Sei in Home / Scopri l'Italia / Friuli Venezia Giulia / Trieste

Trieste

  • Descrizione
  • Cosa vedere
  • Cosa fare
  • Cosa assaggiare

La provincia di Trieste si estende lungo una piccola striscia di terra nell’estremità sud-orientale del Friuli Venezia Giulia, tra il Mare Adriatico e il confine con la Slovenia. La peculiarità dell’ambiente, i tesori di storia e arte e il carattere spiccatamente mitteleuropeo la rendono una destinazione straordinaria, che in passato ha incantato e ispirato importanti scrittori come Rainer Maria Rilke, James Joyce, Italo Svevo.

Sul tratto costiero si apre l’ampio golfo che accoglie la città di Trieste con il suo porto e un’alternanza di baie, porticcioli e scogliere mozzafiato con castelli a picco sul mare, tra cui lo spettacolare castello di Miramare. La provincia di Trieste è caratterizzata dall’aspro paesaggio carsico che è sempre capace di sorprendere e affascinare i visitatori.

In prossimità della costa il territorio si presenta come una landa pietrosa dove imperversano raffiche della bora e punteggiata di vegetazione mediterranea, mentre verso l’interno prevale un alternarsi di alture con avvallamenti e boscaglia.

Aree protette di particolare valore sono la Riserva Naturale della Val Rosandra dove crescono piante rare e particolari, la Riserva Naturale Marina di Miramare che si estende in un ambiente marino-costiero con rocce scoscese e una grande varietà di flora e fauna sottomarina e la Riserva Naturale delle Falesie di Duino, una fascia di bianche falesie che scendono a strapiombo nel mare.

Nel Carso triestino si possono ammirare grandiosi spettacoli naturali come la famosa Grotta Gigante, le bocche del Timavo con verdi e fiorenti rive, la caratteristica Dolina di Percedol, una valle caratteristica ricca di rigogliosa vegetazione. Innumerevoli sono anche le grotte e le caverne di interesse speleologico, molte ancora inesplorate.

Ma il fascino del territorio oltrepassa gli aspetti naturalistici: l’elegante città d'arte di Trieste, dove sono evidenti gli influssi della cultura asburgica, i piccoli paesini dell’entroterra con le loro tradizioni e perfino le piccole località turistiche della costa costituiscono grandi tesori custoditi in questa piccola striscia di terra. 

Il percorso di visita del territorio inizia a Trieste, affascinante città d'arte affacciata sul mare e circondata da un suggestivo altopiano carsico. 
Il centro storico offre molte testimonianze di storia e arte tra cui l’Arco Riccardo e il teatro romano, la trecentesca cattedrale di San Giusto, ornata con mosaici e il castello di San Giusto. Un fascino particolare emana Piazza dell’Unità d’Italia, di chiara impronta viennese, circondata su tre lati da palazzi neoclassici, mentre il quarto lato si apre sul mare.

Con i suoi monumenti risalenti a diverse epoche, gli storici caffè che in passato sono stati luoghi di ritrovo di letterati e scrittori, il porto e le imponenti architetture in stile liberty, Trieste è una città ricca di suggestioni. Da non perdere l’imponente Faro della Vittoria che si innalza sul colle Gretta, monumento moderno in pietra bianca di Orsera, dedicato ai caduti della Prima Guerra mondiale.

Un percorso panoramico unico offre lo storico tram di Opicina, che collega il centro di Trieste con la località Villa Opicina, arrampicandosi sull’altopiano carsico tra suggestivi dislivelli, con una vista sempre più ampia sul golfo e la città. Lungo la costa si possono ammirare tre antichi castelli, tutti situati in magnifiche posizioni panoramiche: il castello di Duino, circondato da un ampio parco con terrazze e viali, lo splendido castello di Miramare in pietra bianca d’Istria che si staglia sull’azzurro del mare nei dintorni di Trieste e infine il castello di Muggia, pittoresca cittadina, situata nel territorio italiano dell’Istria e affacciata sul mare.

Muggia rivela ai suoi visitatori molte altre sorprese: un centro storico di chiara impronta veneziana con calli e campielli, un magnifico duomo e pregevoli palazzi. E’ inoltre una rinomata località turistica, l’ideale  per una vacanza rilassante al mare, insieme al vicino Porto San Rocco, porto turistico moderno e dotato di ogni comfort.

Altre incantevoli destinazioni balneari sono Baia Sistiana, considerata una delle migliori spiagge della costa triestina e Duino con scogli e rocce che scendono ripidi nel mare. Tra le molteplici e suggestive attrattive di tipo naturalistico, è da non perdere la visita della splendida Grotta Gigante, una delle più grandi grotte ipogee carsiche, ricca di fantastiche stalattiti che si sono formate nel tempo con lo stillicidio delle acque.

Un percorso nell’entroterra carsico condurrà alla scoperta di caratteristici paesini come Monrupino con la suggestiva rocca e la frazione di Rupingrande con la famosa Casa Carsica, una sorta di museo etnografico che raccoglie costumi, attrezzi e mobili rurali.

Da Prosecco a Samatorza, a San Dorligo della Valle: sono molti i piccoli borghi dell’altopiano carsico dall’aspetto caratteristico per le loro case in pietra e le “osmize”, accoglienti trattorie dove poter gustare vini locali e prodotti tipici. 

Mare e paesaggi carsici offrono, nel territorio di Trieste, ampie possibilità di escursioni in ambienti incontaminati. Gli appassionati delle passeggiate possono seguire il cosiddetto “Sentiero di Rilke”: il percorso dedicato al poeta si snoda da Duino a Sistiana lungo le scenografiche scogliere della Riserva Naturale delle Falesie di Duino.

L’altopiano carsico è lo scenario ideale per diverse attività, dai percorsi di trekking o di mountainbike agli sport più estremi come l’arrampicata in Val Rosandra o sulle falesie del Carso. Gli appassionati di speleologia possono esplorare le innumerevoli cavità e grotte carsiche. I fiumi e corsi d’acqua dell’interno sono particolarmente adatti per il rafting, uscite in kayak e canoa.  
Numerosi, sul territorio, i centri di equitazione e golf.
 
Lungo il litorale è possibile praticare tutti gli sport d’acqua e la vela. La costa rocciosa e la limpidezza dei fondali creano le condizioni ideali per le immersioni, tra la grande varietà di flora e fauna sottomarina.

Il calendario del territorio propone eventi folcloristici e popolari legati a diverse tradizioni, tra cui spiccano il Carnevale di Muggia con sfilate di carri allegorici e gruppi in costume e la Cerimonia delle Nozze Carsiche che si svolge ogni due anni, l’ultima domenica di agosto, a Monrupino: si tratta  una rappresentazione storica derivante da un rituale sloveno.

Nel corso dell’anno Trieste ospita svariate manifestazioni come il Festival dell’Operetta, tra luglio e agosto, che vede la partecipazione di grandi interpreti internazionali, il Festival del cinema latino-americano a fine ottobre e il Trieste Film Festival, dedicato alle cinematografie dell’Europa centro-orientale, nel mese di gennaio.

Sono di grande rilievo anche gli eventi sportivi tra cui la Barcolana o Regata d’autunno, storica regata che si svolge la seconda domenica di ottobre nel Golfo di Trieste e la Bavisela o Maratona d’Europa, che si tiene la prima domenica di maggio a Trieste. In quasi tutti i borghi si tengono degustazioni dei vini locali e feste dedicate ai prodotti tipici. 

Ricca e varia è la cucina della provincia di Trieste, in cui si fondono influssi austriaci, veneti e friulani. Tra i piatti tipici molto diffusi ci sono la jota, minestra con cavolo cappuccio, fagioli, maiale e patate, il zuf, piatto a base di polenta, vari tipi di risotti e i cosiddetti "gnochi de pan" e "gnochi de susini".

Tra le specialità a base di pesce, molluschi e crostacei spicca la granseola alla Triestina. Nell’entroterra carsico prevalgono i sapori più forti: molto diffusi sono i formaggi, le salsicce con i crauti e lo stinco di maiale e, infine, il prosciutto cotto al forno. I dolci tipici,derivanti per lo più dalla tradizione austriaca e slovena, sono il presnitz, sfoglia ripiena di frutta secca, lo strucolo (ovvero uno strudel di mele), la pinza e la gubana.

Di ottima qualità sono anche i vini caratteristici del Carso, tra cui il Terrano, la Malvasia e il Refosco.