono alcuni dei piatti della tradizionale cucina contadina brianzola del secolo scorso.
Oggi tra i primi piatti più conosciuti della cucina brianzola troviamo: il risotto alla luganega (salsiccia) e la Pult (variante della polenta tradizionale).
Tra i secondi piatti ci sono, invece, l'arrosto alla brianzola, il coniglio alla brianzola, le costolette di maiale con luganega e la trota alla comasca.

Ottimi anche i dolci, come il Masigott, la cutiscia (o cutizza), i tortelli di San Giuseppe, la Rusumada (Rüsümada), la polenta dolce e la torta di pane alla brianzola.