Sei in Home / Notizie /  Trento omaggia Eugenio Prati

Trento omaggia Eugenio Prati

12.01.2010 - 26.04.2010

Fino al 25 aprile in mostra i capolavori dell’artista: dai dipinti veristi legati a temi della quotidianità alla stagione simbolista.

Locandina della mostra Eugenio Prati (1842-1907)

Locandina della mostra Eugenio Prati (1842-1907)

La città di Trento rende omaggio ad uno dei suoi pittori più celebri: Eugenio Prati. Fino al 25 aprile 2010, infatti, nella sede trentina del MART a Palazzo delle Albere è in programma la mostra Eugenio Prati (1842-1907) fra Scapigliatura e Simbolismo.

L’esposizione, che comprende i più grandi capolavori dell’artista, indaga il rapporto fra la produzione pittorica di Prati e l’arte verista di fine Ottocento, in quella fase di transizione verso il Simbolismo, cui l’artista si avvicinò grazie ad una serie di relazioni internazionali.

Si parte quindi dai dipinti veristi di Prati, come quelli legati ai temi della quotidianità contadina della terra trentina (dove si legge fortemente l’influenza di Giovanni Segantini), per arrivare alla sua stagione simbolista influenzata dalla cultura letteraria e musicale di fine secolo, soprattutto francese.  

La mostra è aperta da martedì a domenica, dalle 10 alle 18.
Il costo del biglietto è di 6 euro. 
Per maggiori informazioni visitare i siti www.mart.trento.it o www.apt.trento.it

  • La città di Trento, capoluogo di regione del Trentino Alto Adige, è circondata dalle altissime montagne del Bondone e della Raganella.
    E’ situata sul fondovalle dell'Adige, 55 km a sud di Bolzano e 100 km a nord di Verona. Essendo una città molto antica (ha origini preromane), conserva numerosi monumenti e opere d’arte.
    Tra questi, il Castello del Buonconsiglio, antica residenza dei principi-vescovi della città, eretta in diverse epoche dal 1200 e oggi sede del Museo Provinciale d'arte e del Museo Storico in Trento. E’ formata da più strutture quali la cinta muraria che circonda il castello, la Torre Grande, il Magno Palazzo rinascimentale e la Torre dell'Aquila, dove sono presenti preziosi affreschi che rappresentano i dodici mesi dell’anno.
    Da segnalare poi il Duomo, che è il principale monumento in stile romano-gotico della regione. Dedicato a San Virgilio e iniziato nel 1130, ha uno splendido campanile cinquecentesco. Al suo interno troviamo vari monumenti funerari del Cinquecento e il famoso crocifisso ligneo del secolo XVI con Maria e Giovanni dolenti, oltre alla statua di pietra della Madonna degli Annegati.

  • L’aeroporto più vicino a Trento è quello di Bolzano, che dista circa 60 km.
    In auto, la città è raggiungibile tramite la strada statale dell’Abetone e del Brennero, l’Autostrada del Brennero A22, la Superstrada della Valsugana (per chi proviene da Venezia) e la strada statale 45 bis (per chi proviene da Brescia).