Sei in Home / Scopri l'Italia / Lazio / Roma

Roma

  • Descrizione
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa assaggiare

La provincia di Roma, nel Lazio, è la degna cornice dei tanti tesori del capoluogo. Tutto il territorio circostante ha vissuto di riflesso e da protagonista la storia secolare della Città Eterna. Si tratta di un territorio da scoprire che offre mare, natura, buona tavola e borghi ricchi di storia e arte. La provincia di Roma, infatti, si affaccia sul mar Tirreno e gode di un clima mediterraneo sulle coste e continentale verso l’interno. Il litorale si estende da Nord a Sud, dalla zona di Fiumicino e dei comuni affacciati sul lago di Bracciano, il più grande della provincia, fino al confine con la provincia di Latina

A Nord- Ovest ci sono i monti della Tolfa ed i monti Sabatini, ma anche le oasi naturalistiche e le riserve di Macchiagrande, Macchiatonda, Torre Flavia e Canale Monterano. Nella Valle del Tevere spicca l’area del Parco della Valle del Treja e delle riserve naturali di Nazzano-Tevere-Farfa e del monte Soratte.

L’area tiburtino – sublacense, attraversata dal fiume Aniene, comprende i parchi regionali dei Monti Lucretili e dei Simbruini ed è caratterizzata dal verde degli uliveti. Il territorio dell’area Prenestina e dei Monti Lepini è incastonato tra la Valle dell’Aniene ed i Colli Albani. I laghi vulcanici di Nemi e Albano caratterizzano la zona dei Castelli Romani, eletta a luogo di villeggiatura sin dall’antichità, grazie al clima ed alla dolcezza del paesaggio.  
 
Prima di diventare capitale della Repubblica italiana, Roma ha sempre ricoperto un ruolo fondamentale, tanto in Italia quanto in Europa. "Caput mundi"  in epoca romana e poi sede del Papato e capitale del Regno d’Italia, Roma è sempre stata un punto di riferimento politico, culturale e spirituale di livello internazionale.  

L’influenza della gloriosa storia di Roma rende il territorio della provincia romana ricchissimo di attrazioni e mete turistiche. Antichi tracciati delle strade consolari, acquedotti e dimore imperiali fanno sognare gli appassionati di archeologia. Coloro che vogliono ripercorrere le tracce degli antichi Etruschi e dei Romani trovano qui una delle aree più ricche di testimonianze al mondo.

A Nord della provincia di Roma si trova l’incantevole paesaggio del lago di Bracciano, ricco di fauna e flora. Nel cuore della cittadina di Bracciano si erge maestoso il castello Orsini-Odescalchi, considerato una delle più belle dimore feudali d’Europa per il perfetto connubio tra struttura militare e architettura signorile. Dal castello si gode una suggestiva vista del lago sottostante.

Sempre nelle vicinanze ma verso la costa, la necropoli etrusca della Banditaccia di Cerveteri ci introduce all’architettura funeraria degli etruschi. Per la sua storia il sito è considerato dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. Passate le località balneari di Ladispoli, Fregene e Fiumicino si arriva a Ostia Lido, il "mare di Roma" e, dirigendosi verso gli scavi di Ostia Antica, si può ammirare ciò che resta della più antica colonia di Roma, città commerciale e portuale. Nel museo di Ostia sono conservati reperti archeologici di inestimabile valore, rinvenuti durante gli scavi.

Lasciando Ostia e percorrendo la zona sud della provincia di Roma incontriamo i Castelli Romani, meta turistica di antica tradizione che unisce alla suggestione del paesaggio collinare, il clima mite, la cucina genuina e importanti tracce architettoniche di età classica e medievale, con opere di grande rilievo artistico e storico. A Castel Gandolfo, sul lago di Albano, sede del complesso nel quale risiedono i Pontefici nei mesi estivi, è possibile visitare la chiesa di S. Tommaso eretta su progetto di Gian Luigi Bernini, mentre a Frascati, Villa Aldobrandini rappresenta la più conosciuta residenza rinascimentale dei Castelli Romani con parco, statue e fontane.

Risaliamo verso la zona Est della provincia di Roma e troviamo Tivoli, che lega il suo nome alle celebri Villa AdrianaVilla d’Este, Villa Gregoriana. La prima, monumentale, è fra le più grandi ville mai costruite nell’antichità per espressa volontà dell’imperatore Publio Elio Adriano ed è stata dichiarata patrimonio dell'umanità UNESCO come Villa d’Este, con le sue fontane e i suoi giochi d’acqua. Villa Gregoriana, ancora, ci affascina con lo spumeggiante spettacolo della Cascata Grande, alta oltre 100 metri.

Ed infine, Roma, la capitale, la "città eterna", "caput mundi", "l’ombelico del mondo". Piazza Venezia, l’inconfondibile Vittoriano, la Piazza del Campidoglio, progettata da Michelangelo, i Musei Capitolini, la Chiesa di Santa Maria in Aracoeli, i Fori Imperiali con il Colosseo simbolo di Roma e l’Arco di Costantino, sono solo alcuni dei luoghi più noti della Capitale. 

Il Circo Massimo, la Piramide di Caio Cestio, la Bocca della Verità, i palazzi rinascimentali e barocchi, rendono la città unica al mondo. Le fontane, come la Fontana di Trevi, sono conosciute dovunque, le scalinate, di Trinità dei Monti, la Cordonata in Campidoglio, insieme a ville e musei rendono Roma una città indimenticabile. 

Il Pantheon, con la tomba di Raffaello e le chiese di San Luigi dei Francesi, di Santa Maria della Pace, di Santa Maria in Cosmedin sono una testimonianza di fede e un regalo all'arte e alla cultura. Infine la Città del Vaticano, il più piccolo Stato al mondo nel cuore della capitale, e la sua splendida Basilica di San Pietro abbracciata dal colonnato di Bernini, sono alcune delle tappe più celebri di una Capitale che dall'antichità non smette mai di stupire i suoi visitatori.

Anche la "Roma sotterranea", come quella svelata dalle catacombe di San Callisto sull'Appia Antica, rivelerà delle incantevoli sorprese ai visitatori, ai curiosi, agli appassionati di arte, storia e archeologia.

Per maggiori informazioni: Roma, la città eterna.

La varietà del territorio della provincia romana consente la pratica di qualsiasi tipo di attività sportiva, dall’escursionismo, agli sport acquatici. Il litorale romano, che si estende per circa 130 km di costa, è cosparso di stabilimenti balneari dove è possibile praticare sport nautici; in estate, la zona costiera si trasforma nel regno della vita notturna, che, per il resto dell’anno, ha il suo centro principale nei tanti locali della Capitale.

Sul lago di Albano,è possibile praticare canoa e canottaggio e percorsi in mountain bike. A Ostia Antica, il Teatro Romano offre in estate un vasto cartellone di eventi e spettacoli nella splendida cornice degli scavi archeologici dove si respira un’aria magica. Invece il termalismo a Roma e dintorni risale all’antichità: le terme di Caracalla nel cuore della città sono un valido esempio. Per chi volesse dedicarsi al proprio benessere, le terme di Roma a Tivoli, le terme di Cretone a Palombara Sabina, le terme di Stigliano a Canale Monterano, permettono di trascorrere piacevoli e spensierate giornate.  

Per gli amanti dello sci, invece, ci sono gli attrezzati impianti del monte Livata nei pressi di Subiaco e del Terminillo. Non possiamo parlare di Castelli Romani senza citare la strada del vino dei Castelli Romani, un insieme di itinerari che si snodano nel territorio dei Comuni della Provincia di Roma e sono dedicati ai temi della vite e del vino; ad essi sono abbinati itinerari turistici con percorsi storici, archeologici, naturali per ammirare le bellezze che offre il territorio. 

Nel Parco Regionale dei Castelli Romani, invece, si organizzano escursioni  naturalistiche, paesaggistiche ed archeologiche alla scoperta dell’ambiente circostante, della flora e della fauna con possibilità di trekking e birdwatching.

In una terra dalla storia così antica sono numerose le sagre e le feste popolari che si tramandano nel tempo. Una delle manifestazioni più conosciute e spettacolari è l’Infiorata del Corpus Domini di Genzano, dove per le vie del centro si snoda un suggestivo tappeto colorato composto da svariate qualità di fiori per il passaggio della processione religiosa. Ad Allumiere, poi, si svolge il tradizionale Palio delle Contrade, durante il quale i sei quartieri cittadini si sfidano in una coreografica corsa con gli asini. Non meno importanti le feste e le sagre legate ai prodotti della terra, da quelle del vino di Marino, alle fragole di Nemi, ai carciofi a Ladispoli.

Caratteristici i mercati d’antiquariato come quello dell’Antico Borgo a Bracciano, con esposizioni di vecchi pentoloni di rame e lampade in ferro battuto, e quello delle Bancarelle di Campagnano, tra i più conosciuti d’Italia.

Vino, olio, salumi e formaggi sono i componenti di una tradizione culinaria di forte impronta contadina.
Nell’area di Cerveteri si coltivano i gustosi carciofi romaneschi, mentre i dintorni di Nemi sono famosi per la produzione delle prelibate fragoline. Il pane è la specialità di Lariano e Genzano, la porchetta ha la sua patria ad Ariccia, degustata nelle caratteristiche fraschette, le ciliegie a Palombara Sabina.
 
Tra gli altri prodotti, i marroni, le fave, le pesche, i fichi e le olive.
I piatti tipici della tradizione laziale sono quelli universalmente apprezzati e conosciuti della cucina romana. I famosi bucatini all’amatriciana che utilizzano il famoso guanciale tagliato a dadini, la fanno da padroni, ma primi piatti tipici sono  anche i rigatoni alla carbonara, gli spaghetti cacio e pepe, le penne all’arrabbiata. Non mancano le minestre di legumi di fagioli, fave, ceci e lenticchie, tipiche della campagna romana.

Tra le carni, l’abbacchio è il vero principe della tavola ma troviamo anche la coda alla vaccinara, la trippa e la pajata. Formaggio tipicamente laziale è il pecorino che, col suo sapore intenso, spesso viene aggiunto ai primi piatti o gustato a scaglie.

I prodotti da forno semplici e fragranti sono il pane, di cui quello di Genzano ha ottenuto il riconoscimento IGT, e poi biscotti, tozzetti, mostaccioli, ciambelline al vino e la famosa Pupazza di Frascati. I vini tipici DOC che si producono nel territorio sono ben undici: Zagarolo, Montecompatri-Colonna, Frascati, Marino, Colli Albani, Colli Lanuvini, Velletri, Cesanese di Olevano Romano, Genazzano, Castelli Romani, Cori. Numerose sono anche le produzioni di vini da tavola e IGT.