Sei in Home / Notizie /  A Cantù si brucia la “Giubiana”

A Cantù si brucia la “Giubiana”

28.01.2010 - 28.01.2010

E’ un fantoccio di paglia vestito di stracci che, il 28 gennaio, viene arso pubblicamente per scacciare i mali dalla città.

La “Giubiana”, un fantoccio di paglia, mentre brucia

La “Giubiana”, un fantoccio di paglia, mentre brucia

Il 28 gennaio a Cantù, in provincia di Como, si svolge il tradizionale Rogo della “Giubiana”, un grande fantoccio di paglia vestito di stracci che viene, appunto, bruciato pubblicamente su una pira. Il mito della Giubiana è molto diffuso in tutta la Lombardia, soprattutto nella Brianza.

A Cantù, il fantoccio ha le sembianze di una giovane donna avvenente: secondo la tradizione popolare, si tratterebbe di una castellana che, stando alla leggenda, avrebbe consegnato le chiavi della città al nemico nel corso di un assedio. Il fantoccio viene portato in giro per la città con l'accompagnamento della musica del "firlinfò", il flauto di Pan, un arcaico strumento di canne tipico della zona.

Con la Giubiana, bruciano simbolicamente i mali della città e i vizi dei suoi cittadini, che, insieme con le autorità, assistono al rogo mangiando risotto con la luganega in un clima di autentica celebrazione popolare. Concludono l’evento spettacolari fuochi d’artificio.    

Informazioni utili

Il Rogo della “Giubiana” si svolge a Cantù, in provincia di Como, il 28 gennaio 2010 dalle 21.
Per maggiori informazioni visitare il sito www.procantu.co.it  o chiamare il numero 031 716094

Come arrivare

Cantù si trova a 10 km da Como e a 40 km da Milano.
L’aeroporto più vicino è quello di Milano Malpensa, che dista circa 40 km, mentre quello di Milano Linate si trova a circa 45 km.
Cantù è raggiungibile con l’autostrada A9 Milano-Lainate-Como-Chiasso (uscita a Fino Mornasco o a Lomazzo);
con la superstrada Milano-Lecco (uscita ad Arosio o a Mariano Comense);
con la S.S. 35 dei Giovi.