Sei in Home / Scopri l'Italia / Lazio / Roma / Visitare Roma

Visitare Roma

Non basta una vita per conoscere Roma. Questa è almeno l'opinione dei romani che la abitano. Tuttavia è possibile ripercorrerne in gran parte la storia visitandone i monumenti più noti.

Le piazze e i fori imperiali

Piazza Venezia può essere considerato il nucleo centrale della città con l’inconfondibile Vittoriano, monumento dedicato a Vittorio Emanuele II, sulla cui scalinata si trova l’Altare della Patria, in memoria dei militari caduti in guerra che non hanno avuto una tomba con il loro nome. Alle spalle di questo impressionante monumento si trova la Piazza del Campidoglio, progettata da Michelangelo Buonarroti, con tre Palazzi a delimitarne lo spazio architettonico e la statua di Marco Aurelio al centro. I due palazzi ai lati della piazza, Palazzo dei Conservatori e Palazzo Nuovo, ospitano i Musei Capitolini, che raccolgono opere che riflettono l’evoluzione artistica e culturale della città.Fori ImperialiLa cordonata, strada in pendio costituita da larghi elementi in pietra, simile a una scalinata, collega questa piazza alla Piazza dell’Aracoeli, da cui riparte a salire, la scalinata che porta alla Chiesa di Santa Maria in Aracoeli, nella quale hanno lavorato nomi importanti del panorama artistico, tra cui Pinturicchio e Donatello.Dalla vicina Piazza Venezia, si diramano strade importanti che hanno legato il loro nome alla storia della città. 

Dai Fori Imperiali alla Piramide

Via dei Fori Imperiali è una di queste vie. Percorrendo l’antica via dell’Impero, così il nome originario, a destra si apre davanti ai nostri occhi il Foro Romano, fulcro civile ed economico della città romana, con i Mercati di Traiano sul lato opposto. Percorrendo Via dei Fori Imperiali, già si scorge sullo sfondo la sagoma di uno dei monumenti più conosciuti al mondo, il Colosseo, simbolo di Roma.Accanto ad esso l’Arco di Costantino, considerato il più grande ed il meglio conservato di Roma, un vero e proprio museo di scultura romana.

Da li, il Palatino, uno dei sette colli di Roma che, da un lato guarda al Foro Romano e, dall’altro al Circo Massimo. Da qui, proseguendo per Viale Aventino si arriva alla Piramide di Caio Cestio, monumento funerario ispirato allo stile egizio mentre voltando a destra, verso il lungotevere, si trovano i Tempi del Foro Boario, il Tempio di Portuno ed il Tempio di Ercole Vincitore, due degli edifici più integri della Roma Antica su piazza della Bocca della Verità.Colosseo

La bocca della verità

La Chiesa di Santa Maria in Cosmedin, riconoscibile anche per il bel campanile romanico che si erge dal tetto, è mèta di visite di turisti che, oltre a visitare le bellezze dell’interno, si fanno fotografare davanti alla Bocca della Verità, posta nel portico. Si tratta di un antico mascherone in marmo, rappresentarebbe il volto di un fauno, che secondo leggenda inghiottirebbe la mano di chi mente.

Basiliche e Palazzi

Un’altra strada che si dirama da Piazza Venezia è Via del Corso. Subito a sinistra si può ammirare il Palazzo Doria Pamphilj mentre sulla destra si estende, in alto, il colle Quirinale, sede del palazzo omonimo dove risiede il Presidente della Repubblica. Lungo Via del Corso, incastonate nelle stradine del lato destro si incontrano Fontana di Trevi, Piazza di Spagna, famosa per la sua scalinata di Trinità dei Monti. Salendo i 135 scalini che ne compongono la scalinata si arriva al Pincio, dove spicca Villa Medici, attuale sede dell’Accademia di Francia a Roma, e Villa Borghese, il terzo parco più grande della città. Il parco ospita al suo interno il giardino del lago con Tempio di Esculapio, Piazza di Siena, il Museo della Galleria Borghese, che unisce alla suggestione del luogo in cui si trova la bellezza delle sue collezioni. 
Dalla terrazza belvedere del Pincio si ammira la sottostante Piazza del Popolo. Sul lato destro della piazza si trova la Basilica di Santa Maria del Popolo, con opere di Caravaggio, Pinturicchio, Andrea Sansovino ed interventi interni di BramanteRaffaello e Gian Lorenzo Bernini.

Percorrendo Via del Corso da Piazza del Popolo ed addentrandoci nelle vie adiacenti in prossimità del lungotevere, scorgiamo l’Ara Pacis, una delle più significative testimonianze dell’età Augustea a voler simboleggiare la pace e la prosperità raggiunte dall'imperatore con la Pax Augusta.Palatino e Circo Massimo photo by Silvia AlvarezSi oltrepassa Piazza Montecitorio, dove nell’omonimo palazzo ha sde la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana con l’adiacente Piazza Colonna che prende il nome appunto dalla Colonna di Marco Aurelio e si arriva al Pantheon, antico tempio dedicato a tutte le divinità, oggi sacrario dei Re d’Italia e dove risiede la tomba del celebre Raffaello Sanzio. 
Poco distante la spettacolare Piazza Navona con al centro la celebre Fontana dei Fiumi di Bernini. 

Intorno a quest’area gravitano chiese e monumenti di mirabile importanza, come la Chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza, capolavoro del barocco e opera della maturità di Francesco Borromini, San Luigi dei Francesi, con i capolavori di Caravaggio all’interno, Palazzo Altemps, altra sede del Museo Nazionale Romano che espone collezioni storiche di scultura antica, la Chiesa di Santa Maria della Pace, con affreschi di Raffaello all’interno ed il bellissimo Chiostro del Bramante.
 
A ridosso di Corso Vittorio Emanuele II, Palazzo della Cancelleria e la Chiesa Nuova, Santa Maria in Varicella, che colpisce per la sua sontuosità ed il suo fastoso interno. 
Da qui, attraversato Corso Vittorio Emanuele II, si arriva a Campo de’ Fiori che al centro mostra la statua di Giordano Bruno che qui fu giustiziato; l’adiacente piazza offre ai visitatori la vista di Palazzo Farnese, splendido edificio rinascimentale e sede dell’Ambasciata di Francia e poco oltre, Palazzo Spada, del ‘500, con la preziosa galleria prospettica di Francesco Borromini.

Attraversata via Giulia, si arriva a lungotevere e percorrendo ponte Sisto si passa sull’altra sponda del fiume Tevere. Da Via della Lungara, verso sinistra, si va verso la Basilica di Santa Maria in Trastevere con i caratteristici mosaici sulla facciata ed il campanile romanico che  riporta un mosaico con l’effige della Madonna col Bambino. Proseguendo verso il Gianicolo si arriva alla Chiesa di S. Pietro in Montorio, situata in uno dei punti più panoramici di Roma, con il suo tempietto del Bramante che ne costituisce la peculiarità insieme ai suoi tesori posti all’interno. 
Ripartendo da Via della Lungara, ma questa volta verso destra, si arriva alla cinquecentesca Villa Farnesina, al cui interno risaltano gli affreschi di Raffaello tra cui il celebre trionfo di Galatea. 
Alle spalle, Palazzo Corsini, i cui giardini accolgono l’orto botanico e sede della Galleria Nazionale di Arte Antica, che conserva tra le altre, opere di Beato Angelico, Rubens, Murillo, Luca Giordano.



San Pietro e la cappella Sistina

Proseguendo verso Borgo S. Spirito si arriva alla Città del Vaticano, il più piccolo stato al mondo nel cuore della capitale e la sua splendida Basilica di San Pietro. Le emozioni che si provano nel trovarsi di fronte tanta magnificenza con l’abbraccio del celebre colonnato di Bernini, sono indescrivibili; è preferibile che ognuno lo viva a modo proprio, con la mente o con il cuore, nel contemplare tanta bellezza che mai prima ingegno umano aveva saputo creare.
All’interno delle mura che circondano l’area, ad eccezione di Piazza San Pietro, si trovano i Musei Vaticani, con opere di immenso valore storico ed artistico e con la celebre Cappella Sistina.

Percorrendo Via della Conciliazione verso il Lungotevere si arriva a Castel S. Angelo, antica fortezza più volte modificata in età medioevale e rinascimentale, dalla quale è possibile godere del panorama circostante. Fanno parte dello Stato del Vaticano anche le altre tre basiliche patriarcali di S. Giovanni in Laterano, S. Maria Maggiore e S. Paolo Fuori le Mura. La prima è la madre di tutte le chiese di Roma e del Mondo. In un’edificio vicino c’è la Scala Santa, che la tradizione cristiana vuole salita da Gesù per raggiungere il luogo dove subì l’interrogatorio di Ponzio Pilato, prima di essere crocifisso. 
Nelle adiacenze sulla direttrice che unisce il Colosseo al Laterano, c’è la splendida Basilica di San Clemente, con mosaici e affreschi all’interno anche della basilica inferiore di rara bellezza. La Basilica di Santa Maria Maggiore, posta sul colle Esquilino, è la sola ad aver mantenuto la struttura paleocristiana originaria, se pur con arricchimenti successivi. Nelle vicinanze c’è la Chiesa di S. Pietro in Vincoli dove sono conservate le catene di S. Pietro ed una delle più famose statue di Michelangelo, il Mosé. 
Infine la Basilica di S. Paolo Fuori le Mura, la seconda più grande dopo quella di S. Pietro che ci porta  fuori dal centro storico, al confine con un quartiere piuttosto nuovo rispetto alla Roma che abbiamo visto fino ad ora, l’Eur.

Le catacombe

Un itinerario a parte è quello delle Catacombe cristiane, luoghi di sepoltura prima, e di rifugio poi per la celebrazione dell’Eucarestia durante le persecuzioni cristiane. A Roma ci sono più di sessanta catacombe ma tra le più importanti si ricordano le Catacombe di S. Agnese, Priscilla, Domitilla, S. Sebastiano e S.Callisto.

Informazioni utili

I caffè storici di Roma

 

Antico Caffè Greco
L'Antico Caffè Greco e' il secondo caffè più antico d'Italia dopo il Florian a Venezia. Fondato nel 1760, deve il suo nome all'origine greca del suo fondatore Nicola della Maddalena. Ritrovo di artisti e intellettuali italiani e stranieri.
 Via Condotti, 86


Sala da tè Babington 
Fondata nel 1893 dalle inglesi Isabel Cargill e Anna Maria Babington, questa sala da tè e di lettura è nata soprattutto per i tanti anglossassoni presenti a Roma che qui potevano bere il té che all'epoca era venduto solo in farmacia.
Piazza di Spagna, 23


Caffè Notegen 
Fondato nell'Ottocento dallo svizzero Giovanni Jon Notegen come drogheria con torrefazione, solo negli anni Trenta del 1900 il caffè diventa il ritrovo di artisti italiani e stranieri che lo frequentano anche nel secondo dopoguerra fino agli anni Ottanta.
Via del Babuino, 159


Antico Caffè della Pace

Stile liberty per questo caffè della fine dell'Ottocento, situato vicino il chiostro del Bramante e caratterizzato dall'antico arredo in legno e dalla facciata ricoperta di vite canadese.  Luogo alla moda è stato ed è tuttora frequentato da intellettuali e divi italiani internazionali.
Via della Pace, 3

 

Caffè Museo Atelier Canova Tadolini
Antico studio appartenuto al grande scultore Canova e da lui lasciato al suo del suo allievo prediletto Adamo Tadolini, oggi è stato trasformato in un locale particolare perchè al suo interno si trova anche un Museo con un'eccezionale raccolta di sculture.
Via del Babuino, 150

 

Caffè Sant’Eustachio
Torrefazione e caffetteria dal 1938, situata a un passo da piazza Navona e dal Pantheon.
Piazza Sant’Eustachio, 82

 

LINKS

Una breve storia di Roma

La Roma antica e imperiale

Il Colosseo

Il Foro romano

I Fori Imperiali

I Musei di Roma

Castel Sant' Angelo

I Musei Capitolini

La Galleria Borghese

La Roma cristiana

Città del Vaticano

La Basilica di San Pietro

Le Catacombe

Virtual Tour

Tour Virtuali di Roma