Sei in Home / Idee di viaggio / Turismo itinerante / Turismo Congressuale

Turismo Congressuale

Convegni, conferenze, congressi: sono molte le occasioni per prenotare una visita in Italia legata agli affari e alla promozione di iniziative aziendali. Quello del turismo congressuale è oggi un settore di mercato che colloca l'Italia al sesto posto nel ranking congressuale mondiale, considerati i tanti fattori di attrattività del paese, dall'arte, alla cultura, al cibo. Palacongressi di RiminiTra gli elementi di successo di questo tipo di turismo vanno considerati gli ottimi collegamenti nazionali e internazionali, aeroporti efficienti e una rete viaria e ferroviaria veloce e sicura che attraversa tutto il bel paese da nord a sud, da est a ovest.

Le strutture congressuali italiane sono di altissimo livello e nel territorio delle città maggiori, Roma, Torino, Milano, Firenze, sono affiancate da location esclusive come palazzi nobiliari, castelli, dimore storiche.
La cura offerta nella preparazione di questi congressi è sovente garantita dalla stretta collaborazione tra gli operatori del settore, le strutture alberghiere e i comuni che ne fanno occasione di promozione del territorio e delle sue eccellenze.

Il clima mite e la bellezza del paesaggio fanno dell'Italia una meta prediletta per l'organizzazione di convegni medici, scientifici, sportivi e aziendali.
Località balneari famose come Rimini, resort montani sulle Alpi, zone termali come Fiuggi, offrono centri polifunzionali adatti a ogni evento, sia esso un meeting internazionale, un simposio, o una convention.

E in effetti il turismo congressuale italiano prevede una crescita esponenziale nel prossimo decennio, con il suo momento più alto durante l'Expo2015.
Inoltre la domanda congressuale nei periodi di bassa stagione, incontra nel Belpaese condizioni molto favorevoli.

Negli ultimi anni le città d'arte si sono affermate come meta del turismo congressuale proprio per la capacità di offrire oltre che strutture moderne e attrezzate, la possibilità di visitare le meraviglie storiche e paessagistiche che l'hanno resa famosa nel mondo.
Ed è proprio questo uno dei motivi per cui una città come Firenze ha collezionato nel solo 2012 più di tre milioni di presenze congressuali.

C'è poi il turismo termalcongressuale, un turismo tipicamente destagionalizzato, che tocca tutta la penisola, da Bormio a Siena, da Ischia alla Sicilia e che si caratterizza per un breve soggiorno in cui ritemprare il corpo e lo spirito.
Il Palacongressi di Rimini, solo per fare un esempio, è la prima wellness location congressuale in Italia.
Molto gettonate le visite guidate intorno alle date del congresso: i "post congress tour", cioè i momenti in cui i partecipanti trascorrono alcuni giorni nelle località che li ospitano, rappresentano un’occasione unica per i viaggiatori intercontinentali di visitare un paese come l'Italia.
Mentre le visite "infra-congresso" sono sovente l'occasione per riempire i tempi vuoti degli incontri con escursioni nei borghi e nelle aree naturali del Belpaese e rappresentano un'opportunità da non perdere proprio per gli accompagnatori dei congressisti che vi si recano con la famiglia.