Sei in Home / Notizie /  Ma quanto è bello andare in giro per i colli bolognesi...

Ma quanto è bello andare in giro per i colli bolognesi...

25.09.2011 - 25.09.2011

Bologna, il 25 Settembre 2011 - Il paesaggio costituisce l’altra metà del patrimonio culturale del nostro Paese e per poterlo meglio...

Il paesaggio costituisce l’altra metà del patrimonio culturale del nostro Paese e per poterlo meglio tutelare occorre innanzi tutto conoscerlo ed apprezzarlo. E’ questo lo scopo dell’iniziativa promossa da Leonardo Marinelli e Patrizia Farinelli, funzionari della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Bologna, Modena e Reggio Emilia, in programma per la mattina di domenica 25 settembre: un itinerario “dentro” il paesaggio dei colli bolognesi, tutelati fin dagli anni Cinquanta-Sessanta del Novecento, per osservare Bologna ed il territorio che la circonda da punti di vista particolari e privilegiati, ricchi di storia, arte e monumenti. Ore 10,00 Villa Aldini. La Villa, fatta costruire fra il 1811 ed il 1816, su disegno di Giuseppe Nadi, da Antonio Aldini, ministro di Napoleone, sorge sul sedime dell’antico santuario di Santa Maria del Monte. Questo, edificato intorno alla metà del XII secolo ad opera di Picciola dei Piatesi nobildonna bolognese; conserva un interessante ciclo di affreschi raffiguranti gli Apostoli, la Madonna e Gesù Cristo. Dal loggiato neoclassico della villa si possono ammirare sia la città che i colli che fanno da quinta alla valle dell’Aposa, il torrente, oggi completamente tombato, sulle cui sponde è sorta la città di Bologna. Ore 11,00 Eremo di Ronzano. Si eleva sul luogo dell’antico romitorio femminile edificato all’inizio del XII secolo dalla nobildonna bolognese Cremonina Piatesi. Passato nel XIII secolo ai “Frati Gaudenti” ebbe numerose vicissitudini tra cui la soppressione napoleonica. All’interno della chiesa si conserva un prezioso bassorilievo in marmo raffigurante la Madonna con Bambino. Dalla vigna del convento, situata nelle vicinanze dell’Eremo, si può ammirare una clamorosa veduta della città. Ore 12,00 Santuario della Beata Vergine di San Luca – zona absidale. Il santuario si erge sulla sommità del colle della Guardia dove nel XII secolo una giovane donna bolognese, Angelica Bonfantini,

aveva fondato una cappella dedicata alla Madonna con annesso romitorio femminile. All’esterno della zona absidale del Santuario, in un’area solitamente non aperta al pubblico, vi è un balcone naturale con splendido affaccio sulla città e sulle colline che contornano la valle del Ravone. Per seguire il percorso, i partecipanti dovranno essere muniti di autonomi mezzi di trasporto.

Informazioni utili

Email: sbap-bo@eniculturali.it
Telefono: 051/6451311
Fax: 051/264248

Biglietteria
Costo: gratuito
Orario apertura: ore 10.00

Come arrivare

Città: Bologna
Indirizzo: Via dell'Osservanza, 35
Provincia: Bologna (BO)
Regione: Emilia-Romagna
Email: sbap-bo@eniculturali.it